Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
GENNAIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

*Cristianesimo

 


AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Luigi Bosco, “Un ruolo diverso per un progetto nuovo”

Il Teatro Centoundici di Caserta stracolmo all’incontro augurale promosso dal consigliere regionale.
Lanciata la sfida per le elezioni del prossimo anno: “Cari partiti, abbiate paura della nostra lista civica!”

Non c’eravamo mai stati al Teatro Centoundici di Caserta. Man mano che scendevamo al secondo piano seminterrato, aumentava la nostra curiosità. Poi, appena entrati, siamo rimasti letteralmente colpiti: una gran bella location, indubbiamente.
Tutte le sedie occupate e tanta, tantissima gente anche in piedi.
Il consigliere regionale Luigi Bosco (eletto nel 2015 in Campania Libera, da poche settimane aderente a “Italia Viva”) non poteva aspettarsi di meglio per augurare, in un clima di grande festa, buon Natale ai suoi sostenitori e agli amici che gli sono al fianco da ormai un decennio (“una bella famiglia di amministratori e non che in questi anni si è radicata, con grande orgoglio, sul territorio”).

Un ruolo diverso per un progetto nuovo”: questo lo slogan dell’incontro, presenziato anche da numerosi esponenti della politica e del mondo imprenditoriale del capoluogo e della provincia.
Sul palco, ad alternarsi nei vari interventi brillantemente moderati dallo stesso Bosco, Francesco Fabozzi (membro del comitato direttivo del Consorzio Asi di Caserta), Domenico Carrillo (vicepresidente dell’Amministrazione Provinciale di Caserta), Gianluigi Santillo (capogruppo della lista “Caserta Viva” nel consiglio provinciale) e Vincenzo Girfatti (presidente del Parco regionale del Matese). E, espressamente chiamato a lasciare il parterre per qualche minuto, anche il collega consigliere regionale Pasquale Sommese.

“Un ruolo diverso per un progetto nuovo”, dicevamo. Luigi Bosco, presenza affabile e determinata, così lo ha spiegato:
«Per essere liberi bisogna iniziare a fare cose nuove. Bisogna iniziare a declinare gli appuntamenti elettorali al plurale e non in maniera unilaterale. Ogni volta che si vota, un leader non deve dire "votate me". Il leader è colui che inizia ad immaginare di fare qualcosa di nuovo; per essere un riferimento di una squadra non bisogna necessariamente occupare una poltrona. Se lo sei, lo sei nei fatti e la gente te lo riconosce tutti i giorni, dandoti la mano, guardandoti negli occhi. Non c’è bisogno di avere un ruolo per essere il leader di una squadra. Questo noi oggi dobbiamo fare in provincia di Caserta. Dobbiamo immaginare un percorso nuovo, dove un consigliere regionale, che poco più di un mese fa ha raggiunto con la sua lista il massimo risultato alle provinciali, decide di ricandidarsi non già facendo la cosa più scontata di tutte, ovvero chiedendo di far confluire i voti sulla propria persona per conservare la poltrona. Sarebbe, questa, una visione miope, che non guarda al di là dell’obiettivo. Dobbiamo, invece, immaginare qualcosa di diverso, dove il leader di una squadra si mette al lato, fa la campagna elettorale come se fosse candidato ma non da candidato e mette in campo otto persone, le più forti della provincia di Caserta per contendersi quel posto che sarà poi in cornice con i consiglieri provinciali, con i consiglieri comunali, con i sindaci, con la filiera: una squadra forte e fattiva. Ebbene, cinque anni fa noi abbiamo fatto una cosa importante, abbiamo sdoganato un concetto, ossia che un gruppo di persone può eleggere un consigliere regionale in una lista civica. Nessuno ci credeva. Pochi hanno scommesso su di noi e con ottomila preferenze ce l’abbiamo fatta. Questa volta la sfida è un’altra. Vogliamo sdoganare un altro concetto: che un gruppo di persone in una lista anche civica possono prendere più voti di una lista di partito. Questa è la nostra sfida. Questa è la sfida alla quale ci stiamo preparando per il prossimo mese di giugno. E da quello che si percepisce, in termini di preoccupazione da parte degli altri, credo che molto di buono stiamo veramente mettendo in campo».

E qui il riepilogo di alcune attività giudicate positive in questi quattro anni e mezzo di governo regionale, come l’uscita dal commissariato della sanità e il testo unico in materia di commercio che in Campania mancava da anni (Luigi Bosco è vice-presidente della III commissione permanente Attività produttive).
I propositi futuri per la provincia di Caserta sono tanti (“siamo, e non ho vergogna a dirlo, ancora in ritardo in molte cose”). Il programma elettorale ha già alcuni dei suoi punti cardine. Bosco promette di continuare a “sgolarsi” e di mettere “nero sul bianco per interrogare la regione” su tante problematiche di cui sta parlando da mesi: ospedale Melorio, ospedali di Maddaloni e di Piedimonte Matese, iniziativa per l'incremento ippico di Santa Maria Capua Vetere, genio civile, allevatori bufalini, "persone che sono uscite dal mondo del lavoro e che da diverso tempo non rientrano ancora in occupazione, pur avendo pochi anni davanti per arrivare alla pensione".

«Io, purtroppo, -ha concluso Bosco- sono consigliere regionale, non sono un assessore, non ho un ruolo esecutivo. Quanto manca a Caserta un assessore! Manca una persona che vada in giunta e tutti i giorni dica al presidente le cose che a Caserta non vanno. Manca una figura del genere a Caserta ed è su questo che dobbiamo anche interrogarci nei prossimi mesi nella campagna elettorale per le elezioni regionali del 2020, che affronteremo con "Italia Viva", a cui, come sapete, ho aderito di recente. Non assumerò, però, incarichi di partito sino a dopo le regionali, perché voglio avere la lucidità di immaginare un percorso in maniera nitida e chiara, guardando oltre l’orizzonte, facendolo con tanti amici che ci mettono la faccia. Cari partiti, abbiate paura, perché siamo qui e non ci fermeremo mai!»

Nicola Ciaramella
©Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE RISERVATA



PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
GENNAIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori