Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

…è evidente che la gente è poco seria quando ...

 


...
parla di sinistra o destra…

(Giorgio Gaber)

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali


A TUTTO SOLE


-Rubrica di innovazioni energetiche a cura di Patrizio Guerrini-

L'ANGOLO DELLA POESIA


Versi inediti di poeti sannicolesi

Un articolo che ci piace sempre riproporre

L' UMANIZZAZIONE DELLE CURE IN CHIRURGIA


-Scritto nel maggio 2014 dal Dr. Olimpio Guerriero-

Chi ha buona salute non può capire le ansie di chi combatte contro un cancro...

 

 

...Purtroppo, a governare la repubblica italiana, da che Italia è Italia, sono sempre stati chi un lavoro ce l’ha, chi la salute ce l’ha, chi la ricchezza ce l’ha...

PAOLO CONTE, FENOMENO DEL MOTOCICLISMO
Video-intervista al piccolo grande campione del motociclismo casertano che ha vinto le Interregionali Tirreno Adriatico e Trophy Cup.

“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

“L’Opera Lucana”, il “libro della comunità”  

Il convegno di presentazione dell'ultimo lavoro letterario di Don Franco Catrame

LA “SPERANZA” (MA SOPRATTUTTO LA “FORTUNA”) DI IMBATTERSI IN QUEL MERAVIGLIOSO 30 PER CENTO...


Le “emozioni” che ho provato nell’assistere all’ennesimo spettacolo allucinante andato in scena presso un ufficio pubblico sono troppo forti per non indurmi a buttar fuori tutto quello che ho dentro.

Esterno di una scuola. Forte temporale in corso. Cancello chiuso. Un papà con i suoi bambini disperatamente a bussare chiedendo di entrare. Niente. Nessuno ad aprirgli. Il papà si mette a gridare a voce alta: “Bidello! Bidello! Aprite per favore!”.
Passano altri minuti. La pioggia insistente continua a scender giù e a bagnare, nonostante gli ombrelli, i tre malcapitati, soprattutto i due spaventati bambini.
Dopo ancora un po’ e dopo altre grida del papà, ecco che, tomo tomo (come direbbe il grandissimo Totò), un signore esce, apre, molto scocciato, il cancello, e redarguisce, quasi umiliandolo, il povero papà: “E’ chiuso, non si può aprire, lo sapete che siete fuori orario?”.
Il papà, molto sconcertato, non ha potuto fare a meno di scoppiare: “Sì, è vero, ma qui ci sono due bambini, per giunta sotto la pioggia scrosciante, che per la prima volta, e voi lo sapete bene, arrivano in ritardo; è capitato, ma non è la fine del mondo. Perché vi comportate così?”.
E qui un batti e ribatti tra quel bidello (dal tono irritante, disumano e scortese degno di premio nobel al contrario) e quel papà (dal tono durissimo e minaccioso, che è andato letteralmente in bestia).
Morale della favola, che colgo l’occasione di cogliere, fresco fresco di altri episodi vissuti in uffici pubblici proprio in questi ultimi giorni: sarebbe bastato solo un po’ di calma e di reciproco rispetto, da ambo le parti, per evitare un bruttissimo episodio, al quale, ed è questo che forse dispiace di più, hanno assistito due bambini con tanta voglia di andare a scuola per imparare l’educazione.
Finisco qui, per quanto riguarda il racconto. Solo cronaca. Null’altro da aggiungere.

Ma non per quello che riguarda, in generale, il mio pensiero.
Eccolo.
Negli “uffici pubblici” (di qualsiasi specie e a qualsiasi livello, intendendo per essi -ma sono soltanto degli esempi indicativi- scuole, enti locali e nazionali, asl, ospedali, ecc. ecc., e chi più ne ha più ne metta) il 70% (dite che è poco?) degli addetti che hanno a che fare con il pubblico sono maleducati, irriguardosi, irrispettosi, superficiali, incazzati, scontrosi e tantissime altre brutte cose. Le loro armi preferite sono mandare a comprare il sale le persone che si ritrovano davanti e rinviare ad altro momento una cosa che si può tranquillamente risolvere subito. Provano fastidio per il pubblico che richiede un’informazione o un servizio. Non sorridono mai. Sembra che abbiano passato un guaio (se è vero, devono, come tutti, pubblico compreso, lasciarselo a casa). Non vedono l’ora che il turno finisca per tornarsene a casa (è questa, per loro, la mèta principale da raggiungere nella giornata). Litigano anche con i colleghi, criticando apertamente, davanti al pubblico in attesa, chi si è preso un giorno di malattia, costringendo gli altri a “lavorare di più”, chi ha avuto un periodo di ferie migliore, chi è stato trasferito in un altro ufficio più comodo e meno lavorato.
Il tutto, ovviamente e rigorosamente, come ho detto prima, davanti al pubblico in attesa.
Il quale, se gli è concesso, potrebbe anche un po’ incazzarsi...
Con questa gente si va a picco!
Guai, però, a demordere! Fortunatamente, infatti, non è sempre così. Grazie a Dio, c’è la grande speranza. Che è l’essenza fondamentale per non vederci il mondo cadere tutto interamente addosso. Speranza, ma soprattutto fortuna, intendiamoci! Cioè quella di imbattersi in quel 30% (è troppo?) di lavoratori seri, educati, preparati, pronti a sorridere e a lanciare messaggi di luce. Sono, loro, quella microscopica parte sana, “umana”, capace e laboriosa di un grandissimo mondo quasi tutto in mano a gente scostumata.
Si ringrazi Dio se negli uffici pubblici esistono anche persone perbene, educate, preparate, cortesi, sensibili ed accostumate al senso del dovere, pronte a sorridere, a lanciare messaggi di fiducia e a soddisfare con gentilezza le esigenze del pubblico.
Sì, esistono! Ed è un dono di Dio imbattersi in loro. E’ un dono di Dio ricevere la grazia immensa della loro capacità, della loro bravura, che, insieme alla speranza e al sorriso che sanno trasmettere, sono premesse essenziali di vita.
E’ grazie a loro che l’educazione va avanti. E’ grazie a loro che si resiste e si vince. E’ grazie a loro che l’umanità può accarezzare la fiducia. E’ grazie a loro che il mondo può sperare di restare a galla.
Sono loro, quei pochissimi, il 30 per cento, non di più, che si sobbarcano, e lo fanno con amore e passione, tutto l’enorme mole di lavoro che, invece, l’altro settanta per cento si allena a dribblare tutti i giorni per rubarsi la paga.
La speranza, oggi, è soprattutto di non imbattersi mai in questo 70% di scansafatiche buoni a niente e maleducati.
Bisogna pregare, da buoni cristiani, che quel 30% si alimenti sempre di nuova linfa, affinché ne nascano tutti i giorni.
Bisogna avere fiducia in quel meraviglioso 30% per cento che porta avanti l’umanità.
Auguro a tutti, con tutto il cuore, di avere sempre e solo a che fare con loro. E’ una chimera? Non lo so. Io, comunque, ci credo, ed è per questo che sono felice di vivere... nonostante tutto.

Nicola Ciaramella 


 

dalla PROVINCIA, dalla REGIONE, dall'ITALIA, dal MONDO 


 
 
 
Notizie da
OLTRE I CONFINI DI SAN NICOLA LA STRADA



 

 

 

 

 

 

CONTINUANO A "RUBARCI" FOTO...

Un viziaccio che i “copiaincolla” non riescono proprio a togliersi...

 

"Perché i politici di alto rango non si ammalano di tumore?"
La scrittrice satirica Romana Ceci Lalli è convinta: “Hanno il vaccino, ma è soltanto per loro…

DOPO LO-UTTARO, ORA PONTESELICE…

 

Tutti gli articoli del Corriere di San Nicola sulla “nuova” … idea riguardante la localizzazione del biodigestore…

“NO”, più che mai, al biodigestore a Ponteselice: chiaro e forte il messaggio del convegno di San Nicola la Strada
L'incontro pubblico del 18 maggio promosso da “Comitato Cittadino" e “Corriere di San Nicola”.

LO UTTARO 2, IL RITORNO DI QUELL’IMMARCESCIBILE PENSIERO FISSO…

Tutti gli articoli del Corriere di San Nicola sulla vicenda del biodigestore…

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

L'ANGOLO DELLA CARITA'

Santa Maria degli Angeli ha il suo punto di riferimento per gli aiuti alle persone bisognose

RIFLESSIONI di DON FRANCESCO


-Rubrica a cura di Don Francesco Catrame-


Biografia dell'Autore


Gaudete ed exsultate” è una via per tutti» 


Don Franco ci aiuta a comprendere l'Esortazione apostolica di papa Francesco


Ubaldo Di Leva in cover: il primo amore non si scorda mai… 


“Canzoni D’Autore” è la nuova mega-raccolta del cantautore sannicolese

Il “Lato Acustico” (“Acoustic Side”) di Ubaldo Di Leva
Gli ultimi quattro capolavori del cantautore “remixati” in una nuova originale chiave artistica.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

Corriere di San Nicola on line
(da febbraio 2005 ad oggi)
 

Corriere di San Nicola -archivio cartacei-
(da luglio 2001 a maggio 2006)

 

 

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

“POESIA PER I DIAVOLI E PER GLI IPOCRITI”

 
Imminente l’uscita dell’ultimo romanzo di Romana Ceci Lalli, famosa scrittrice ironica che ha abitato per anni a San Nicola la Strada. 


PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori