Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


VADO SU GOOGLE E PROVO TANTA AMAREZZA


Sto facendo una raccolta di selvaggi “copia ed incolla”. Ne farò un libro. 
 

Orge, alcolici e querelle... l' oceano del ridicolo

Simpatiche fantasie cittadine, tra il verosimile e il Paese delle Meraviglie. Veleni e impropri pettegolezzi sulla soglia critica della Biblioteca Comunale di San Nicola la Strada. Defunto il buonsenso si entra nella mezzanotte del grottesco, dell’irrazionale e degli specchi deformanti, nonostante Halloween sia già andato via da qualche giorno.

 

Il mondo è bello perché vario – o come avrebbe detto un secolare sannicolese d’epoca – «è bello perché avariato». E’ bene adottare un certo equilibrio, soprattutto in dinamiche sociali ristrette, quindi rapide, ripide, come quelle di una cittadina relativamente piccola.

Svolgiamoci sinteticamente da principio. Da alcuni anni la Biblioteca Comunale “Giuseppe Palomba”, nota per contenere vari volumi centenari, anche settecenteschi, vedeva la presenza di un folto gruppo di utenti, volontari de facto.

In breve tempo durante l’attuale amministrazione nasce il problema della legittimità, tra chiare criticità di orari, responsabilità delle condizioni dei locali storici, in un contesto di decine e decine di ragazzi (studenti e laureandi in primis). Giusto.

Le soluzioni non hanno soddisfatto tutti, tra reciproche segnalazioni, diverbi e varie situazioni da gestire. Solite cose, ma non è questo l’oggetto del presente articolo.

Trasversalmente alle vicissitudini viventi tra il Comune, la Biblioteca, gli ex-volontari (in parte) confluiti nell’Associazione Culturale “Utopia” ed altre associazioni “limitrofe”, lì per caso, resuscita a intermittenza l‘ulteriore e poco gradevole persistenza di certe allusioni tutt’altro che benefiche.

Nei classici diverbi è normale esagerare i toni. Tuttavia, in una micro-realtà sannicolese, spingersi a nutrire voci (non infondate, bensì folli) secondo cui all’interno dei locali i ragazzi organizzassero orge, feste, droga-party e sedute alcoliche, sfocia nell’oceano del ridicolo.

Di ciò se ne è esplicitamente parlato soprattutto il 23 giugno 2016, durante il dibattito letterario organizzato da Utòpia nei locali della biblioteca, con le autorità cittadine presenti e come testimonia la registrazione video (https://www.youtube.com/watch?v=W09P6I0jyNk).


Innanzitutto, razionalità e misura:

  1. E’ possibile ipotizzare che si bevesse qualche birra tra il giardino retrostante e i locali? Sì.

  2. E’ possibile ipotizzare che si organizzassero feste a base di “coca e Maria”? No.

  3. Similmente, è possibile ritenere che – a causa del grande numero degli utenti – fosse un ambiente più che vivace? Sì.

  4. E’ possibile ipotizzare che, la sera, quando la Biblioteca era aperta oltre l’orario di chiusura, si organizzassero come un club privé? Ridicolo. In tal caso più di una persona, invece di “denunciare” (tra molte virgolette), sarebbe corsa a tesserarsi.

  5. E’ possibile ipotizzare che siano stati introdotti nei locali scaffalature e arredi (molto pop-art e naif, magari anche non adatti a un sito storico) dall’esterno? Certamente.

  6. E’ possibile affermare che siano state rotte attrezzature ed arredi? No. Anzi, si manifestano situazioni come la riqualificazione del giardino, la separazione dei testi antichi da quelli “moderni” e una serie di attività letterarie. Ma questo è un altro argomento.


    Lo scrivente non era nel gruppo dei volontari, né era membro della successiva associazione. Varie cose però ho potuto misurarle direttamente a causa di vicende parallele.

    Quindi, sentire ancora oggi certe allusioni contro quei ragazzi e ragazze, non è una bella cosa. Soprattutto quando si mina l’onorabilità di persone e relative famiglie, coll’idea di screditare col più meschino, vile e putrescente pettegolezzo. Così facendo alcune piccole persone rischiano d’arrestare l’identità cittadina a una morale degna del Neolitico.

    Attenzione però, è un territorio minato. Certe notizie potrebbero arrivare all’orecchio sbagliato e potrebbe esserci esigenza di querela. A quel punto le tigri magicamente miagoleranno e tutto potrebbe risolversi, se non respingendo le accuse, con un conciliante: «Abbiamo scherzato!».

    Ecco, di “scherzare” finiamola prima che sia tardi. La vita è breve e qualche giovane anziano potrebbe meglio giovarne. Stesso Platone ci ricorda il bene (anche) come utilità. L’antichità di un filosofo non è obsolescenza, ma l’eternità di un consiglio universalmente valido, che non necessita di disgregarsi per produrre nuovi atomi e molecole.

    Antonio Dentice d’Accadia





PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL “VADEMECUM” DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI 



Tutto quanto è utile sapere della raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
NOVEMBRE 2017

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori