Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

dalla
PROVINCIA, dalla REGIONE, dall'ITALIA, dal MONDO

Notizie da
OLTRE I CONFINI DI SAN NICOLA LA STRADA



 

 

 

 

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
LUGLIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


 

ECOLOGIA & SALUTE

-Rubrica a cura di Gerardina Rainone-

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

Crotone: peggiora lo stato di Pertusola, uno dei siti più contaminati d’Europa

Il Professor Vincenzo Voce sfida le multinazionali e il 26 gennaio correrà per le Regionali.

65mila firme per la petizione “Una bonifica seria per la terra dei veleni”: «E’ vergognoso che il Ministro dell’Ambiente si preoccupi delle bottigliette di plastica del suo dicastero e poi permetta a una multinazionale di lasciare sul territorio crotonese centinaia di migliaia di tonnellate di sostanze cancerogene»

Abbiamo già avuto l’onore in passato di intervistare il Professor Vincenzo Voce, da anni impegnato su temi ambientali, perché la sua città, Crotone, è stata avvelenata dai rifiuti tossici di industrie senza scrupoli, in particolare Syndal, gruppo Eni, oggi con un nuovo nome, Eni Rewind Spa, ma a quanto pare con la stessa sostanza.
Poco è cambiato in questi anni, anzi forse le cose sono peggiorate. Ricordiamo che il Professore é membro del comitato “La collina dei veleni”, nonché noto ingegnere che ha condotto numerosi studi tecnici sui siti contaminati di Crotone.
Il Professor Voce, in questa intervista, ci aggiorna sullo stato delle cose, riguardanti interventi mancati e risposte mai arrivate da autorevoli esponenti politici; infine ci spiega i motivi che lo hanno spinto a candidarsi alle prossime elezioni alla Regione Calabria.

-Professor Voce, nell’ultima intervista ci ha parlato di tante iniziative, come un esposto alla Procura della Repubblica per sollecitare la bonifica di una falda acquifera contaminata, di ricorsi al TAR, di continue richieste ad assessori, esponenti della Provincia e della Regione. Che riscontri ci sono stati ad oggi?

«Per quanto riguarda la bonifica di Crotone, il 24 ottobre è stato approvato, nell’ambito di una conferenza dei servizi decisoria, il POB (Progetto Operativo di Bonifica) fase 2. Mentre il POB fase 1 riguardava alcune opere di protezione a mare e la sperimentazione di alcune tecnologie per valutare il da farsi per il sito di Pertusola, il POB fase 2 riguarda le due discariche a mare e i siti dell’area industriale. Con la fase 2, in realtà, è peggiorato il progetto di bonifica, perché lasceranno l’area tombata; infatti Syndial, oggi diventata Eni Rewind Spa, mette in sicurezza il sito di Pertusola, applica la stabilizzazione in alcune piccole aree e per il resto non fa nulla. La verità è che le chiamano bonifiche, ma non sono nemmeno messe in sicurezza permanenti e i veleni restano dove sono. Il sito di Pertusola, che si estende su 47 ettari, rappresenta i due terzi di tutta l’area industriale ed è uno dei siti più contaminati d’Europa; c’è un’area, chiamata ex impianti, dove i suoli sono ormai saturi e contaminati. Tali suoli a contatto con la falda idrica fanno sì che la diffusione degli inquinanti non sia arrestata».

-Lei si è fatto promotore anche di una petizione che ha raccolto 63 mila firme, chiamata “Una bonifica seria per la terra dei veleni”, una lettera aperta al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Si è intervenuto in qualche modo?

«Le firme nel frattempo sono diventate 65 mila e cinquecento. Un anno fa avevo consegnato a una delegazione di parlamentari del Movimento Cinque Stelle sia la petizione sia una relazione tecnica per sollecitare un intervento a Crotone del Ministro Sergio Costa. A quella richiesta il Ministro non ha dato seguito; questa primavera è venuto a Crotone il giornalista di RaiNews24, Alfredo di GiovanPaolo, e siccome sapevo che avrebbe intervistato il Ministro, l’ho pregato di riportare le firme e la relazione al Ministro; anche in quell’ occasione non abbiamo avuto risposta. Credo sia alquanto vergognoso che il Ministro dell’Ambiente si preoccupi delle bottigliette di plastica del suo dicastero, e poi permetta a una multinazionale di lasciare sul territorio crotonese centinaia di migliaia di tonnellate di sostanze cancerogene come cadmio, arsenico e piombo».

-Il 26 gennaio prossimo sarà rinnovato il Consiglio Regionale e lei è presente in una lista civica insieme a Carlo Tansi. Perché ha deciso di entrare in politica e cosa significa per lei?

«Entrare in politica per me non è stato facile, perché ho sempre cercato di mantenere una neutralità, ma riflettendo ho fatto alcune considerazioni. Entrare nel sistema nel quale si prendono decisioni ed entrarci con la competenza di chi si occupa da sempre di ambiente, potrebbe essere una svolta per il modo di fare politica. Immaginate una persona che si occupa di bonifiche, di qualità dell’aria e di depurazione far parte di una commissione ambiente in una Regione come la Calabria, dove vi sono tantissime problematiche ambientali. È questa la considerazione che mi ha fatto decidere di scendere in politica, ho deciso di farlo con Carlo Tansi, l’ex capo della protezione civile calabrese, il quale per tre anni ha stravolto l’organizzazione della Protezione civile, portandola fra le prime quattro in Italia ed è stato liquidato perché ha avuto il coraggio di denunciare un modo di fare illegale. Quando qualcuno cerca di cambiare, radicalmente, le cose è considerato pericoloso e viene fatto fuori, allontanato. Per questo motivo non potevo fare altro che candidarmi con Carlo Tansi; era l’unico con il quale potevo farlo. Sulla pagina social il suo “manifesto politico” inizia in questo modo: Sono Carlo Tansi e non ho i soldi di Callipo o di Santelli per la mia Campagna elettorale. Sono un ricercatore CNR, un dipendente statale e sto mandando avanti la campagna elettorale sulle mie spalle, perché non voglio sponsor che poi mi chiederanno il conto. Non posso permettermi pubblicità. Per questo non vedrete miei manifesti -che ritengo tra l'altro volgari e antiecologici- a imbrattare e sporcare le nostre strade, o pubblicità a pagamento sui giornali o nelle Tv».

-Le auguriamo che tantissimi calabresi le diano fiducia, votandola il 26 gennaio. Quali saranno i primi impegni che si assumerà da politico?

«Innanzitutto spero di essere eletto, spero che il mio territorio e la città di Crotone abbiano fiducia in me e il prossimo 26 gennaio mi facciano fare bella figura. Il mio impegno politico riguarderà da subito gli aspetti ambientali della Calabria e quindi ho tante idee su come agire su ARPACAL, l’Agenzia di Protezione ambientale; ma anche all’interno della commissione ambiente penso di fare delle audizioni importanti a queste multinazionali che si apprestano a fare le finte bonifiche sul territorio. Porterò il mio modesto contributo all’interno della politica calabrese e all’interno delle commissioni».

-Sembra una domanda banale, ma cosa ha sbagliato la vecchia politica? Può risponderci elencando almeno un motivo per il quale ha fallito?

«L’errore principale è che non si è riuscito a spezzare l’intreccio fra mafia, ‘ndrangheta e politica. Purtroppo nei giorni scorsi il Procuratore Gratteri ha predisposto oltre trecento arresti, fra questi politici e professionisti, quindi le lascio immaginare le proporzioni della situazione nella nostra regione. Il vero dramma della Calabria, oltre alla burocrazia, è che non funziona la macchina amministrativa, non si ha una reale idea, ad esempio dei debiti della Regione nel campo della sanità: spendiamo 300 milioni per la migrazione sanitaria. Che altro posso dire? L’Assessore regionale all’ambiente, Antonella Rizzo, ma anche il precedente assessore, sono crotonesi e non sono riusciti a risolvere un problema come quello della bonifica; solo questo fatto la dice lunga su quella che lei chiama “vecchia” politica. Per questo motivo, ma anche per tanti altri, ora c’è bisogno di un nuovo modo di affrontare i problemi e di chi operi con cuore e competenza».

Giovanna Angelino
©Corriere di San Nicola


LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
LUGLIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori