Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

Il Salotto Letterario di "Alterum" ospita lo scrittore Giancarlo Vitagliano

Venerdì 25 maggio sarà presentato il libro "MILO Detective per amore"

A DIECI ANNI SCRIVE IL SUO PRIMO LIBRO



E’ Pierpaolo Trama.
L’amicizia, quella nata tra i banchi di scuola, è la protagonista delle sue storie.

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
MAGGIO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

18 maggio: il “NO” di San Nicola la Strada al biodigestore a PONTESELICE

Venerdi 18 maggio convegno nel salone Borbonico per ribadire la protesta contro l’assurda decisione di Caserta.
Interverranno i sindaci dei quattro comuni ricorrenti (San Nicola la Strada, Recale, Capodrise e Casagiove), rappresentanti di primarie associazioni ed esperti del settore.
E’ l’ultima occasione offerta ai cittadini per far sentire la loro voce contro l’ennesimo scempio che sta per compiersi a ridosso di una popolazione già “massacrata” da altri ben noti disastri in tema di ambiente e di salute.


Venerdi 18 maggio
, alle ore 18, nel Salone Borbonico di San Nicola la Strada, si terrà un convegno pubblico avente per argomento il grave pericolo ecologico che potrebbe abbattersi sulla popolazione di San Nicola la Strada e di altri comuni del vicinato (130mila abitanti tra San Nicola la Strada stessa, Recale, Capodrise, Casagiove e il capoluogo) in conseguenza della decisione dell’amministrazione casertana (adottata in assenza di competenza, senza concertazione con i comuni interessati e contro tutte le disposizioni legislative in materia) di costruire in località Ponteselice un impianto per lo smaltimento dei rifiuti organici (biodigestore) definito per legge industria insalubre e che, come, tale, deve sorgere lontano dai centri abitati.

Dopo il disastroso scempio ambientale, non lontano nel tempo, provocato dalla megadiscarica Lo Uttaro, che ha gravemente compromesso l’aria, il suolo, il sottosuolo e la falda acquifera del territorio, un’altra minaccia si profila all’orizzonte per l’ambiente e per la salute dei residenti.

Per ribadire che un impianto del genere va fatto nell’ambito di una programmazione intercomunale e che soprattutto non va fatto a ridosso di una conurbazione densamente popolata, i sindaci di San Nicola la Strada, Recale, Capodrise e Casagiove, insieme con alcuni consiglieri comunali del capoluogo e primarie associazioni ambientali, hanno presentato ricorso al TAR della Campania.

NO al biodigestore per il trattamento anaerobico del rifiuto umido a Ponteselice va detto, insomma, per tantissimi motivi.

Perché il biodigestore è un impianto insalubre di prima classe e come tale deve sorgere, per legge, lontano dai centri abitati.

Perché eventi imprevedibili (terremoti, catastrofi ambientali, esplosioni, ecc.) possono provocare rotture all’impianto con immissione in atmosfera di sostanze nocive per le popolazioni vicine.

Perché gravi sono i rischi da contaminazione per le numerose colture vicine all’area.

Perché l’area di Ponteselice si trova nelle immediate vicinanze delle abitazioni di oltre 130.000 residenti dei Comuni di San Nicola la Strada, Casagiove, Capodrise, Recale e Caserta.

Perché l’area sciaguratamente individuata viola palesemente il Piano Paesaggistico Territoriale varato a protezione e tutela dell’Asse Vanvitelliano comprendente la Reggia di Caserta ed il tratto di Viale Carlo III compreso tra la piazza Ellittica, antistante le Reggia, e la Piazza Rotonda di San Nicola la Strada.

Perché non esiste una Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) che una apposita Conferenza dei Servizi avrebbe dovuto approvare prima dell’affidamento del progetto.

Perché nell’area dell’impianto si avrà un pesante impatto odorigeno ed acustico, anche se l’impianto sarà realizzato con tecniche all’avanguardia.

Perché la prevista elevatissima capacità di trattamento dell'impianto è nettamente sproporzionata rispetto all’effettivo fabbisogno della popolazione casertana e la dice tutta, quindi, sull’utilizzo che ne faranno moltissimi comuni della provincia, con ulteriori pesanti impatti anche su un sistema viario ed urbanistico già fortemente penalizzato: ci vuole pochissimo per capire che il traffico sul viale Carlo III subirà inevitabilmente un significativo incremento per i numerosi autocarri che, provenienti da svariati paesi, porteranno il rifiuto umido al biodigestore di Ponteselice.

QUESTO TERRITORIO, insomma, ha già dato, e molto!
QUESTO TERRITORIO è già statO MESSO A FERRO E FUOCO!
QUESTO TERRITORIO E’ GIA’ STATO STORICAMENTE massacratO e DEVASTATO in tema di ambiente e di salute IN CONSEGUENZA DELLE FOLLI SCELTE OPERATE IN PASSATO DAI DECISORI DI TURNO.

Prima per una megadiscarica ed ora per un megaimpianto, San Nicola la Strada è sempre stata al centro di un “quadrilatero maledetto”, preda delle fauci di un “mostro” infame che ha letteralmente distrutto il suo ex ridente ed ameno territorio.

NESSUNO, QUI, HA DIMENTICATO LA PUZZA E LE SCHIFEZZE DELLO UTTARO CHE HANNO SEMINATO PER ANNI SGOMENTO E DISPERAZIONE.

Chapeau! Tanto di cappello, per carità, ad un impianto che, come tutti affermano, sindaci ricorrenti in primis, certamente bisogna realizzare per il completamento del ciclo integrato dei rifiuti. Ben vengano tutte le proposte, i suggerimenti, le teorie di tutti gli scienziati che si dibattono sulla scelta del migliore impianto possibile, in termini di minori rischi ambientali e sanitari per le popolazioni.
Che si debba costruire un impianto per lo smaltimento per l’umido è cosa pacifica ed accettata da tutti. MA NON QUI! NON IN UN TERRITORIO GIA’ MARTORIATO COME IL NOSTRO!
Non c’è città italiana con un biodigestore a pochi passi (o addirittura nel centro storico!) la cui popolazione non sia insorta per denunciare i gravissimi disagi quotidianamente subiti.
Occorre che ora si dica BASTA!!!

Al convegno “NO AL BIODIGESTORE A PONTESELICE”, promosso da “Comitato Cittadino San Nicola la Strada Città Partecipata” e “Corriere di San Nicola” in condivisione con primarie associazioni del territorio, interverranno i sindaci di San Nicola la Strada, Recale, Capodrise e Casagiove, rappresentanti di enti ambientalisti ed esperti del settore.

Appuntamento, dunque, per tutti coloro che amano la loro terra e vogliono difenderla dai pericoli per l’ambiente e per la salute, VENERDI 18 MAGGIO ALLE ORE 18 NEL SALONE BORBONICO DI SAN NICOLA LA STRADA.
Forse è l’ultima occasione offerta a tutti i cittadini per far sentire la loro voce, prima che ad esprimersi definitivamente sia la Magistratura.

Nicola Ciaramella


 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL “VADEMECUM” DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI 



Tutto quanto è utile sapere della raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
MAGGIO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori