I grandi primati di Caserta

E’ la provincia più invivibile d’Italia e la più irrespirabile della Campania.
Ottime le speranze di rimanere in testa alle classifiche grazie all’arrivo del biodigestore...


Un primato dopo l’altro per Terra di Lavoro. Dopo la conquista, a fine novembre, del titolo di provincia più invivibile della Penisola, decretato dalla classifica
sulla qualità della vita elaborata dal “Sole24 ore”, pochi giorni fa un altro prestigioso alloro: il rapporto sull’inquinamento atmosferico per concentrazioni delle polveri sottili (Mal’Aria 2018) redatto da Legambiente, che pone la nostra provincia in testa alla graduatoria della Campania.
Ed ora, come per tutte le grandi conquiste, viene la fase più difficile. Rimanere in testa non sarà facile, perché è particolarmente agguerrita la lista dei contendenti.
Ci vorrebbe un top player.  
Niente paura! Fortunatamente -e questa è una notizia dell'ultima ora- sta per riaprirsi il mercato degli acquisti: la speranza di confermarsi campioni è tutta riposta nell’arrivo, molto probabile, del tanto desiderato biodigestore, che renderà ancora più sottile il confine tra la qualità della vita e quella della morte.


 Nicola Ciaramella