Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

RASSEGNA TEATRALE 2018

 
Il 
PROGRAMMA
 completo

e tutti gli articoli del Corriere di San Nicola


FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
GIUGNO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

Fare Ambiente e Practical School nel nome dell’ “identità del territorio”

Si è svolto, presso il noto centro di formazione professionale, un interessante convegno sulle “frodi agroalimentari” tenuto dai principali esponenti del Movimento Ecologista Europeo per lo Sviluppo Sostenibile presieduto dal Prof. Vincenzo Pepe.

 

Promosso dal Coordinamento Nazionale di “Fare Ambiente”, si è svolto, il 19 febbraio, presso la sala multimediale del Centro di Formazione Professionale Practical School nella zona industriale Asi di Caserta, un convegno sul tema “Frodi agroalimentari: prospettive e scenari professionali”.
L’evento, che si è snodato attraverso i pregevoli interventi dei maggiori rappresentanti dell’importante movimento ecologista europeo, è stato anche l’occasione per presentare la candidata alle prossime elezioni politiche di marzo, Anna Zollo, che di Fare Ambiente è responsabile scientifico dell’Ufficio Studi e Ricerche, e per porgere gli auguri al “maestro pizzaiolo” Giuseppe Vitiello, fresco vincitore per la sua categoria del sondaggio nazionale “Italia a Tavola”, che proprio presso Practical School ha frequentato il corso di qualificazione professionale.

L’ “identità” del territorio italiano, e della Campania in particolare, quale valore aggiunto in un processo che mira al riconoscimento della qualità dei prodotti agroalimentari e delle professionalità in tema di enogastronomia: queste, sostanzialmente, le linee sulle quali si è sviluppato l’interessantissimo incontro, che ha visto nelle vesti di abile coordinatore il giornalista Vincenzo Scatola, attuale commissario coordinatore per Napoli e provincia di Fare Ambiente.

A prendere per primi la parola il dr. Mario Aglione, direttore del centro Practical School («La speranza è di conquistare il mercato sia con le professionalità che con i nostri prodotti”) e il presidente regionale di Fare Ambiente, Avv. Francesco Della Corte.

Poi, a catturare l’attenzione, l’intervento del presidente nazionale Prof. Vincenzo Pepe, figura carismatica del Movimento, impegnato nella materia sin dagli inizi degli anni ’90, docente universitario specializzato in diritto dell’ambiente, formatore di tantissimi studenti, molti dei quali poi diventati illustri personalità in svariati campi della cultura e dell’impegno sociale: «Difendere il nostro territorio e i suoi prodotti dalla minaccia della frode e della contraffazione rappresenta un volano per lo sviluppo del reddito e dell’occupazione per i giovani. Noi abbiamo delle risorse che sono importantissime e bellissime per il nostro territorio. Abbiamo una identità come territorio. Una identità non solo culturale, ma anche in termini di risorse naturali, una identità enogastronomica. Se tutti quanti insieme noi facciamo uno sforzo, se tutti quanti insieme valorizziamo adeguatamente l’enogastronomia, noi non solo il Made in Italy per identità lo possiamo portare nel mondo, ma possiamo rimanere qua. Noi abbiamo delle grandi potenzialità che devono assolutamente essere utilizzate. Bisogna crederci, bisogna sfruttarle, perché questo può essere lo sviluppo reale».
Il Prof. Pepe ha poi toccato il tema pregnante della “tracciabilità” del prodotto.
«Il “racconto” è alla base della dieta mediterranea -ha proseguito l’eminente studioso- perché è di fondamentale importanza, per chi si siede al tavolo di un ristorante, poter raccontare cosa ha mangiato, da dove viene quello che ha mangiato, ovvero conoscere il percorso identificativo dei prodotti elencati nel menu. Dove troviamo solo la semplice denominazione della portata ed il suo prezzo… Raramente c’è scritto altro. Abbiamo chiesto al sottosegretario all’agricoltura di redigere una proposta di legge per sancire l’obbligo di indicare la provenienza di quanto esposto nei menu. Quando si racconta la provenienza di un prodotto si racconta l’identità di un territorio. E questo è un valore aggiunto. E se non è vero quello che si scrive sul menu, allora è una truffa, è frode. Questa legge sarebbe un salto di qualità. Perché l’identità è riconoscersi senza conoscersi: non solo attraverso la lingua, l’aspetto, ecc., ma anche attraverso i nostri prodotti».

Il Made in Italy sia sempre più riconosciuto, insomma, anche attraverso i prodotti italiani, come la pizza, giustamente assurta a patrimonio Unesco. L’orgoglio della nostra identità. Orgogliosi di essere meridionali: doverosi gli applausi ed i consensi del pubblico che ha assistito con grande attenzione alle parole del Prof. Pepe, al quale va ascritto il pregio di una capacità di dialogo e di comunicazione certamente non comuni e che fanno di lui e del Movimento che rappresenta una garanzia assoluta di impegno in uno dei settori dove deve farsi maggiormente sentire la voce trainante di coloro che si battono per la sostenibilità dell’ambiente, per la salute e per il miglioramento della vita.

A condivisione e testimonianza del bellissimo discorso del Prof. Pepe, si sono poi susseguiti gli interventi della candidata alla camera Anna Zollo,
grande esperta della materia e responsabile dell’Ufficio Studi e Ricerche di Fare Ambiente, del “maestro pizzaiolo” Giuseppe Vitiello e dei rappresentanti delle note aziende alimentari Torrente e Molino Magri.

Molto simpatica la conclusione della serata con una dimostrazione pratica, per il piacere degli ospiti e del pubblico, di come si fa una eccellente pizza napoletana. Protagonisti ed interpreti di un gustosissimo spettacolo il "maestro" Vitiello e alcuni pizzaioli che hanno ottenuto il diploma professionale presso la scuola-laboratorio di Practical School.

Nicola Ciaramella

©Copyright 2018 Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE VIETATA AI SENSI DI LEGGE





 

 





PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
GIUGNO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori