PREMIO "IANZITO-CILETTI" alla riscoperta della civiltà contadina (scad.30/9)


Bandito, alla riscoperta della civiltà contadina, il Premio Nazionale Letterario e Pittorico IANZITO-CILETTI patrocinato dal Ministero della P.I. Per i numerosi artisti locali è un prestigioso appuntamento da non perdere.

Tra i concorsi letterario-pittorici, nati dalle nostre parti, che più di altri hanno saputo guadagnarsi importanti riconoscimenti in ambito istituzionale, ce n’è uno certamente destinato ad un brillante futuro, vuoi per la rilevanza socio-culturale dei suoi princìpi ispiratori che per il patrocinio ufficiale del Ministero della Pubblica Istruzione e della Regione Campania. Parliamo del PREMIO NAZIONALE “GRATO IANZITO e NICOLA CILETTI”, promosso dal  MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA NELL’AREA DEL FORTORE (che ha sede nella cittadina beneventana di Montefalcone di Valfortore) presieduto dal prof. Cosimo Nardi ed egregiamente rappresentato dal delegato prof. Raffaele Raimondo.

L’iniziativa è finalizzata  -come sottolinea il recente bando-  a contribuire alla doverosa  riscoperta del mondo contadino italiano dei secoli e dei decenni trascorsi, per assaporarne il valore umano e culturale che simboleggia una vasta parte della nostra storia economica e civile nazionale. Il Sannio, terra “difficile” di un’antica  e fiera comunità, si ripropone ancora una volta come polo di concentrazione sulle radici che hanno alimentato i progenitori della popolazione italiana e di approfondimento critico delle motivazioni a monte di micro e macrovicende che suscitano tuttora l’interesse profondo di studiosi, letterati ed artisti. Il Premio, che non ha scopi di lucro, fa seguito ad un’iniziativa analoga che, oltre 10 anni fa, trovò l’ampio consenso partecipativo di numerosi istituti scolastici nazionali.

A beneficio dei nostri lettori e soprattutto degli artisti sannicolesi  -che proprio dal nostro sito attingono continui spunti di partecipazione ad importanti eventi culturali del genere- ecco il regolamento completo del Premio diffuso dalla segreteria organizzativa:

Art. 1) Il Museo della Civiltà Contadina nell’Area del Fortore, continuando a perseguire l’obiettivo della conoscenza e della valorizzazione del mondo rurale e degli umili e dei dimenticati di sempre delle passate generazioni che hanno vissuto e lavorato in una zona interna fra le più povere del Mezzogiorno del nostro Paese, bandisce un Premio nazionale letterario (dedicato a Grato Ianzito) e pittorico (dedicato a Nicola Ciletti) cui si può partecipare con un’opera di narrativa (romanzo, racconto, diario, biografia, epistolario, favolistica...) avente per argomento il mondo contadino di qualsiasi parte del territorio italiano oppure con un’opera d’arte pittorica.

Art. 2) Le opere concorrenti verranno esaminate da Commissioni Giudicatrici di Esperti designate insindacabilmente dai Responsabili dell’organizzazione del Premio e i cui giudizi si considereranno inappellabili. Le opere finaliste saranno rese note attraverso comunicazione diretta agli Autori, nonché a mezzo stampa, dal Comitato di gestione del Premio.

Art. 3) I lavori partecipanti alla Sezione letteraria del Premio, inediti  o editi , dovranno essere dattiloscritti, in duplice copia, firmati ed inseriti in un plico contenente anche una scheda con dati anagrafici e indirizzi (anche telefonici e/o telematici) dell’Autore. Tali plichi dovranno essere indirizzati alla Segreteria del Premio sita in Via del Sole, 24 - 82025 Montefalcone di Valfortore (Benevento) e pervenire entro e non oltre il 30 giugno 2007 (con un comunicato diffuso il 30.6.07, il prof Cosimo Nardi, presidente del Museo della Civiltà Contadina nell’Area del Fortore, consultato il Comitato di Gestione del Premio, ha prorogato al 30 settembre 2007 il termine di scadenza per la presentazione delle opere letterarie e pittoriche “in adesione a numerose richieste pervenute da varie parti d’Italia >).
: a conferma farà fede il timbro postale. La Segreteria sarà grata agli Autori dei testi inediti che vorranno spedire anche il dischetto in word contenente il testo.

Art. 4) I lavori partecipanti alla Sezione pittorica del Premio, ovviamente in unico originale, dovranno essere firmati,  accompagnati da una breve scheda biografica dell’Autore completa dei dati di cui al precedente art.3 e pervenire (per via postale, a mano o tramite corriere) alla Segreteria del Premio, presso il predetto indirizzo, entro e non oltre la medesima data del 30 giugno 2007.

Art. 5) La Segreteria del Premio declina ogni responsabilità per disguidi postali o smarrimenti di opere concorrenti per entrambe le Sezioni.

Art. 6) Tutte le opere partecipanti al Concorso non saranno restituite e andranno ad arricchire il già notevole patrimonio documentario del Museo della Civiltà Contadina nell’Area del Fortore.

Art. 7) Ogni Concorrente risponde personalmente dell’autenticità dell’opera presentata.

Art. 8) Al Primo Classificato di ciascuna delle due Sezioni sarà assegnato un Premio in denaro corrispondente alla somma di euro 1.000. Al Secondo la somma di euro 500. Si prevedono inoltre Riconoscimenti per tutti gli Scrittori ed i Pittori partecipanti.

Art. 9) La Cerimonia di Premiazione (che si terrà a Montefalcone di Valfortore prevedibilmente nel prossimo settembre- ndr), estesa a tutti i Partecipanti, avrà luogo in una data che sarà resa nota, secondo un programma di alto profilo culturale che verrà opportunamente comunicato.

Il concorso, bandito agli inizi di marzo, ha già registrato una miriade di adesioni provenienti dall’intero territorio nazionale. Si attendono, ora, i numerosi artisti di San Nicola la Strada, i quali, come sempre ed in tutte le iniziative meritorie come questa, non faranno mancare il loro prezioso apporto.


Recapiti utili:

Segreteria organizzativa (Raffaele Raimondo, Via Diaz 33, 81046 Grazzanise -CE)
email:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel.: 0823964212 -
3405006764    

MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA NELL’AREA DEL FORTORE
Rione San Marco - 84025 Montefalcone di Valfortore (Benevento) tel 0824969315
PRESIDENTE: Prof. Cosimo NARDI Via del Sole, 24 - 82025  Montefalcone Valfortore (BN) Tel. 0824969315.

(Nella foto, alcuni reperti della civiltà contadina del Sannio custoditi nel museo del Valfortore.
In alto, paioli di rame e mastelli di legno; in basso, un antichissimo aratro in legno.
Il premio è intitolato a due famosi personaggi locali, che così ama tramandare il prof. Raimondo:
«Grato Ianzito:
il 15 marzo 1782 egli rogava il suo  ultimo testamento annullando  ogni altro testamento da lui fatto precedentemente ed istituendo il Monte frumentario. Resta nella storia locale come tenace e coraggioso combattente contro l’usura del grano.
Nicola Ciletti: Definito da un giornalista “il sindaco-pittore, poeta degli umili”, originario di San Giorgio la Molara, un paesino del beneventano arroccato su un colle, mise la sua arte al servizio dei contadini, degli emigranti e della gente umile del Sud. Uomo brillante, temperamento acceso, ricco di famiglia, non disdegnò mai di battersi per una  maggiore giustizia sociale, diventando anche sindaco del paese natale»).