“Deiezioni dei cani domestici”, problema vecchio sempre nuovo...


Sarebbe necessario da parte delle autorità prendere seri provvedimenti nei confronti di quei proprietari di cani che continuano tranquillamente a portare i loro animali a fare i bisogni in luoghi pubblici, luoghi frequentati quasi sempre anche da bambini e da giovani. I prati della zona Michitto, il prato antistante  e retrostante l'asilo, i giardinetti nei presi del parco "la FLora" e comunque tutti i luoghi liberi marciapiedi compresi sono particolarmente ambiti da questi signor che amano tanto gli animali ma che se ne infischiano altamente di quelle che sono le regole basilari per un vivere civile. Probabilmente, multando gli "accompagnatori" quando sono sprovvisti di sacchetti per la raccolta delle feci dei loro amici canini, avremo benefici sia per l'ambiente e sia per  le casse del comune.
Grazie per l'accoglienza e buon lavoro.
carmine corsino (
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)
11/9/2008

Problema vecchio che affrontiamo da anni. Grazie per averlo “risvegliato” ancora una volta. Bella la vignetta di Di Tommaso, vero? E' tratta dal numero di aprile '98 del Corriere di San Nicola...
nc