Covid “provinciale”: da San Nicola la Strada un “contributo” quotidiano

Tra le ultimissime in Italia per qualità di vita, la TerradiLavoro/ Terradeifuochi/ Terradeiroghi/ Terradeitumori chiamata Provincia di Caserta sta battendo tutti i record in tema di contagi da Sars Cov2: in classifica ormai nessuno la ferma più.
E non parliamo della Campania infelix, ormai nettamente lanciata verso lo scudetto.

 

I numeri, che non sbagliano mai, dicono che a San Nicola la Strada il Covid cresce ogni giorno.

Oggi la Fonte Ufficiale Asl CE dice che un nuovo caso si è aggiunto: è il numero 42 della storia.
Una crescita spaventosa, se si pensa che a fine lockdown i casi erano 6 e che a metà luglio (quando, ma solo per riferimento temporale, per carità, iniziarono i giochi di potere e su tutto il resto calò il silenzio) erano appena 10.

Grazie, dunque, anche al contributo immancabile della nostra città (si sa quanto qui si è generosi) sale ancora più spaventosamente il bollettino della TerradiLavoro o Terradeifuochi o Terradeiroghi o Terradeitumori (chiamatela come volete) che sarebbe la Provincia di Caserta, ovvero quella lì che, invece, sotto l’aspetto della qualità della vita (tra non molto usciranno le graduatorie aggiornate), è tra le straultimissime dello stivale.

I nuovi contagi registrati al 4 ottobre (relativi, come sempre, alle ventiquattrore precedenti) sono ben 67: si tratta di aumento record tra un giorno e l’altro, mai registrato sinora.

Come è da super record il + 412 della Campania infelix, prima in Italia per incrementi giornalieri, seconda per ricoveri con sintomi e per ricoveri in terapia intensiva, terza per persone in isolamento domiciliare (chissà se poi sarà vero...) e fermiamoci qui.

Noi, intanto, come facciamo sin dall’inizio della pandemia, siamo positivi (...nel senso di ottimisti) e continuiamo ad usare ogni tanto un po’ di ironia per sdrammatizzare.
Il nostro messaggio è sempre di fiducia: ce la faremo anche stavolta, nonostante tutto, ma dobbiamo usare sempre e bene le mascherine (devono coprire non solo la bocca, ma anche il naso, perché uno starnuto può essere più pericoloso di un colpo di tosse), dobbiamo rispettare il distanziamento, dobbiamo evitare assolutamente assembramenti e dobbiamo lavare spesso le mani.

Per concludere, e sempre per sdrammatizzare, perché è questo il clima che ci piace, vogliamo ricordare che sul Corriere di San Nicola c’è una rubrica che si chiama “Alla ricerca dell'aria perduta...e di qualche coda di paglia...”.
Il leit motiv è l’ironia. Di essa ci sono alcune definizioni, che ci piace ricordare. Eccole.

"L'ironia è l'espressione di una persona che, animata dal senso dell'ordine e della giustizia, si irrita dell'inversione di un rapporto che stima naturale, normale, intelligente, morale, e che, provando il desiderio di ridere a tale manifestazione d'errore o d'impotenza, la stimmatizza in modo vendicativo rovesciando a sua volta il senso delle parole (antifrasi) o descrivendo una situazione diametralmente opposta alla situazione reale (anticatastasi). Il che è una maniera di rimettere le cose per il verso giusto" (Morier, Dizionario di poetica e retorica)

"È dall'ironia che comincia la libertà" (V. Hugo)

"L'ironia è il pudore dell'umanità" (J. Renard)

"Temere l'ironia è temere la ragione" (S. Guitry)

"L'ironia e l'intelligenza sono sorelle di sangue" (Jean-Paul)

"Dalla mia più tenera età, una freccia di dolore si è piantata nel mio cuore. Finché vi rimane, sono ironico; se la si strappa, muoio" (S. Kierkegaard)

"L'ironia è una tristezza che non può piangere e sorride" (J. Benavento)

"L'ironia non è piuttosto spesso una forma di sentimentalismo, un sentimentalismo che fa una giravolta?" (K. Van de Woestijne)

L'ironia è una figura del linguaggio o tropo in cui contrarium quod dicitur intelligendum est, cioè nella quale si deve intendere il contrario di ciò che letteralmente si dice” (Quintiliano, I secolo d. C.)

L’ironia è percepita dai 'politici' sciocchi come un’offesa alla loro presunta intelligenza"
(Nicola Ciaramella, Ci.Nico.)

LE DATE IN CUI SONO STATI REGISTRATI DALL'ASL CE I CASI DI COVID A SAN NICOLA LA STRADA:

1) 24 marzo
2) 31 marzo
3) 6 aprile
4) 11 aprile
5) 20 aprile
6) 25 aprile
7) 30 maggio
8)10 luglio
9) 11 luglio
10) 13 luglio
11) 9 agosto
12) 22 agosto
13) 26 agosto
14) 27 agosto 
15) 29 agosto  
16) 1 settembre
17) 1 settembre
18) 4 settembre
19) 7 settembre
20) 10 settembre
21) 11 settembre
22) 11 settembre
23) 13 settembre
24) 16 settembre
25) 16 settembre
26) 16 settembre
27) 16 settembre
28) 18 settembre
29) 19 settembre
30) 19 settembre
31) 19 settembre
32) 23 settembre
33) 23 settembre
34) 23 settembre

35) 25 settembre
36) 25 settembre

37) 26 settembre
38) 29 settembre
39) 29 settembre
40) 30 settembre
41) 2 ottobre
42) 3 ottobre