DE PINTO E IL "NEMBO" DAY

Giuseppe De Pinto


19 aprile: tra i festeggiati del 183.mo Reggimento Paracadutisti della Folgore c'è il sergente Giuseppe De Pinto, figlio del noto giornalista sannicolese Nunzio.


Giovedì 19 aprile, con inizio alle ore 10.00
, nel piazzale d’armi della caserma “Marini”, sede del 183º Reggimento paracadutisti “Nembo” della Folgore, si terrà la festa del reggimento, durante la quale si ricorderanno i fatti d’arme che videro protagonisti, il 19 aprile 1945, i paracadutisti del “Nembo” al seguito del corpo italiano di liberazione e della forze alleate. Alla manifestazione prenderanno parte attiva almeno trenta giovani paracadutisti originari della provincia di Caserta che, da anni, prestano servizio nelle aviotruppe del Nembo. Fra essi il Sergente paracadutista Giuseppe De Pinto, figlio del giornalista Nunzio, che dal 1996 presta servizio nella Folgore. Nei ranghi del 183° c’è anche l’eroe del check point Pasta, Giampiero Monti, al quale, per i fatti d’eroismo del 2 luglio 1993, è stata concessa l’alta onorificenza della Medaglia d’Argento al Valor Militare. La cerimonia assume particolare importanza per la presenza di reduci protagonisti di quanto avvenuto a Tossignano, Poggio Rusco, Filottrano, Castel San Pietro e Case Grizzano, che portò alla liberazione dell’Emilia dai tedeschi. La data del 19 aprile, sintesi di tutto un ciclo operativo permeato di fede, di slancio e di valore, assurse a simbolo delle virtù militari del “NEMBO” ed in seguito venne giustamente destinata a festa del Reggimento. In occasione di questa giornata di festa la “Marini” rimarrà aperta fin dalle prime ore del mattino per tutti coloro i quali volessero assistere alla cerimonia e visitare una mostra nella quale saranno esposti i materiali in dotazione ai paracadutisti del “Nembo”.

Nella foto: Giuseppe De Pinto riceve, nel 2003, i gradi di Sergente paracadutista del 183.mo reggimento Nembo