IL CITTADINO (TARTASSATO) PAGA, L’ASSESSORE E’ CONTENTO


Rigettati dalla CTP alcuni ricorsi contro le vergognose bollette-rifiuti
 


“Non posso che dichiararmi soddisfatto”: l’assessore alle finanze ha così commentato la condanna a pagare le vergognose bollette Tarsu inflitta, lo scorso 21 giugno, dalla Commissione Tributaria Provinciale ad alcuni poveri cittadini ricorrenti.
«E’ questa  -ha poi affermato Angelo Gallo (nella foto)-  la prima risposta positiva al corretto operato dell’Amministrazione Comunale nell’applicare la TIA. Sono fiducioso anche per quanto riguarda l’udienza di merito poiché la Commissione Tributaria non potrebbe pronunciarsi nel merito poiché ciò è di competenza del TAR, tribunale a cui i ricorrenti non si sono rivolti. In ogni caso – ha concluso l’assessore – i ricorsi presentati non sono molti poiché di grosso aiuto per i cittadini è stato il “Centro d’Ascolto” dove sono state date le opportune delucidazioni in merito all’applicazione della TIA, i cittadini si sono detti soddisfatti perché hanno compreso e pagato quanto dovuto».

Ci permettiamo una nota. L'assessore Gallo è tra i politici più stimati e credibili di San Nicola. Perché non ha scelto di starsene in silenzio come quasi sempre usa fare con molta eleganza?

(Notizia tratta da un comunicato stampa del comune, del quale abbiamo voluto conservare, tra le altre mostruosità lessicali, la marea di “poiché” e  “merito” spalmati lungo le appena sei righe di dettato)