Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

“La magìa del Natale”

Un mese di attività all'Istituto Comprensivo Capoluogo “Aspettando il Natale con la famiglia”.

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


VADO SU GOOGLE E PROVO TANTA AMAREZZA


Sto facendo una raccolta di selvaggi “copia ed incolla”. Ne farò un libro. 
 

Il Giubileo delle Parrocchie di San Nicola la Strada

Sabato 8 ottobre i fedeli di Santa Maria degli Angeli e Santa Maria della Pietà in pellegrinaggio al Duomo di Caserta, dove saranno accolti dal Vescovo.

I fedeli di Santa Maria degli Angeli e di Santa Maria della Pietà, con in testa i parroci Don Franco Catrame e Don Filippo Frattolillo ed i rispettivi Diaconi Don Alfonso Tiscione, Don Biagio Ferrante e Don Lino Tiscione, parteciperanno, sabato 8 ottobre, al Giubileo delle Parrocchie di San Nicola la Strada, che si terrà nella Cattedrale di Caserta.
L’appuntamento è fissato alle ore 17 presso l’area parcheggio di Via SS. Cosma e Damiano, da cui partiranno i pullman diretti a Piazza Vanvitelli. Tutti gli intervenuti si ritroveranno, quindi, presso
la parrocchia di S.Sebastiano, all’inizio di Via Mazzini, da dove inizierà il pellegrinaggio a piedi verso il Duomo, sul cui uscio saranno accolti dal Vescovo.
Qui, S.E. Mons. Giovanni D’Alise porgerà il suo saluto alle Parrocchie e attraverserà con i fedeli la Porta Santa della Cattedrale.
A seguire, il momento centrale della Solenne Concelebrazione Eucaristica.
Al termine della funzione, i fedeli raggiungeranno Piazza Vanvitelli per risalire sui pullman che li riporteranno a San Nicola la Strada.

Nicola Ciaramella

Sul significato del Giubileo e sul Giubileo della Misericordia in particolare, il parroco Don Franco Catrame ha scritto questo messaggio, che integralmente pubblichiamo:

Qual è il significato del Giubileo, in generale?
Il Giubileo è l’anno della remissione dei peccati, attraverso l’Indulgenza.
Qual è il significato del Giubileo Straordinario della Misericordia?
Il tema, ampiamente spiegato da Papa Francesco, nella Bolla pontificia Misericordiae Vultus : il volto della Misericordia (Gesù), caratterizza il pontificato di Bergoglio fin dalla sua elezione.
«Sentire misericordia, questa parola cambia tutto. È il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po’ di misericordia rende il mondo meno freddo e più giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo padre misericordioso che ha tanta pazienza» aveva detto il Papa durante il suo primo Angelus. La bolla Misericordiae Vultus chiarisce ulteriormente il concetto. Ed è anche un messaggio ecumenico: «La misericordia possiede una valenza che va oltre i confini della Chiesa. Essa ci relaziona all’Ebraismo e all’Islam, che la considerano uno degli attributi più qualificanti di Dio».
Il Giubileo straordinario della Misericordia si svolge dall’8 dicembre 2015, con l’apertura della Porta Santa, nella Basilica di S. Pietro, fino al 20 novembre 2016. Perché è stato scelto l’8 dicembre, come data d’inizio?
"Ho scelto la data dell’8 dicembre, dichiara Papa Francesco, perché è carica di significato per la Storia recente della Chiesa. Aprirò infatti la Porta Santa nel cinquantesimo anniversario della conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II". L’8 dicembre, poi, si celebra la Solennità dell’Immacolata Concezione, Dogma proclamato da Papa Pio IX l’8 dicembre 1854 con la bolla Ineffabilis Deus),
Il primo giubileo della Storia della Chiesa cattolica si è celebrato nel 1300, voluto da Bonifacio VIII. Il Giubileo ordinario si celebra ogni 25 anni.
Che cos’è l’indulgenza?
Secondo la dottrina della Chiesa cattolica, il peccato grave ha una duplice conseguenza: la privazione della comunione con il Signore (pena eterna, l’inferno) e l’attaccamento malsano alle creature (pena temporale da scontare in purgatorio). Al peccatore pentito Dio, attraverso la confessione, concede il perdono dei peccati e la remissione della pena eterna.
Con l’indulgenza, la misericordia divina condona anche la pena temporale per i peccati confessati.

Il Cristianesimo ha trasmesso al Giubileo ebraico un significato di perdono generale, un'indulgenza aperta a tutti, che il Papa concede sotto determinate condizioni ai fedeli. E' fondato sul valore delle indulgenze e sul potere che la Chiesa ha di elargirle.

Il Giubileo cristiano affonda le sue radici sia nella tradizione religiosa e culturale giudeo-cristiana, sia in un contesto storico-religioso centrato sulle idee e sulla prassi del pellegrinaggio e della penitenza.

Il pellegrinaggio è metafora del vero "cammino dell'uomo", per sua naturaviaggiatore, in cerca di se stesso, del suo 'dove', della sua casa, che non sempre è dove egli si trova con il corpo, ma dove il desiderio del suo cuore lo attrae e lo conduce. Il pellegrinaggio quindi come un percorso di pentimento e di preparazione al rinnovamento interiore che il fedele compie sulle orme di Gesù. Si tratta di un itinerario spirituale ma anche “di opere di misericordia corporali”. Per ottenere l’indulgenza giubilare oltre a recarsi a Roma in una delle quattro Basiliche maggiori(San Pietro; San Giovanni in Laterano; Santa Maria Maggiore; San Paolo fuori le Mura),si può andare anche in ogni chiesa particolare, nella Chiesa cattedrale della Diocesi.

Papa Francesco mette in condizione a chiunque, di essere pellegrino secondo le proprie possibilità. Nelle intenzioni del Pontefice, il nuovo Giubileo non deve escludere nessuno.

Un Giubileo per tutti, decentrato, inclusivo.

La porta santa che si apre, simboleggia il passaggio che ogni cristiano deve compiere per passare dal peccato alla Grazia.

Gesù infatti dice «Io sono la porta» (Giovanni 10, 7).

Il solo pellegrinaggio, però, non è sufficiente a garantire l’indulgenza. 

Francesco ci ricorda che si devono compiere gesti di carità nei confronti dei meno fortunati. 

Un'occasione straordinariadi meditazione, come il Giubileo,sulla natura dell'uomo, sul peccato, sulla redenzione e sulla misericordia; spinge Papa Francesco ad un richiamo forte su temi di grande attualità, con la condanna della criminalità organizzata e della corruzione.

Le sue parole, potenti ed inequivocabili, "Per tutti, presto o tardi, viene il giudizio di Dio a cui nessuno potrà sfuggire" richiamano quelle altrettanto forti pronunciateda Giovanni Paolo IIad Agrigento nel 1993 nei confronti dei mafiosi e purtroppo rimaste finora inascoltate:

"Nel nome di questo Cristo crocifisso e risorto, di questo Cristo che è vita, via, verità e vita. Lo dico ai responsabili: convertitevi! Una volta, un giorno, verrà il giudizio di Dio!"

 

 
(Nella foto, le due chiese di San Nicola la Strada e i parroci Don Filippo Frattolillo e Don Franco Catrame)

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL “VADEMECUM” DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI 



Tutto quanto è utile sapere della raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
NOVEMBRE 2017

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori