PANNELLI SOLARI, BUS ELETTRICI E ... BICICLETTE PUBBLICHE

Si inaugura con "tre proposte concrete” il nuovo corso dei Verdi


Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato diramato dai Verdi per la Pace di San Nicola la Strada

«Vogliamo portare all’attenzione del Sindaco, dell’amministrazione comunale e della cittadinanza tutta di San Nicola la Strada, tre proposte concrete da realizzare sul nostro territorio.
Proposte, le nostre, che si prestano a trovare il più largo consenso, tra maggioranza e opposizione, data la loro semplicità ed il loro carattere concreto; proposte miranti, come ognuno sarà autonomamente in grado di valutare, semplicemente al benessere dei cittadini, al miglioramento della vivibilità sul nostro territorio.
Le elenchiamo qui di seguito:

-installazione di pannelli solari su tutti gli edifici pubblici della città (scuole, uffici, ecc..);
-adozione di bus elettrici come trasporto pubblico urbano;
-adozione di biciclette come nuovo mezzo di trasporto pubblico urbano;

Installazione di pannelli solari su tutti gli edifici pubblici della città
Il primo punto prevede l’installazione sul maggior numero possibile di edifici pubblici del nostro territorio, di pannelli fotovoltaici, meglio conosciuti come pannelli solari.
I vantaggi derivanti da questo tipo di investimento sono notevoli e interessanti sotto molti e diversi punti di vista: i pannelli solari possono essere utilizzati per la produzione di acqua calda a scopo sanitario ( igiene personale o lavaggio delle stoviglie ) e/o per il riscaldamento, o ancora per produrre energia elettrica.
I vantaggi economici derivanti in termini di risparmi dall’istallazione di tale tecnologia sono evidenti sul lungo periodo e rappresentano inoltre un’importante svolta e punto di partenza per una gestione sostenibile delle risorse, oltre che un segnale fondamentale da consegnare alle nuove generazioni di studenti che vedrebbero finalmente applicati principi di tutela del territorio, non più elencati vanamente solo dagli insegnanti, ma messi in pratica dagli amministratori.
I bonus che dovrebbero arrivare dalla finanziaria, proprio per l’adozione dei pannelli solari, fanno sì che questa scelta diventi quasi un obbligo morale: dati i costi non elevati necessari per l’acquisto dei pannelli fotovoltaici e gli incentivi che arriveranno dal governo, non si hanno più scuse per rimandare tale decisione.

Adozione di bus elettrici come trasporto pubblico urbano
Il secondo punto concerne la mobilità sul nostro territorio.
Prendendo spunto dal recente decreto Bersani, il quale prevede all’articolo 12 che “i comuni possono prevedere che il trasporto di linea di passeggeri accessibile al pubblico, in ambito comunale e intercomunale, sia svolto, in tutto il territorio o in tratte e per tempi predeterminati, anche dai soggetti in possesso dei necessari requisiti tecnico-professionali, fermi restando la disciplina di cui al comma 2 ed il divieto di disporre finanziamenti in qualsiasi forma a favore dei predetti soggetti”, noi proponiamo con convinzione a questa amministrazione comunale di ricercare, con tutte le proprie forze, accordi con ditte private in grado di garantire un trasporto pubblico urbano con automezzi alimentati esclusivamente da energia pulita.
Il governo comunale potrebbe studiare particolari tratte di percorrenza di questi mezzi, in accordo con le ditte, e prevedere, ad esempio, un servizio di scuolabus serio, efficiente e oltretutto non inquinante.

Adozione di biciclette come nuovo mezzo di trasporto pubblico urbano
Al terzo punto, proponiamo una cosa totalmente nuova per il nostro territorio, ovvero l’istallazione di postazioni dove siano parcheggiate biciclette di proprietà comunale, utilizzabili dai cittadini.
In alcune zone strategiche della città andrebbero posizionate le stazioni delle biciclette, cui gli utenti potrebbero accedere con un sistema automatizzato come ad esempio una chiave elettronica di riconoscimento che consenta lo sbloccaggio di una bicicletta. In questo modo le biciclette non rischierebbero di essere rubate.
Andrebbe ovviamente consentito di poter prendere una bicicletta in una parte della città e poterla posare in un’altra zona.
In questo modo si proporrebbe un nuovo sistema di trasporto pubblico, assolutamente economico e pulito, e soprattutto una nuova concezione di trasporto pubblico urbano, una nuova idea di muoversi nella città, e, si spera, un incentivo all’utilizzo della bicicletta. Un sistema dunque semplice da realizzare ( le chiavi di riconoscimento, per accedere alle biciclette, potrebbero essere realizzate assieme al progetto di questa amministrazione di realizzare la carta di identità magnetica o, ancora, rilasciate dal Comune nel momento in cui se ne faccia richiesta; si pensi anche solo ad un pin, come quello delle sim-card dei telefoni cellulari, da consegnare ad ogni cittadino che ne faccia richiesta ).

Queste nostre proposte, fattibili in termini economici e strutturali, mirano ad una maggiore vivibilità nel nostro territorio e ad una cultura finalmente accorta alle problematiche ambientali, partendo da piccole ma significative decisioni.
I pannelli solari e le due misure riguardanti la mobilità urbana non potranno che portare miglioramenti in termini di alleggerimento del traffico nelle zone centrali e di minori emissioni inquinanti, in un territorio caldissimo (come ci dimostrano i dati della stagione estiva appena conclusa), che paga, probabilmente, la mancanza di alberi e in generale di spazi verdi. Territorio, il nostro, che vedrà nei prossimi anni aumentare notevolmente il numero di residenti, viste le numerose nuove abitazioni sorte di recente, per cui misure di alleggerimento del traffico dovranno prima o poi essere studiate. Speriamo vivamente che l’amministrazione comunale voglia adottare gli interventi proposti.

Giulio Finotti
Responsabile Comunicazione Verdi per la Pace
San Nicola la Strada»