Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

COME VIVERE LA SANTA PASQUA ATTIMO X ATTIMO 
La STORIA, la SPIRITUALITA', la LITURGIA della QUARESIMA
-di Don Franco Catrame-

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


Antonio Malorni e le nuove tecnologie di smaltimento

Intervista allo scienziato sannicolese, che ci chiarisce le differenze tra gli attuali biodigestori e le nuove tecnologie di smaltimento dei rifiuti a impatto ambientale zero e produttrici di energia. Nonostante gli ottimi risultati in Europa, l’Italia e Caserta sembrano sorde alle esortazioni degli specialisti.


Lo scienziato sannicolese Prof. Antonio Malorni ci chiarisce alcuni aspetti della sua ultima conferenza tenuta a Caserta, lo scorso primo febbraio, al sodalizio culturale “La Canonica” (che prosegue con il Vescovo Emerito di Caserta, Mons. Raffaele Nogaro, e con la Prof.ssa Anna Giordano)
, dal titolo: “Innovazione tecnologica e trattamento dei rifiuti”.

Malorni, già Dirigente di Ricerca presso il CNR e Direttore dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione, oggi presidente della rivista “Narrazioni”, è da anni in prima linea nel casertano per la divulgazione scientifica sui metodi di smaltimento dei rifiuti. Un tema iper-critico, considerando il nostro territorio.
Nel seguitissimo incontro si è discusso della differenza tra vecchi e nuovi sistemi, con la possibilità delle moderne tecnologie di produrre addirittura energia, con impatto ambientale prossimo allo zero. Eppure, nessuno in Italia (né tantomeno a Caserta) ha ancora deciso di giungere a una soluzione, preferendo altri metodi, che puntualmente generano scontri politici e sociali. Probabilmente alcuni aggiornamenti ci saranno nel veneziano.

Innanzitutto il Malorni esprime la propria indipendenza e distanza rispetto alle aziende produttrici dei macchinari di nuova tecnologia. Il suo è un ruolo puramente intellettuale, divulgativo, di onesta e spontanea comparazione metodologica.

Tutto inizia così, come ci racconta: «Il 12 gennaio 2008, nella conferenza di un mio collega di Sassari, incaricato dalla sua regione di uno studio delle tecniche di trattamento, appresi che erano in fase di avanzata sperimentazione in Inghilterra due nuove tecnologie, dette Autoclave e P2P. Affascinato dalla loro semplicità concettuale che davvero ne faceva l’uovo di Colombo della situazione, ne ho seguito, da ricercatore curioso, la sperimentazione nel tempo. Così, quando l’Europa alla fine del 2010 ha dato il via libera per la commercializzazione degli impianti, proprio come intellettuale ho sentito il dovere di portare a conoscenza di chi ne era ignaro di questa nuova opportunità per risolvere radicalmente un problema ormai annoso e irrisolvibile».

Un fatto particolarmente rilevante, assolutamente importante - ci riporta lo scienziato sannicolese - è che il nuovo impianto era stato messo a disposizione di tutto il casertano, a costo zero (!!!). Eppure nessun Sindaco ha sentito l’urgenza di sperimentarlo.

Su questa linea, nel tempo, si sono svolte varie conferenze del Malorni. La prima è stata il 25 marzo 2011 a Caserta (interessando la Provincia, l’Ordine degli Ingegneri, La Facoltà di Scienze della SUN, il dipartimento di prevenzione della ASL, ecc.), con l’intervento dei vertici della multinazionale produttrice dei nuovi impianti, rappresentati dal Dott. Diego Fissore e dall’Ing. Gianluigi Demaria (che in seguito Malorni non ha più avuto occasione di rivedere). Poi, al Circolo Nazionale di Caserta (invitato dal COASCA), nel 2012.

Torniamo al presente. Il Malorni afferma: «Per me occorre creare un forte movimento popolare che adotti una sola parola d’ordine: "Vogliano l’autoclave, vogliamo la P2P”. Perché, come ho spiegato giovedì, l’autoclave messo in linea con il biodigestore risolve la quasi totalità degli aspetti negativi di quest’ultimo e consente di avere un ritorno economico che allo stato non ci sarebbe» (come esprime una immagine modificata dal Professore e allegata a questo articolo).

Tutto il casertano e la Campania, da decenni, vivono autentici drammi, più volte sotto i riflettori internazionali. Essenzialmente si pone un problema di etica cittadina, motore primo ed energia propulsiva per ogni reale trasformazione politica, quindi sociale: «senza la ripresa di un forte movimento di cittadini che scenda in piazza con una proposta migliorativa del progetto regionale, le cose non cambieranno e le emergenze non finiranno perché tutte le criticità restano e si acuiranno, a cominciare dal termovalorizzatore di Acerra e dagli altri tre che hanno in programma di costruire. Se ha seguito la stampa in queste ultime settimane a Pisa c’è aria di guerra: hanno scoperto che effettivamente il loro inceneritore è responsabile dell’aumento di tutta una serie di patologie. Qui studi non se ne fanno e perciò non sappiamo come stanno le cose».

Antonio Dentice d’Accadia


PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL “VADEMECUM” DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI 



Tutto quanto è utile sapere della raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
FEBBRAIO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori