Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
NOVEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


SPECIALE ELEZIONI COMUNALI 2020 

Le Elezioni Comunali 2020 di San Nicola la Strada raccontate dal Corriere di San Nicola

IL MONDO A SCALE 
-Racconto di Gerardina Rainone-


(Disegni di Virginia Cioffi)

PARTE III

 

ECOLOGIA & SALUTE

-Rubrica a cura di Gerardina Rainone-

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

Terra dei Fuochi, il vero problema sono le istituzioni, il Governo, la Regione e gli enti preposti...

La lunga storia di una grande catastrofe ambientale

Entro tre anni al massimo la Campania sarà completamente liberata dalle ecoballe”: l'annuncio fu di Matteo Renzi che, prima di raggiungere lo stabilimento della Coca Cola, a Marcianise (Caserta), era stato in visita nella Terra dei fuochi e al sito di stoccaggio delle ecoballe di Taverna del Re a Giugliano (Napoli).
L’allora premier, come si legge in un articolo dell’11 giugno 2016 su Tgcom24, era in compagnia del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. 

Ricordate? Il Premier Renzi twittava anche “Via le ecoballe dalla Terra dei Fuochi. Via la camorra da gestione rifiuti. Finalmente si fa sul serio #lavoltabuona”.

Peccato che la volta buona non sia mai arrivata, anzi, le ecoballe, i roghi tossici, i malati e morti di cancro sono miracolosamente spariti da tv e giornali, come se non fossero mai esistiti.

“Terra dei fuochi libera dalle ecoballe entro due anni”: il Corriere del Mezzogiorno titolava, sempre nel 2016, dopo la visita di Renzi, come tanti altri mass media.

Qualche cenno di storia...

Sono gli anni ’80 quando prende avvio un sistema basato sullo smaltimento illegale di rifiuti tossici. Da allora la rete si radica profondamente fra connivenze delle istituzioni, corruzione, collusione, mancanza di siti di stoccaggio. Per anni, perfino i rifiuti urbani sono lasciati per strada, è emergenza. Le discariche abusive sono gestite dalla camorra che fiuta l’affare. Dal 2001 al 2009 si aggiungono all’emergenza tonnellate di ecoballe, rifiuti stoccati e mai smaltiti. La Commissione europea nel 2007 avvierà una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia. In un’area di 3 milioni di metri quadri compresa fra Lo Uttaro, Regi Lagni e Giugliano vi è un’altissima concentrazione di rifiuti tossici, secondo i dati ARPA. La più grande discarica sotterranea di rifiuti tossici d’Europa si trova, invece, nel comune di Calvi Risorta, in provincia di Caserta.
In Campania in tutti questi anni sono arrivati fondi europei, stanziamenti regionali e contributi di Stato, ma l’emergenza roghi continua e nel 2018 il Governo firma il Patto per la terra dei fuochi che prevede:

-Un intervento sanitario con i medici di base;

-Pulizie straordinarie coordinate tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione (contemporaneamente il ministero è a lavoro per alleggerire la filiera e gli impianti);

-Un controllo straordinario delle fabbriche in nero della zona da cui arriva gran parte dei rifiuti bruciati illegalmente;

-Più militari a presidiare i siti.

Dopo un anno, per stessa ammissione del Ministro per l’Ambiente Sergio Costa, il patto per la terra dei fuochi non ha funzionato. Non ha funzionato per diverse ragioni; perché le responsabilità si sono rimbalzate, nessuno ha vigilato, nessuno dei punti fissati è stato portato a termine, chi doveva agire non l’ha fatto.
Paradossalmente chi non fa il suo dovere occupa ancora le stesse poltrone, come il Ministro per l’Ambiente e il Governatore De Luca, il quale terrorizza i campani che dimenticano la mascherina e voleva usare il lanciafiamme per i vecchietti che non rispettavano il lockdown. Questi personaggi stanno sempre là, come le ecoballe, come i roghi tossici e l’aria irrespirabile, come i tumori, che continuano, nel silenzio a mietere vittime anche fra giovanissimi.

Da qualche mese è iniziata l’estate di fuoco nella terra dei ciechi. Tutta questa storia è davvero incredibile. Nel 2018 l’Italia ha pagato 43,8 milioni di euro, la multa più salata alle condanne della corte europea di giustizia. Cinque milioni di ecoballe stanno ancora là, fin dai tempi di quando De Luca prometteva e Renzi stanziava.
Nel 2019 il non-operato di Vincenzo De Luca era criticato anche dall’ex presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, il quale affermava che le ecoballe sono ancora lì dove erano, che è uno sfregio enorme per questo territorio, che i soldi stanziati sono rimasti nei cassetti, che malgrado gli appalti siano in gran parte partiti, malgrado l’assistenza dell’Anac e l’impegno della Regione Campania, il risultato pratico non è in linea con le aspettative.
Il governo Renzi stanziò 250 milioni e allora, tre anni fa, si disse che nel giro di pochissimo tempo quel fiume che si vede dall’alto si sarebbe prosciugato.
Invece non è ancora accaduto. 
Un altro alibi e un’altra distrazione che prima o poi arriva; si sa che le buone intenzioni incontrano sempre qualche ostacolo.
In realtà si voleva fare questo e quello, si stava cercando di risolvere il problema dei roghi, ma poi è arrivato il Covid-19, il quale per molti è una preoccupazione, per altri una tragedia per la salute e per il lavoro, ma per alcuni (sempre i soliti) è una salvezza. Il coronavirus ha salvato la carriera di molti, ma non la faccia, però; tanto quella a che serve?


Giovanna Angelino


©Corriere di San Nicola 
 
https://www.facebook.com/gangelino1 

Fonte della foto: il desk



LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
NOVEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2020-2025 


ORGANIGRAMMA
della
amministrazione comunale

 
PROGRAMMA
AMMINISTRATIVO



 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
  Vedi Elenco Operatori