RIFIUTI: “COLLABORAZIONE E COMPRENSIONE!”


Lo chiede il sindaco in un comunicato stampa: “La situazione potrebbe normalizzarsi nel giro di una settimana”

 

Emergenza-rifiuti: Pascariello segue con molta attenzione l’evolversi della incresciosa vicenda che sta interessando l’area sannicolese e l’intera regione: non ultimo, per importanza, il comunicato stampa emanato da Piazza Municipio, nel quale il sindaco si rivolge esplicitamente ai cittadini, chiedendo collaborazione e comprensione.

Ecco il testo completo del dispaccio:

“Il sindaco Pascariello, in merito all’emergenza rifiuti, lancia un ulteriore grido di allarme per i disagi che la situazione sta creando ed un appello-invito ai cittadini per una fattiva collaborazione.

I cumuli di rifiuti per strada, infatti, oltre a non offrire un degno spettacolo dal punto di vista estetico, rappresentano una seria minaccia sotto il profilo igienico-sanitario.

Grazie alla costante azione di forza condotta in queste ore dai pubblici amministratori, alcuni comuni, tra cui quello di San Nicola la Strada, hanno ottenuto l’autorizzazione a sversare i rifiuti presso l’impianto CDR di Santa Maria Capua Vetere, ragion per cui la situazione potrebbe normalizzarsi nello spazio di 7/8 giorni.

Il sindaco Angelo Pascariello, nel frattempo, rivolge, ancora una volta, l’invito ai cittadini a collaborare, evitando di depositare per strade i sacchetti della spazzatura, trattenendoli, nel limite del possibile, sui balconi, nei giardini, nei garage, nelle cantinole, soprattutto li esorta ad evitare atti vandalici come l’incendio dei rifiuti e dei contenitori.

Fino ad oggi, infatti, sono state incendiate ben 30 postazioni per la raccolta dei sacchetti dei rifiuti, creando un rilevante danno sia dal punto di vista ambientale, sia economico, che, purtroppo, andrà ad incidere sulla collettività.

Si chiede, quindi, la massima comprensione e collaborazione per un’emergenza indipendente dalla volontà dell’Amministrazione Comunale che sta mettendo in atto tutte le azioni necessarie per tentare di far rientrare il tutto nella dovuta normalità”.