DL-Scuola con interessanti proposte di Tiziana De Chiara e Sandra Mastroianni

Le due pentastellate, rispettivamente candidata a sindaco e al consiglio comunale di San Nicola la Strada, hanno elaborato un progetto per un ritorno a scuola in sicurezza. 
Nell’Ordine del Giorno, presentato dalla deputata del M5S Marianna Iorio, misure finalizzate a garantire il rispetto del distanziamento sociale con l’utilizzo degli edifici dismessi, delle biblioteche comunali e delle sedi distaccate dei tribunali in disuso.
Il provvedimento sarà votato questa mattina dalla Camera.


 Marianna Iorio, deputata M5S, ha presentato un importante Ordine del Giorno nell’ambito del DL-SCUOLA che sarà votato dalla Camera nella mattinata di oggi, 6 giugno.

La proposta contiene una serie di idee elaborate dalla candidata a sindaco del Comune di San Nicola la Strada, Tiziana De Chiara, e dalla candidata al consiglio comunale, Sandra Mastroianni.

«Attivismo e collaborazione: questo è il vero significato del lavoro svolto dal M5S. Grazie ad un significativo progetto che stanno portando avanti Sandra Mastroianni e Tiziana de Chiara, per la provincia di Caserta, - ha scritto la deputata in un post pubblicato sulla sua pagina facebook- ho presentato un Ordine del Giorno, a mia prima firma, al DL-Scuola, accolto favorevolmente.
Garantire il ritorno tra i banchi di scuola, e riprendere le attività didattiche in presenza, è uno dei principali obiettivi per l’inizio del prossimo anno scolastico. I nostri ragazzi devono ricominciare a frequentare le lezioni all’interno di strutture adeguate che possano garantire il rispetto del distanziamento sociale e tutte le disposizioni previste dal governo per contenere il contagio da Covid-19. Per questo motivo, ho impegnato il governo a valutare l’opportunità di utilizzare, temporaneamente, e previa discrezionalità delle amministrazioni locali, tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio nazionale, di ogni ordine e grado, attualmente dismessi, ancorchè dotati di agibilità. Per le stesse ragioni, ho chiesto, altresì, di utilizzare le sale delle biblioteche comunali e le sezioni distaccate dei Tribunali, in disuso. Con questo impegno possiamo garantire a tutti gli studenti di ricominciare a frequentare le lezioni in presenza e in completa sicurezza».

E’, dunque, grazie alla condivisione delle idee, alla forza e alla tenacia delle persone che si impegnano che nascono progetti significativi dai quali la comunità può trarre benefici.
Nell’occasione, è indubbiamente molto bello che una delle leggi più attenzionate dal Parlamento in questi tempi di emergenza sanitaria per il Covid, contenga il “sapore” anche del mondo politico sannicolese.

Nicola Ciaramella
©Corriere di San Nicola