Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
APRILE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

I REQUISITI PER ACCEDERE AL “REDDITO DI CITTADINANZA”

(Rubrica a cura di Omnibus Multiservice)

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

 


AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


Amatrice, città morta...

A distanza di due anni dal terremoto, la popolazione vive ancora momenti di difficoltà fra quello che manca e tutto ciò che la tragedia ha portato via per sempre il 24 agosto del 2016.
Non c'è ancora un progetto serio di ricostruzione, ma non mancano le grandi parole spese dal politico di turno...



Amatrice, epicentro del terremoto, è morta; l’ospedale più vicino si trova ad Ascoli (40 minuti di auto). Accumoli, oggi isolata, ha (aveva) una storia antichissima; anche quella è stata spazzata via. Già un violentissimo terremoto aveva distrutto questo territorio nel 1600. Allora non si poteva costruire su quel tipo di terreno e lo si è sempre saputo; invece la cittadina è stata edificata su vecchie macerie, dove il rischio sismico è fra i più elevati. Perfino i Borboni avevano edificato qui con un sistema antisismico, che prevedeva tetti in legno. Ma il terremoto di due anni fa è stato talmente violento da far crollare perfino palazzi costruiti nel 1200. Accumoli confinava con lo stato della Chiesa e faceva parte del Regno delle due Sicilie, in un periodo molto florido, quando questo territorio aveva una grande rilevanza anche nelle scelte del governo centrale.
"Ci siamo sentiti sempre abruzzesi, siamo abruzzesi, per le tradizioni e per la nostra cultura che è e resta abruzzese”: è questo che ripetono gli abitanti di Accumoli e Amatrice. Fu Mussolini a trasformare Accumoli e Amatrice in province di Rieti, Lazio.
Basti pensare che fra Amatrice ed Accumuli il 95% degli edifici è inagibile e le Sae (Soluzioni abitative d’emergenza, chiamate anche casette) sono circa 500. A due anni di distanza sembra che i lavori in corso riguardino la sola demolizione. Gli esperti affermano che il processo è lungo, perché si svolge con molta cautela, cercando di salvaguardare la sicurezza. Si parla del 50% di edifici demoliti in due anni, di gare di appalto, commissari, ricorsi, studi e tanta burocrazia. In 24 mesi si procede (con molta cautela) con gli abbattimenti.
Capricchia è una delle 69 frazioni di Amatrice; si trova a 12 chilometri dal paese ed è abitato da circa 15 residenti in inverno che arrivano a 350 nei mesi estivi, ai quali dopo il sisma se ne sono aggiunti 12, grazie alle strutture messe a disposizione da privati.
Capricchia si trova a 1100 metri di altezza e dopo il terremoto del 2016 gli abitanti vivono in totale autogestione, con l’aiuto di associazioni, privati e della pro loco. Da quel terribile giorno si vive come in una comune, con roulotte e improvvisando una vita, che in realtà non è più la stessa.
Quello che il sisma ha insegnato da queste parti è la condivisione di tutto. Si tratta di famiglie che si sono ritrovate a vivere con altri e a fare i conti anche con esigenze e bisogni diversi. Non sempre è semplice convivere specie in questi luoghi “fantasma”, ma ci si abitua anche a questo. Gli inverni sono rigidi e la neve rende difficili gli spostamenti. Se si pensa che molto spesso la convivenza è difficile perfino nei condomini, dove le persone vivono comodamente nei propri appartamenti, si può solo immaginare cosa sia lo “stare insieme” per persone che la casa l’hanno persa. Il 30 luglio 2017 è stato inaugurato il “Villaggio Vittoria” a Capricchia; grazie a molte donazioni, con uno sforzo da parte dei residenti e della Pro Loco sono state costruite baite in legno per accogliere i villeggianti. Questa è solo una delle tante iniziative che gli abitanti intraprendono per far rivivere la loro terra, ma è ancora troppo poco. Non sempre la verità su questa zona terremotata viene fuori dai tg; probabilmente perché ce ne sono diverse di verità. Ciò a cui bisognerebbe pensare è la ricostruzione (è quello che si ripete in continuazione), ma non ad una semplice costruzione di case; è necessario che istituzioni, privati ed esperti lavorini in sinergia. In questo territorio c’è bisogno di sapere dove si può e dove non si può costruire; c’è bisogno di gente competente che studi progetti che considerino territorio, storia, fattibilità. Prima di tutto le istituzioni e chi ha a cuore questo territorio dovrebbe ammettere che il terremoto è una realtà in questi luoghi (lo dice la storia), è frequente, è un fenomeno normale e sistematico e su queste basi bisogna rimboccarsi le maniche. In questa parte d’Italia ferita è necessario avere un progetto serio di ricostruzione, che di fatto stenta a decollare proprio perché non vi è una visione globale (o non la si vuole avere) e fino a quando tutte le forze non si uniranno davvero questo territorio resterà una terra di fantasmi, di piccole iniziative isolate, di grandi parole spese dal politico di turno, per un po’ di visibilità.


Giovanna Angelino

 

 

 

 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO



 

I turni di 
APRILE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori