"CARCERE, SORGENTE EDUCATIVA"

Importante convegno alla Reggia, promosso dal col. Del Monaco



Il carcere militare di Santa Maria Capua Vetere ancora al centro di un’importante iniziativa. Infatti, domani, domenica 18 giugno, con inizio alle ore 9.00, nel teatro di corte di Palazzo Reale a Caserta, prenderà il via il convegno nazionale dal tema: “Carcere...Sorgente Educativa”. L’iniziativa gode del patrocinio dell’Ordine degli psicologi della Regione Campania e dell’A.I.G.A. (Associazione Italiana Giovani Avvocati). A fare gli onori di casa, ovviamente, il super attivo Tenente Colonnello Antonio Del Monaco, direttore dello stabilimento di pena sammaritano, che è, attualmente, l’unico penitenziario militare d’Italia.

“Il convegno vuole promuovere una riflessione sulla devianza e sull’efficacia della pena. Partendo dalla specifica realtà del carcere militare e dall’analisi scientifica sulla devianza” -afferma l’alto ufficiale- “si vuole promuovere una maggiore conoscenza sulle modalità di espiazione della pena nella nostra Regione, in Italia e all’estero. Ci si propone anche di attuare una più approfondita conoscenza delle risorse che il nostro territorio offre per un reale recupero e reinserimento dei detenuti nel contesto civile e lavorativo, onde migliorare la realizzazione dello spirito della legge italiana che individua nell’espiazione della pena un momento rieducativo e non esclusivamente punitivo. E poi, non ultimo, si vuole contribuire a creare una cultura della legalità”.

Il progetto nacque il 24 ottobre del 2005 nell’ambito del più vasto quadro di un progetto globale che intende configurare l'attività del carcere militare come una sorgente educativa. La prima ed apprezzata iniziativa, ottimamente inserita nel campo sportivo, è stata l'iscrizione al campionato regionale di calcio di III categoria della squadra dell’Organizzazione Penitenziaria Militare - Carcere Militare di Santa Maria Capua Vetere.

ndp

(nella foto, il ten.col. Del Monaco)