LA “CASA DEI BAMBINI” DEL MAGGIORE CIARDELLI

 

Il 4 maggio, presso l’ippodromo militare di Tor di Quinto, si celebrerà il 146° Anniversario della Costituzione dell’Esercito Italiano. Nel corso di un sondaggio effettuato dalla F.A. tra gli italiani, è emerso che decine di migliaia di giovani trovano nell’Esercito un solido riferimento di valori e di ideali. Molti sono i giovani che si arruolano spinti dalla volontà di mettersi in gioco e di rendersi utili alla società italiana ma anche per portare un po’ di sollievo a quelle popolazioni martoriate da anni di guerra e devastazioni. Il Maggiore Nicola Ciardelli, paracadutista del 185° Reggimento Acquisizione Obiettivi della brigata Folgore, sicuramente era animato da questi propositi. L’Ufficiale della Folgore, caduto a soli 34 anni nel tragico attentato di Nassiryia del 27 aprile 2006 (nel quale persero la vita anche i M.lli dei Carabinieri F. Lattanzio, E. Frassanito e C. De Trizio oltre al caporale rumeno B. Hancu), ha sempre dimostrato una particolare sensibilità nell’aiutare le persone bisognose che incontrava numerose nei diversi teatri d’operazione. L’impegno del Magg. Ciardelli continua a vivere attraverso il progetto “La Casa dei Bambini di Nicola”. Questo progetto voluto dai suoi familiari, soprattutto dalla moglie Giovanna (di Avellino), è stato condiviso dalla Croce Rossa italiana. Sulle colline di Firenze verrà restaurata una casa colonica di proprietà della Croce Rossa in grado di accogliere i piccoli ospiti giunti da paesi esteri e bisognosi di cure mediche urgenti. Sarà, questo, un modo concreto per continuare l’impegno dei soldati italiani operativi in diversi paesi nelle missioni di pace. Al momento con la collaborazione degli organi di stampa, enti locali ed istituzioni vengono raccolti i fondi grazie a contributi ed offerte. Chiunque volesse partecipare a questa grande gara di solidarietà potrà farlo versando un contributo economico alla filiale di Fiesole della Cassa di Risparmio di Firenze, sul conto corrente 9996/00, ABI 06160, CAB 37840, CIN H, citando nella causale: “LA CASA DEI BAMBINI DI NICOLA”.

(Nelle foto il manifesto dell'iniziativa e il maggiore Ciardelli con la madre nel giorno delle nozze)