“IL PARTITO CHE AVREI VOTATO” ...


Un giovane idealista scrive a Lucia Esposito...


 
Salve,
sono un ragazzo di San Nicola la Strada, studente di Scienze Politiche, e quindi con l'hobby della politica: locale, nazionale ed estera...
Sono un accanito lettore del vostro giornale, ben fatto ed il migliore senza dubbi on-line.
Felicissimo dell'esito delle elezioni politiche e quindi svelando anche il mio colore, vorrei proporre a voi giornalisti una serie di riflessioni  che non credo vi siano sfuggite...
Riguarda le prossime elezioni amministrative del nostro comune, che credo sarò costretto a disertare.....
Ognuno nasce con ideologie, e si combatte per portarle avanti... per usare una metafora un interista tifa Inter anche se non vince, non terrebbe mai per il Milan... è interista....sempre..
A San Nicola, invece, alle prossime elezioni, fatto più unico che raro, ...nella coalizione di centro-sinistra ci saranno candidati di centro-destra, nemmeno nascosti, ma pubblicamente dichiarati ! Lo avrete notato credo...
Vorrei fare, quindi, questa riflessione, non potendo rivolgermi direttamente al candidato a sindaco Lucia Esposito...e soprattutto ai rappresentanti del partito che avrei votato...
Ma che coalizione è stata creata? Non ci si vanti di essere di centro-sinistra... e anche per i partiti di centro-sinistra come hanno mai potuto aderire ad una coalizione così fatta?
E' come se l'Inter si vendesse una partita proprio al Milan ...
Paura di perdere le elezioni? Allora, quindi, meglio vendersi al sistema, come si può dire! Ma se ci si vende a livello locale non si potrà mai veder trionfare la propria ideologia a livelli più alti.
E’ vero, la politica locale è diversa...ma un assessore che si schiera solo dopo cinque anni contro la sua coalizione (perchè non l'ha fatto prima? Il posto allora gli faceva comodo!), dopo che l'ha appoggiata e rappresentata; un partito (Udc) di centro-destra che si allea con la Margherita e RC, per paura di scendere in campo da soli o per saltati accordi con gli altri candidati, ecc., ignorando gli accordi sottobanco, danno l'idea ad un povero idealista come me, di sconfitta iniziale...di voler vincere costi quel che costi....
Meglio da soli ma uniti nelle idee, piuttosto che l’Unione "pezzotta" (scusate il termine napoletano) che si è creata.
Perchè allora dovrei votare queste persone? Per permettere di fargli fare i loro giochi? Non credo che mi rappresentino...e come me spero tanti altri idealisti di centro-sinistra, i quali non sapranno chi votare!
I miei lo ripetono sempre...la politica è sporca ...ma sono giovane e ottimista e voglio sperare che è stata sporca ...ma che migliori e, andando a votare, appoggiando questa coalizione non potrei mai essere fiducioso e ottimista, in un futuro promettente per la mia città ...
Mi spiace tanto. Spero che pubblicherete la mia lettera nella posta dei lettori, in cui spero di trovar anche una vostra risposta.
E non la prendete a male... le critiche, purchè motivate, aiutano solo e sempre a migliorare.
Grazie e saluti a tutta la redazione.
(Luka83).
PS mi farebbe piacere sentire anche il parere di altri...

.......

Sono onorato di avere, tra i miei lettori, una persona dagli ideali sì puri, dall’acume sì spontaneo e dalle “preoccupazioni” sì evidenti per il futuro della città in cui vive.
La Sua lettera è un capolavoro di sentimenti al quale non sono degno di replicare, pur io stesso passionale, idealista e un po’ pessimista come Lei.
Io, e Lei che mi legge lo sa certamente, offro spontaneamente il mio contributo per l’affermazione ed il progresso civile, morale e sociale della comunità sannicolese. Senza nomi, senza bandiere, spinto unicamente da una travolgente passione e sviscerato amore per la mia terra natìa. Ebbene, come Lei, anch’io vado spesso in ...depressione, quando vedo le cose che Lei vede, ma anche quando vedo...altre cose che a Lei in questo momento sfuggono, forse  perché deluso e arrabbiato.
Mi permetto, e Lei mi perdonerà, una sola riflessione. Lei parla, molto argutamente (i dottori -e futuri- in Scienze Politiche son tutti così!), di una Unione ...”pezzotta”, dove un partito di centro-destra si allea con il centro-sinistra...
Si, è vero, ma non dimentichi, particolare molto significante, che costoro hanno avuto il coraggio di sottoscrivere il tutto con il nome e cognome del loro partito e, soprattutto, con il proprio simbolo!
Lei crede, ci rifletta attentamente, che sia ...meno “pezzotta” una coalizione dove un altro partito della destra ... “per paura di scendere in campo da solo”, ... svende addirittura il proprio emblema storico, cercando in tutti i modi di far comparire quelle due iniziali universalmente conosciute...per paura di perdere voti? Dove sono, qui, gli “ideali”?
Ma lasciamo stare, carissimo Luka83. Spero -e ci conto- di conoscere presto il Suo nome e cognome: i dottori -e futuri- in Scienze Politiche non hanno paura di firmarsi!
Intanto, mi permetta di spronarLa a non disertare le urne. Sarebbe un peccato. Cosa farei io al Suo posto? Sceglierei non i partiti, ma le persone a cui credo di più. Per il bene di San Nicola, credo che sia il caso di mettere un po’ da parte l’idealista che c’è sempre in ciascuno di noi, privilegiando, invece, le persone che ci sembrano più vicine nelle nostre quotidiane battaglie di cittadini.
Comunque, La ringrazio per averci scritto queste preziose riflessioni, che, ne sono certo, costituiranno spunto per altri interventi da parte dei nostri lettori.
Cordialmente, Nicola Ciaramella.