Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

NATALE SANNICOLESE 2018

Il programma completo 
con tutti gli articoli del Corriere di San Nicola

Rifiuti: sacchetti anche di sabato


Si possono ritirare presso la casa comunale

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
DICEMBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

“Far crescere il più possibile la percentuale della raccolta differenziata”

E’ uno degli impegni del neo assessore all’ambiente Bernardo

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


OBBLIGO DI EMETTERE FATTURA ELETTRONICA

Scatta dal primo gennaio 2019

(Rubrica a cura di Omnibus Multiservice)

Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

Raffaele Cantone, giuglianese tra i giuglianesi

Incontro al "Marconi": il magistrato da anni impegnato contro la camorra ha risposto alle domande di studenti, giovani e adulti sul tema della legalità.


L’incontro voluto dalla dirigente scolastica dell’Istituto G. Marconi di Giugliano, Giovanna Mugione, si è svolto il 22 gennaio in un clima di grande emozione; erano insegnanti, adulti, giornalisti ma soprattutto giovani a voler incontrare il magistrato e Presidente Anac.
L’incontro è stato organizzato fin nei minimi particolari: tappeto rosso, servizio di accoglienza a cura delle studentesse dell’istituto. E’ stato proiettato un video con immagini e notizie sulla vita del magistrato mescolato ad alcune letture teatralizzate.
E’ stata la Preside Giovanna Mugione ad accogliere con un discorso sentito Raffaele Cantone, ad elogiare le sue doti di uomo e di servitore dello stato, a sottolineare la grande professionalità, la moralità mescolate ad un profondo senso di umiltà.
Sì, perché Raffaele Cantone lo si incontra all’ufficio postale e mentre passeggia per le strade della città con i suoi figli come un giuglianese qualunque.
Ma chi è Raffaele Cantone?
Raffaele Cantone ha fatto parte della Direzione distrettuale antimafia napoletana fino al 2007, grazie al suo impegno molti componenti del clan dei casalesi sono stati condannati all’ergastolo, fra cui Francesco Schiavone, Augusto La Torre e Mario Esposito. Dal 2003 vive sotto scorta e dal giugno 2013 è componente della task force per l’elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata. Presidente onorario dell’associazione “Libera Giugliano” dal 27 marzo 2014, viene nominato presidente dell’Anac (Autorità nazionale anticorruzione).
Il giornalista Ansa Alfonso Pirozzi ha rotto il ghiaccio con la prima domanda, chiedendogli perché ha scelto di continuare a vivere a Giugliano.
Perché non dovrei viverci? Non è la brava gente che deve andar via, ma i criminali” è stata la sua risposta.
E poi: "Mi sento molto più protetto quando sono a Giugliano che in certe periferie di Milano e Roma; continuo a frequentare i vecchi amici e a fare le stesse cose di prima. I miei figli hanno vissuto momenti difficili, spesso andavano a scuola scortati dalla macchina della polizia; spero che con il tempo capiscano che tutto questo è stato fatto per una causa nobile”.
A chi gli ha chiesto se avesse paura ha risposto: “Tutti abbiamo paura, le minacce spesso però restano minacce e parole mentre la nostra paura invece può diventare un’occasione per il malaffare. A Giugliano c’è delinquenza e camorra ed è questo quello che dobbiamo combattere; ma c’è qualcosa di peggio ed è voltarsi dall’altra parte, far finta di niente, non dire la verità. Non è vero che la camorra non ci riguarda, anzi ci tocca da vicino perché ci ruba il futuro, annulla qualsiasi possibilità di sviluppo e lavoro; bisogna fare l’operazione verità e chiamare le cose con il loro nome e prendersi la responsabilità di dire ai nostri ragazzi che se non avranno un futuro nella loro terra, questo sarà anche colpa nostra”.
Raffaele Cantone ha parlato di corruzione, delle baby gang e degli ultimi episodi che hanno colpito il napoletano.
Una studentessa gli ha chiesto cosa pensasse della fiction televisiva “Gomorra” e al riguardo ha risposto che quelle immagini non hanno conseguenze sulle persone perbene, mentre possono essere dannose per altri e ha raccontato l’aneddoto di un ragazzino di dieci anni che ha detto alla sua insegnante “Maestra, però un lato positivo Gomorra ce l’ha: è che questi possono comprarsi tutto”.
Raffaele Cantone ha raccontato episodi della sua vita di magistrato e di quando quest’ultima si scontra con quella di uomo e di padre. Di quando è stato accompagnato sul luogo di un agguato e la vittima, un ragazzo diciottenne con una sfilza di precedenti penali, giaceva sotto ad un lenzuolo, con scarpe e abbigliamento di classe, e di aver pensato a quel giovane e alla sua breve vita e a quanti come lui credono che sia normale barattare la propria vita per un paio di scarpe o per una motocicletta.
Sulla politica ha detto che se ci lamentiamo dei politici è anche colpa nostra; se pensiamo che siano corrotti, quando scegliamo di votare l’amico o il parente forse non siamo migliori di loro: “A Giugliano c’è qualcosa di buono, è poco ma c’è; negli ultimi tempi c’è più gente in giro, ma gli imprenditori preferiscono investire fuori da questo territorio per ovvie ragioni; l’operazione verità va fatta sempre, non bisogna nascondere l’immondizia sotto al tappetino; a Giugliano c’è il marcio e questo è un dato di fatto. Io mi indigno e mi offendo solo quando si dicono cose non vere e quando si ha paura della verità”.
A questo proposito ha raccontato che quando passava per Via Sant’Anna e leggeva la targa che recitava “A Mena Morlando vittima della criminalità” restava indignato perché la giovane non era stata uccisa dalla criminalità e non si osava neppure dire la verità.
Oggi, per fortuna, la targa recita “A Mena Morlando vittima della camorra” e poi anche "…ti hanno fatto precipitare nell’oscuro oblio delle coscienze. Ma tu sei tornata a vivere nel segno della Giustizia. Ora sono tanti gli occhi per guardare, le orecchie per sentire e le voci per parlare. Ora che il tuo sorriso è diventato nostro e i tuoi sogni vivono in tutti noi la camorra non ha futuro.”
E’ vero: l’ “operazione verità” non fa male.

Giovanna Angelino
(Corriere di San Nicola)



 

 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
DICEMBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori