Terra dei Fuochi: presidio permanente alla Regione Campania

 

La capogruppo cinquestelle Valeria Ciarambino: "Sfidiamo la Regione ad ignorarci!"

 

Da ieri, 20 luglio, presso la Regione Campania, al centro direzionale di Napoli, è in atto un presidio permanente contro i roghi. L’iniziativa, organizzata da attivisti pentastellati (consiglieri comunali e capogruppo regionale Valeria Ciarambino) ha come obiettivo l’approvazione di una mozione che prevede di concentrare i lavori di tutte le commissioni sul problema dei roghi tossici in Campania.
"Quello che sta succedendo in questi giorni ci dice che le istituzioni sono assenti e che nessuna misura è stata fino ad oggi adottata. Siamo la voce dei cittadini. Chiediamo di far lavorare tutte le commissioni per la terra dei fuochi: la commissione per la salute dei cittadini, la commissione ambiente sulle bonifiche e smaltimento rifiuti".
Così tuona la Ciarambino e così continua: "L’emergenza non può diventare normalità, dobbiamo sfidare la politica regionale ad occuparsi non con le scartoffie, non nei palazzi, della questione roghi. Non ci muoveremo da qui fino a quando non avremo una risposta e chiediamo a tutti i cittadini di sostenerci".
La mozione, come annunciato, sarà presentata al consiglio regionale il prossimo 24 luglio.
Il gruppo del presidio da ieri attraverso i social sta richiamando attivisti e cittadini comuni ad unirsi alla lotta in atto. Perché di questo si tratta: di una "guerra". Sono state allestite due tende e qualche impiegato regionale, prima di rintanarsi fra le comode mura del suo ufficio climatizzato, passa lanciando un sorriso all’accampamento improvvisato, mentre decine di roghi devastano la nostra terra, mentre migliaia di cittadini respirano veleni, mentre la stampa nazionale e gli organi di informazione statale pagati dai cittadini restano muti davanti a questo triste scempio.

Giovanna Angelino