“Prigionieri di un passato che non passa”



Il Bilancio 2018 del WWF Caserta

 

In sintonia con la nostra Presidente del Wwf Italia, Donatella Bianchi, facendo un consuntivo dell’anno, c’è da essere delusi.

A livello globale, perché è mancato un vero scatto in avanti rispetto alle politiche di contrasto ai cambiamenti climatici : come al solito, tutti i maggiori produttori di gas climalteranti concordano sulla necessità a ridurre le emissioni di CO2 ma nessuno fa il primo passo, e, nello stesso tempo, poco o nulla è stato fatto a difesa della biodiversità, che continua ad essere in rapido declino in tutto il mondo. In soli 50 anni, è scomparso più del 20% della superficie delle foreste dell’Amazzonia, mentre gli ambienti marini del mondo hanno perso quasi la metà dei coralli negli ultimi 30 anni; anche per l’Italia il 2018 è stato un anno in cui, spesso, alle attese non sono seguiti i fatti.

Non ne parliamo di quanto è avvenuto nella nostra provincia, che non a caso, ha confermato la sua posizione nei “bassifondi” della classifica nazionale della vivibilità. Quindi cosa fare? Siamo prigionieri di un passato che non passa…? Essere pessimisti può solo portare ad una resa incondizionata, pertanto, l’unica via di scampo, per chi vive il sociale reale e non virtuale, è quello di essere consapevoli di quanto sta accadendo e di trasmettere idee e cultura affinché ci sia una svolta.

Gli attivisti volontari del Wwf vivono il presente proiettati nel futuro e le iniziative, da essi intraprese, non sono azioni sporadiche, fatte da un piccolo esercito di nostalgici e di idealisti autoreferenzianti, ma  stanno a dimostrare, prendendo esempio da modelli virtuosi reali, che un altro futuro è possibile perché già esiste.

E’ in quest’ ottica che abbiamo sviluppato, anche nel 2018 tante attività e affrontato tante sfide, perché la cultura ambientalista , non è pura teoria, ma fatta di azioni concrete, comportamenti ed esempi.

Nel 2018 i volontari del Wwf Caserta hanno:

  • Incontrato migliaia di studenti attraverso incontri seminariali, ScuolaViva (Liceo Manzoni di Caserta) e Progetti di Alternanza Scuola-Lavoro (Istituto “Mattei” di Caserta) , PON (Liceo Pizzi di Capua), workshop, Open Day ,Festa dell’Albero;

  • Avuto, insieme alla Vigilanza Ambientale, riscontri importanti dalla magistratura per le segnalazioni di scarichi fognari inquinanti nel Fiume Volturno nel Comune di Capua;

  • Invitato tante persone a riflettere sui cambiamenti climatici attraverso Earth Hour ( evento centrale allo IAC “ R. Uccella “ di Santa Maria Capua Vetere) e maratone radiofoniche su Radio Prima Rete.

  • Collaborato con istituzioni sull’importanza di fare la raccolta differenziata - progettualità in atto con il Comune di San Nicola la Strada ;

  • Protestato , su dati oggettivi e analisi progettuali ufficiali, contro la costruzione del Biodigestore di Ponteselice a Caserta;

  • Contattato migliaia di persone attraverso la ns. piattaforma social-web : circa 10.000 followers sui social (FB: Wwf Caserta OA e Wwf Caserta News - Twitter - Instagram) e più di 52.000 visite al nostro sito www.wwfcaserta.org. ;

  • Riacceso i riflettori sull’aera ex Macrico di Caserta , reiterando l’appello, per salvaguardare l’ultima frontiera contro la speculazione edilizia;

  • Effettuato, come Vigilanza Ambientale, corsi di aggiornamento in collaborazione con le istituzioni intese alla salvaguardia dell’ambiente e realizzato centinaia di ricognizioni effettuando innumerevoli azioni contro i Crimini di Natura (verbali, denuncie e sequestri);

  • Sensibilizzato la comunità , attraverso Urban Nature, sull’importanza della biodiversità urbana anche in collaborazione con il corpo Forestale-Carabinieri e attraverso n.3 incontri con l’UniTre di Caserta - nel suddetto contesto il Liceo Artistico di “San Leucio” ha progettato e realizzato strutture-rifugio artistiche, con materiali poveri, per accogliere la fauna urbana nella Villa Comunale di San Nicola la Strada - Sito Borbonico - ove, grazie ai nostri volontari, state censite le essenze vegetali le cui proprietà vengono divulgate attraverso i codici QR ;

  • Incontrato famiglie sotto gli ombrelloni per divulgare l’operazione Spiagge Plastic Free sul Litorale Domizio;

  • Celebrato il Biodiversity Day nel Salone Borbonico nel Comune di San Nicola la Strada attraverso la proiezione di foto fantastiche e la testimonianza di un maestro della fotografia e socio del Wwf Caserta - Giulio Festa - sulla biodiversità etnica e culturale;

  • Criticato e contestato con veemenza l’immobilismo istituzionale nei confronti degli incendi dolosi dei rifiuti, fenomeno in grande ripresa ed espansione su tutto il territorio nazionale a conferma che i decreti non servivano prima e non servono ora se non supportati da azioni concrete e coordinate contro il tentativo di condurre ad una nuova emergenza rifiuti per giustificare, attraverso l’emergenza, la costruzione di nuovi, dannosi ed inutili inceneritori. … . un altro passato che non passa;

  • Dato risonanza immediata alle “good practice” delle istituzioni quando arrivano, anche se di rado - di buon auspicio la notizia di ieri - “ Il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha designato sul territorio nazionale n. 92 nuove ZSC ( Zone Speciali di Conservazione)

  • Partecipato alla marcia della Pace.

               
    I negazionisti e i detrattori, affermano che tutte queste azioni potrebbero servire poco o nulla, ma noi rispondiamo di provare ad immaginare cosa sarebbe del nostro territorio senza i “matti” del Wwf che spendono tanta energia, senza alcun finanziamento, portando avanti l’idea di conservazione del territorio per la sua fruizione virtuosa.

    E’ facile rassegnarsi e restare prigionieri del passato che si ripropone costantemente, ma gli eventi passati determinano quelli successivi e se impariamo a decifrare gli indicatori sociali, ad analizzare la cronaca e il valore della storia sulle nostre scelte di oggi, guadagniamo in lucidità e in profondità. Negli ultimi decenni, troppo spesso siamo stati governati da leader ignoranti, ciechi e sprovveduti, che ci hanno trascinato a gran velocità verso il disastro ambientale ; oppure siamo succubi di iper-predatori delle fonti naturali che ci hanno lasciato delle eredità dilapidate. A tal proposito, il filosofo George Santayana ha descritto la suddetta situazione, in maniera esemplare, affermando che “Chi non conosce la storia è condannato a ripeterla” .

    Per questo motivo bisogna agire ora, domani potrebbe non servire. I volontari del Wwf Caserta continueranno, anche per l’anno che verrà, a fare la propria parte e sono ottimisti sul buon esito delle proprie battaglie.

     Auguri di Buon 2019 in Armonia con la Natura. Raffaele Lauria - Presidente Wwf Caserta OA

    Comunicato Stampa WWF Caserta OA

    Panda Team WWF Caserta