Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
SETTEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

SPECIALE ELEZIONI COMUNALI 2020 

Le Elezioni Comunali 2020 di San Nicola la Strada raccontate dal Corriere di San Nicola

SPAZIO CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

I candidati si autopresentano agli elettori


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


 

ECOLOGIA & SALUTE

-Rubrica a cura di Gerardina Rainone-

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

Carabinieri Forestali iniziano la campagna di controlli contro gli incendi boschivi

Caserta è tra le prime dieci province italiane più colpite: all’origine la mano dell’uomo!

I Reparti dei Carabinieri Forestali operanti nella provincia di Caserta stanno svolgendo in questo periodo delle campagne di controlli finalizzate alla prevenzione degli incendi boschivi.

Risulta molto sentita in provincia di Caserta la problematica degli incendi boschivi che si verificano ogni estate per effetto del clima tipicamente mediterraneo con ondate di caldo e lunghi periodi siccitosi. Infatti, ogni anno rientra tra le 10 province d’Italia più colpite sia in termini di numero di eventi che di superfici percorse dalle fiamme. Mediamente si verificano ogni anno oltre 100 eventi con una superficie boscata percorsa dalle fiamme superiore ai 1100 ettari.

Sono principalmente interessati i rilievi collinari e montani esposti a sud-ovest che risentono dell’azione delle brezze marine che determinano sia la perdita di umidità nelle essenze vegetali, causandone lo stato seccagginoso, nonché favoriscono la rapida propagazione delle fiamme in caso di incendio.

Non essendoci nella nostra provincia condizioni climatiche estreme tali da poter indurre dei fenomeni di autocombustione è possibile affermare con certezza che gli incendi boschivi avvengono esclusivamente per mano dell’uomo. Solo raramente (si stima intorno al 2%) che essi siano provocati per cause naturali o accidentali (quali ad esempio la caduta di un fulmine o da un arco voltaico causato da un elettrodotto, etc.).

Per quanto attiene le cause connesse agli incendi provocati dall’uomo si stima che il 60% di essi sia di origine dolosa:

  • ricerca di un vantaggio economico;
  • risentimento per l’istituzione di aree protette, ritorsione, vendetta, dispetti tra vicini, malcontento sociale;
  • piromania (turbe psicologica che si manifesta nelle persone disturbate che godono o provano piacere nel vedere la propagazione delle fiamme).In particolare se il profitto conseguito è di tipo economico l’incendio per nomenclatura è da attribuire ad un “incendiario” mentre se è connesso a benefici psicologici-emotivi esso è da ascrivere ad un “piromane”. Altra fonte di reddito illegale connessa agli incendi boschivi è la commercializzazione degli asparagi selvatici di montagna in quanto il passaggio delle fiamme consente maggiori raccolti.L’individuazione dei responsabili degli incendi boschivi dolosi è molto difficoltosa perché appiccati in zone isolate, per lo più su proprietà Comunali, o su territori boscati abbandonati, dove non ci sono telecamere di videosorveglianza e né testimoni in grado di fornire utili informazioni agli investigatori. In particolare si è conclusa in questi giorni una campagna di controlli sulla commercializzazione del prodotto “asparago selvatico di montagna” che è costituito dal giovane getto della pianta sempreverde cespugliosa perenne “Asparago pungente (Asparagus acutifolius)”, facente parte della macchia mediterranea, che, se non raccolto, si trasforma in un nuovo fusto, il cui ricaccio è proprio favorito dal passaggio delle fiamme.
  • Campagna di controlli che ha permesso di accertare tre condotte vietate presso altrettanti venditori in comune di Castel Morrone e di Capua che esponevano in vendita asparagi selvatici di montagna privi di alcuna indicazione e/o documentazione utile per risalire alla provenienza/rintracciabilità degli stessi.
  • Fondamentale risulta, pertanto, quindi l’azione di prevenzione che viene posta in essere in questo periodo dai Carabinieri Forestale mediante l’adozione di provvedimenti sanzionatori per le condotte vietate sulle aree percorse dagli incendi: il pascolo e la raccolta dei prodotti del sottobosco (asparagi selvatici di montagna), nonché le condotte irregolari nella gestione delle utilizzazioni boschive quali il mancato sgombero del frascame che potrebbero favorire la propagazione e l’intensità delle fiamme in caso di incendio.
  • In alcune zone gli incendi boschivi sono legati al mondo del bracconaggio per stanare la selvaggina con le fiamme al fine di poterla abbattere oppure per far spostare la selvaggina da un’area protetta in una zona limitrofa laddove la caccia è consentita.
  • Una rilevante percentuale degli incendi boschivi di natura dolosa sono connessi alle attività agro-silvo-pastorali, ovvero si incendia per rinnovare i pascoli da far brucare ai capi di bestiame o per ampliare le superfici pascolive sottraendole al bosco.
  • Il conseguimento di un profitto è quindi la principale causa degli incendi boschivi.

Tutti gli asparagi commercializzati, per un peso totale di 15 kg, sono stati posti in sequestro amministrativo e ai rivenditori sono state irrogate le previste sanzioni amministrative computate in misura ridotta in €. 1500,00 cadauna.

COMUNICATO STAMPA
Comando Prov.le Carabinieri Caserta

Pubblicato da ©Corriere di San Nicola


LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
SETTEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori

 

Copyright © Corriere di San Nicola 2005-2019. Tutti i diritti sono riservati.

PRIVACY POLICY