I libri, testimoni dei tempi, anche di quelli che stanno per cambiare…

I libri sono il mezzo più economico per viaggiare, per entrare in nuove dimensioni, per scoprire quanti orizzonti ci aspettano.
-PENSIERI, PAROLE & MOUSE di Giovanna Angelino-
 


Se tentassimo di esprimere un’opinione qualsiasi, anche solo nostra, rischieremmo, oggi, un’etichetta. Sì, un marchio, una targhetta, una definizione: negazionista, complottista, fascista, comunista, pro-covid, anti-covid.
Ad alcuni sarà sfuggito il contenuto dell’ultima enciclica di Papa Francesco, Fratelli tutti, la quale rappresenta un appello a cambiare il mondo. Per questo, in quella lettera si parla di fratellanza, dell’incontro fra religioni, di accoglienza, di comprensione, del capitalismo che uccide, dell’emarginazione, dei populismi e dei nazionalismi, di tanta roba insomma, nulla è tralasciato. Quello che sconvolge di più, è però l’informazione che non dice, la verità, quella che asseconda le ideologie, che rafforza e giustifica le ingiustizie, come se il suo mestiere fosse altro.
Tempi duri, quelli di oggi, ma ce ne sono stati anche di peggiori, basta legger qualche libro, ad esempio, quelli sulla resistenza o sulla guerra, sulle epidemie, sui pregiudizi.

Durante i mesi del lockdown abbiamo scoperto o riscoperto la lettura.
Il racconto del passato, forse, rende più accettabile il presente, più vivibile. Continuiamo a farlo, a leggere, dando meno spazio al web e alla tv, dove c’è solo l’imbarazzo della scelta per potersi guastare la giornata.
I libri sono il mezzo più economico per viaggiare, per entrare in nuove dimensioni, per scoprire quanti orizzonti ci aspettano. I libri ci fanno dimenticare, ci ricordano e poi, dicono sempre la verità.
Certo, anche qui, bisogna scartarne centinaia, per trovare quello giusto.
In questo periodo, senza pretese o scopi promozionali, potrei segnalare, Liberazione di Imogen Kealey, che presto diventerà un film prodotto e interpretato da Anne Hathaway; è la storia di una donna che combatte per la libertà. Quando la Francia entra in guerra, la protagonista da Marsiglia raggiunge Parigi per prendere parte alla Resistenza contro i nazisti, diventa spia e soldato, poi la più ricercata al mondo.
Potrei segnalare L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafon, fra i più belli che ho letto, Persuasione di Jane Austen, L’eleganza del riccio, una vera rivelazione. Laetitia Colombani è l’autrice de Il Palazzo delle donne, mentre Daniela Raimondi ha scritto La casa sull’argine, definito dall’autrice di I Leoni di Sicilia, Stefania Auci, “vitale, poetico e pieno di passione”.
Il mercato del consenso di Christopher Wylie svela i retroscena dello scandalo più scottante dei nostri giorni.
Il genio informatico racconta, se v’interessa, come Cambridge Analytica abbia usato i dati ottenuti illegalmente da facebook per una profilazione su 86 milioni di utenti, manipolando la campagna elettorale americana e il voto sulla Brexit.
Sempre se v’interessa, le stesse ombre incombono sulle campagne di marketing politico di Salvini e Meloni.
Infine, segnalo Ti aspetterò tutta la vita – Pensieri d’Amore di Nadia Toffa: un’eredità di parole lasciata nelle mani di mamma Margherita, affinché fosse pubblicata. I diritti d’autore derivanti dalla vendita del libro saranno destinati alla fondazione di Nadia e devoluti alla ricerca sul cancro e alla terra dei fuochi.

Da Ti Aspetterò tutta la vita:
Non mi chiuderò in me stessa e non perderò la fiducia; anche se ci vuole tanta forza per donarsi a qualcuno.

La spinta giusta può arrivare proprio da un libro, e da una donna. Ha proprio ragione lei, ci vuole un gran coraggio e tanta forza per amare. E per continuare a pensare con la propria testa, anche dietro a una mascherina, e a una falsa etichetta.


Giovanna Angelino

©Corriere di San Nicola