Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

RASSEGNA TEATRALE 2018

 
Il 
PROGRAMMA
 completo

e tutti gli articoli del Corriere di San Nicola


FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
GIUGNO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

San Nicola la Strada “Città per la Pace” e per l’Ambiente

Rinnovato in Piazza Nassiriya il “Patto” tra il Comune e il “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato”.
Davanti ad una grande platea di giovani, significativi messaggi per la pace e la giustizia sociale lanciati dalle autorità cittadine, dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Capoluogo e dalla testimonial Agnese Ginocchio.
Teresa Pannone, vedova del “Sindaco di Pace” Nicola Tiscione (che tanto ebbe a battersi contro lo scempio dello Uttaro), e il Dr. Nicola Santagata del Comitato Cittadino affermano e ribadiscono la giusta protesta contro chi vuole costruire un biodigestore a pochi passi dalla nostra città.

 

Il “Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio presieduto da Agnese Ginocchio, il Comune di San Nicola la Strada e l’Istituto Comprensivo Capoluogo hanno rinnovato il “Patto di Pace” stipulato il 22 ottobre 2015, in virtù del quale la nostra città, che già possedeva il titolo di “Città per la Pace” ottenuto grazie all'impegno del compianto sindaco Nicola Tiscione, entrò per diritto nella rete provinciale degli “Enti Locali per la Pace”, la cui mappa si arricchisce costantemente di sempre più numerosi comuni della provincia di Caserta.
A tal fine, si è svolta, nella mattinata di venerdi 25 maggio, una bellissima ed emozionante manifestazione che ha visto coinvolti gli studenti in una “Marcia della Pace”, partita dal plesso di Viale Italia per concludersi in Piazza Nassiriya, dove, accanto al tabellone
con le targhe a memoria degli eventi promossi a San Nicola la Strada dal Movimento per la Pace e una dedica particolare a Nicola Tiscione, realizzato con il contributo del quotidiano “Corriere di San Nicola”, si sono riuniti tutti gli artefici di questa esaltante iniziativa.
La data della cerimonia non è stata certamente scelta a caso. L’occasione, oltre che per ricordare lo storico passaggio della “Fiaccola della Pace” (iniziativa promossa nel 2015 dalla sezione casertana del Movimento presieduto dalla famosissima ambasciatrice di pace e cantautrice Agnese Ginocchio), è stata offerta soprattutto dal 103.mo anniversario dell’inizio della tragica Grande Guerra: il 24 maggio 1915, infatti,
quasi mezzo milione di soldati italiani cominciò a marciare verso il confine con l’Impero Austro-Ungarico, ex alleato e ora nemico da combattere. Anche per l’Italia iniziava la Grande Guerra, un conflitto sanguinoso che era già in corso da dieci mesi e che stava falciando un’intera generazione. Uno scontro armato che la maggior parte della popolazione non voleva. Una tragica guerra in cui persero la vita anche centinaia di migliaia di giovani italiani, molti venuti dalle campagne, scarsamente addestrati e che si lasciavano alle spalle la famiglia, la casa, la propria normalità.

Piazza Nassiriya invasa da giovanissimi studenti armati di striscioni inneggianti alla pace: uno spettacolo eccezionale che deve far riflettere soprattutto i più grandicelli che vivono in questo mondo di oggi sconvolto da guerre a tutte le latitudini e longitudini.
Con loro tutte le autorità cittadine, il sindaco Vito Marotta, l’assessore alla pubblica istruzione e cultura Maria Natale, il
comandante della polizia locale Luigi Salerno Mele, il comandante pro tempore dei Carabinieri, M.llo Sarcinelli, con il suo vice, la consigliera delegata alle politiche comunitarie Alessia Tiscione, il presidente della Pro Loco Carlo D’Andrea, il parroco Don Francesco Catrame.

Vito Marotta ha voluto innanzitutto evidenziare il prezioso connubio voluto dagli organizzatori al fine di unire la manifestazione al valore dello sport. “La pace si costruisce tutti i giorni” –ha detto- “attraverso gesti concreti, come la pratica dello sport, il rispetto dell’ambiente e coltivando i valori sani della società”.

Dai grandissimi contenuti anche il discorso di Don Franco Catrame, che ha invitato a proseguire nei passi, nei piccoli gesti. “La pace è dentro il nostro cuore, dentro la nostra vita, nasce con noi, deve crescere con noi e deve vivere con noi, deve abitare la nostra esistenza a tutti i livelli, nelle famiglie, nelle case, nelle famiglie, nelle scuole, nella realtà della vita sociale e politica”.

A seguire, altre splendide parole dall’assessora Maria Natale: “Manifestazioni come queste sono punti di partenza, qualcosa per smuovere le nostre anime, la nostra cultura e la voglia di partecipare. Solo se noi siamo uomini di pace, come lo è stato Nicola Tiscione, solo se abbiamo la pace dentro di noi riusciamo a trasmetterla agli altri”.

Grandioso il discorso di Teresa Pannone (vedova del compianto Nicola Tiscione), presente alla cerimonia con
il figlio Francesco: “Accogliamo le esortazioni alla custodia del creato lanciate da Papa Giovanni Paolo II, da papa Benedetto XVI e da Papa Francesco e teniamo sempre accesa la fiaccola della pace dentro e fuori i nostri confini nel rispetto della dignità di ciascuno”.
Poi, calandosi con fermezza nella realtà locale e riferendosi chiaramente alla vicenda del biodigestore a Ponteselice, ha affermato: “Sta a noi impegnarci per un ambiente più sereno, più accogliente, più pulito, più sano, in una parola più vivibile”.

Invitato per il notevole impegno da sempre (ed oggi più che mai, alla luce dei fatti di Ponteselice) profuso in favore della salvaguardia dell’ambiente, è intervenuto anche Nicola Santagata, membro del consiglio direttivo del Comitato Cittadino San Nicola la Strada Città Partecipata, già Direttore Arpac Caserta, relatore al recente Convegno “NO al biodigestore a PONTESELICE” svoltosi a San Nicola la Strada il 18 maggio.
Santagata, grande esperto di condizioni ambientali (le sue relazioni sullo status dello Uttaro hanno fatto e sono storia ancora recente), personaggio dall’altissimo profilo professionale, punto di riferimento fondamentale della protesta contro il biodigestore che si vuole costruire a ridosso della città di San Nicola la Strada, ha ricordato l’impegno di Nicola Tiscione nella vicenda legata alla “vecchia ma sempre nuova” catastrofe ecologica dello Uttaro.
Nella sua memoria non si sbiadiscono le grida di Tiscione contro il più grande scempio ambientale della storia sannicolese, il suo lottare senza paura con messaggi volti alla ricerca del dialogo e della ragione, la resistenza del suo esile fisico nel “piantare i piedi per terra” (“era la notte del 24 aprile 2007”), insieme a Don Oreste e a tanti altri compagni, per evitare l’entrata nella “cava della morte” dei camion provenienti da ogni parte della provincia e della regione carichi di immondizia di tutti i generi.
Nicola Santagata, uno degli emblemi di questa nuova lotta per l’affermazione della giustizia ambientale in un territorio dove si respira soprattutto aria sannicolese, ha fatto appello a tutti ed in particolare ai giovani per far sì che non si compia un’altra barbarie alle porte della nostra città.
Caserta per noi è una sventura,” -ha detto tra i consensi di tutti- “prima per la scelta de Lo Uttaro ed ora per Ponteselice. Non bisogna permettere questo ulteriore disastro, perché San Nicola la Strada ha già subito tanto e ha già dato tanto in tema di ambiente”.


Protagonisti, infine, di profondi messaggi sulla pace anche studenti e rappresentante dell’istituto comprensivo, che si sono alternati al microfono prima dell’intervento conclusivo di Agnese Ginocchio.
La promotrice della manifestazione, presidente del Movimento per la Pace e la Salvaguardia del Creato, ha raccolto le firme del Comune e della Scuola sul documento riportante il rinnovo del titolo di “Città per la Pace” per San Nicola la Strada.
Con l’impegno, come si legge nell’allegato “Appello di Pace”, “di ri-mettere al centro della nostra vita quei valori condivisi, scolpiti nella Costituzione e nel codice internazionale dei diritti umani”.
Di Agnese Ginocchio tutto si conosce in ogni centimetro quadrato del territorio della provincia di Caserta che sta solcando ininterrottamente da anni, armata della bandiera con i colori dell’arcobaleno, di una chitarra dalle melodie penetranti nei cuori dei sensibili, della tenacia di chi crede fortemente e combatte per la giustizia sociale, contro le sopraffazioni, per condannare la violenza, l’arroganza e la prepotenza.
Fermate il mostro”: fu, negli anni scorsi, la colonna sonora delle marce e del suo impegno contro il disastro che si stava compiendo a Lo Uttaro.
Gli uomini veri”: è il titolo della sua ultima composizione, presentata nel marzo 2017 a Roma nell’ambito della V edizione del “Premio della Nonviolenza” istituito dalle associazioni “Mondo senza guerre e senza violenza” e “Greenpeace”.
Una donna vera contro i mostri dell’ingiustizia: è la riflessione più immediata che sorge a chi scrive e ben la conosce per definirne con una semplice frase tutte le infinite virtù. Agnese Ginocchio, sinonimo di pace, di giustizia, di impegno sociale, di amicizia. Quella vera, dettata solo dai sentimenti che si hanno ben radicati dentro.
Agnese Ginocchio, sorrisi e lagrime: perché c’è sempre. Quando ad innalzarsi sono i valori grandi dell’umanità e quando, a volte, ci si deprime perché ad avere la meglio sono sempre gli ingiusti.
Ma a demordere proprio lei non ci sta mai. E’ caparbia, non ha tempo per meditare, ama solo agire. Agnese Ginocchio non si lascia sopraffare dall’indifferenza e dalla insensibilità di tanti “mostri” che ci sono vicini, più vicini di quanto si possa immaginare.
Tutti quelli che credono e lottano infaticabilmente per la pace, per la salvaguardia dell’ambiente, per i diritti umani, e con loro San Nicola la Strada, hanno solo da dirle “Grazie!”.

Nicola Ciaramella

 

 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
GIUGNO 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori