Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

I REQUISITI PER ACCEDERE AL “REDDITO DI CITTADINANZA”

(Rubrica a cura di Omnibus Multiservice)

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

 


FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
MARZO 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

“Acqua malata” casertana: le verità nascoste

Nicola Santagata, nel corso della presentazione-bis del suo libro, ha rivelato altri aspetti gravissimi dello stato di salute delle falde idriche e la mancanza di un programma di controllo analitico rapportato alla vulnerabilità dei territori.
Il Vescovo Emerito Mons. Nogaro ribadisce la necessità di prendere di petto e scuotere i politici e gli amministratori: “Dobbiamo mettere in atto una disubbidienza civile organizzata!


La rete di distribuzione idrica di Caserta eroga acque di differenti caratteristiche:
-le acque della sorgente Maretto provenienti da Piedimonte Matese;
-le acque dei pozzi del proprio territorio.
Le acque della sorgente Maretto mancano di una “protezione naturale” dell’acquifero per la presenza di numerosi “inghiottitoi”, che le rendono vulnerabili nei confronti dei vari contaminanti microbici e virali.
Gli otto pozzi attivi per l’alimentazione della rete idrica casertana sono vulnerabili sia per caratteristiche strutturali che per l’uso del circostante territorio. Essi non sono del tutto rispondenti alla normativa vigente.
Le acque dei pozzi Vaccheria e Paratella sono quelle più a rischio: la fognatura comunale passa a distanza minima dalla testata dei pozzi e mancano di vasca di clorocontatto.
E’ un rischio inaccettabile per la tutela della salute pubblica, sia per una carenza cronica di controllo dei manufatti, che di un programma analitico rapportato all’insicura protezione delle falde acquifere.

Sono queste tutte le verità nascoste che sono state rivelate nel corso del secondo incontro di presentazione del libro “ACQUA MALATA -Come politicanti e camorristihanno avvelenato i cittadini e distrutto la “Terra felix di Nicola Santagata, svoltosi il 31 gennaio presso la Parrocchia di S. Augusto Vescovo in Largo Don Pino Puglisi a Caserta.

Le criticità della sorgente Maretto e dei pozzi di Caserta sono, insomma, spaventose. “Non è possibile -ha detto il dr. Nicola Santagata- ammettere che il depuratore di Castello del Matese scarichi i propri reflui nel bacino di ricarica della sorgente. Questa è roba da preistoria! I territori delle fonti di approvvigionamento della rete idrica sono abbandonati a rifiuti di ogni genere da parte di delinquenti che attendono alla salute della collettività con il placet delle Istituzioni che non controllano e non vigilano adeguatamente. I monti Tifatini, da cui prende origine il più importante bacino acquifero dell'Italia meridionale, sono pieni di rifiuti peraltro incendiati. Mancano i controlli alla tenuta della fogna comunale che passa a pochi metri dalle fonti di captazione. Mancano le vasche di clorazione per la disinfezione dell'acqua destinata al consumo umano. Non esiste un programma di controllo analitico rapportato alla vulnerabilità dei territori dei bacini di ricarica e della destinazione d'uso dell'acqua. I pozzi possono essere preda molto facilmente da parte di malintenzionati. Chiunque può facilmente mettere in atto un atto terroristico con la morte di migliaia di persone”.

Mons. Raffaele Nogaro nel suo intervento, ribadendo quanto ebbe già a dire il tre dicembre, ha esortato i cittadini a “rinnovare la nostra città, la nostra provincia, la nostra regione col prendere di petto e scuotere i politici e gli amministratori”.
Dobbiamo mettere in atto una disubbidienza civile organizzata! –ha affermato con toni energici ed ampiamente condivisibili- Tutti insieme iniziamo!
Detto da un paladino del coraggio e della giustizia come lui non bisognerebbe aspettare neanche un attimo per accogliere la sollecitazione e passare subito all’azione.
Il fatto, purtroppo, considerato cosa ci dona Caserta oggi, è che c’è ben poco da sperare.
Caserta langue. A Caserta si sta in silenzio.
“Qui
c’è troppa connivenza, troppa cultura camorristica.Ecco perché le cose non cambiano. Ci vuole coraggio”, disse Padre Alex Zanotelli il tre dicembre in occasione della prima presentazione dell’opera di Santagata.

Si, è vero.
Caserta langue. A Caserta si sta in silenzio.
A Caserta non si ha il coraggio di parlare. Caserta è piena di codardi e di gente senza palle.
Caserta, secondo gli ultimi rapporti, è il capoluogo di una delle ultimissime province italiane in tema di vivibilità, benessere e soprattutto ambiente.
Caserta è terra di disastri.
Caserta è terra di molti poveri ammalati. E di pochi ricchi che stanno bene e vivono da nababbi.
A Caserta nessuno fa niente.
Anche a Caserta, però, possono prendere il cancro quelli che non fanno niente, quelli che vogliono portare altre industrie insalubri, altri veleni, altre schifezze, altri boia.
Forse sta qui la speranza che un giorno possano pentirsi.

Nicola Ciaramella
©Corriere di San Nicola


 

 

 

 

  

 

 

 Leggi pure:

Lungo le schifezze dell' "acqua malata" casertana 
Tutte le slides sulle spaventose "verità nascoste" rivelate da Nicola Santagata nel corso della presentazione del suo libro

 

 

 

 

 

 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO



 

I turni di 
MARZO 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori