Il presepe della Confraternita

La composizione, esposta su una base simboleggiante la barca del Santo Patrono, è stata realizzata dal gonfaloniere Michele Pesce.


Sabato 2 dicembre, come tutti i primi sabato di ogni mese, officiata dal parroco di Santa Maria degli Angeli Don Francesco Catrame, è stata celebrata una santa messa nella cappella dell’Arciconfraternita di San Nicola di Bari e SS. Rosario di San Nicola la Strada in Via Bronzetti.

Al termine della funzione, partecipata dai confratelli dell’associazione e da altri fedeli intervenuti, il priore Pietro Ianniello ha parlato del bellissimo presepe allestito dal confratello gonfaloniere Michele Pesce su di una base simboleggiante la barca del Santo Patrono.

In una nicchia della cappella, forse non tutti lo sanno, è esposta la statua di San Nicola che viene portata sulla barca (trasportata a spalle dagli accollatori) nella processione in onore del Santo Patrono per le vie della città che si tiene in occasione della festa patronale il martedi in Albis. Essa è una copia in resina della statua originale allocata in maniera definitiva in una nicchia della navata di destra della chiesa parrocchiale di Santa Maria degli Angeli. Questo accorgimento, che si adotta da diversi anni, si rese utile a seguito dei rilevanti danni che la statua originale (poi restaurata) ebbe a subire durante una processione a causa del maltempo (è …tradizione, infatti, che a San Nicola la Strada nel giorno di martedi in Albis, in qualsiasi periodo esso capiti, le condizioni atmosferiche presentino spesso problemi di pioggia…). 

L'Arciconfraternita, orgoglio della comunità cristiana sannicolese, fu fondata nel 1719 e si accinge a festeggiare, tra non molto, il tricentenario della sua storia.

Nicola Ciaramella