IL LICEO SCIENTIFICO E’ REALTA’

Pascariello mette a tacere le polemiche sull’organizzazione della conferenza di presentazione  e annuncia con giusta soddisfazione il progetto della prima scuola superiore sul territorio sannicolese


All’amarezza esternata da Lucia Esposito, il sindaco Pascariello risponde animato da grande stupore, ma, soprattutto, dal desiderio di fare chiarezza.
A tenere banco è la conferenza organizzata dal primo cittadino per la presentazione del progetto di costruzione del Liceo Scientifico sannicolese.
La leader dell’opposizione aveva espresso il risentimento del suo partito per non essere stato convocato ad una riunione così importante, nella quale si portava a conoscenza del pubblico la realizzazione di un’opera fondamentale per la comunità alla quale il Pd aveva fattivamente collaborato.        
“La convocazione di cui trattasi” –dice Pascariello-  “è stata indirizzata al Presidente del Consiglio, a tutti i consiglieri comunali e ai componenti la giunta, con trasparenza e correttezza istituzionali e profondo rispetto per il ruolo degli eletti, di maggioranza e di opposizione. Qualsivoglia interpretazione faziosa e tendenziosa rispetto ad un evento tanto positivo per la Città di San Nicola la Strada è quindi del tutto pretestuosa ed infondata”. 
Ad ulteriore chiarificazione, la nota stampa diramata da Piazza Municipio è corredata dalla copia della lettera indirizzata al presidente del consiglio comunale, ai consiglieri comunali e agli assessori comunali.
“Le SS.LL. sono invitate”  -dice il testo della missiva datata 24 giugno- “a partecipare alla presentazione delle tavole progettuali del nuovo istituto scolastico Liceo Scientifico che sarà realizzato in Via Grotta del nostro territorio. La presentazione si terrà nella sala consiliare il giorno 9 luglio alle ore 17.30 alla presenza del commissario straordinario della Provincia, prefetto Fabio Giliberto, e del dirigente del settore edilizia scolastica della Provincia, arch. Giovanni Tuzio”.
Quanto basta, probabilmente, per mettere definitivamente a tacere una polemica forse inutile, anche se particolarmente sentita dal Pd, che ha tolto un po’ di spazio all’effettiva importanza di un evento che sancisce l’avvio ufficiale della costruzione di un’opera tra le più attese dalla cittadinanza.
Per la cronaca, la conferenza di presentazione del Liceo ha registrato un grande successo, testimoniato dalla presenza di molti consiglieri comunali e dell’esecutivo al completo. Numerosa la partecipazione dei cittadini, fra cui genitori dei giovani liceali.
Giusta e meritata la soddisfazione del sindaco per la prima scuola superiore che sorgerà nel nostro comune.
“Intendo esprimere al dott. Biagio Giliberti” – ha dichiarato Pascariello – “la mia personale ed istituzionale soddisfazione per la solerzia, la concretezza e la gentilezza con le quali ha inteso, prima conoscere le vicende amministrative del Liceo Scientifico di San Nicola la Strada e poi provvedere nel merito nell’interesse dei cittadini amministrati. Sono certo che l’impulso propulsivo che il Prefetto Giliberti ha inteso dare alla soluzione della delicata problematica, non potrà non produrre frutti positivi ed attesi dagli studenti, dalle loro famiglie, dalle Autorità Scolastiche e, se mi si consente, dal Sindaco della Città”.  
La parola è poi passata a Giliberti, che ha assicurato tutto il suo impegno in prima persona, almeno sino a quando rimarrà alla guida dell’Amministrazione provinciale. A seguire ci sono stati gli interventi dei tecnici che hanno materialmente provveduto a dare seguito all’accordo sottoscritto lo scorso mese di maggio a Corso Trieste, e cioè l’ing. Alessandro Diana, Direttore Generale e capo ufficio Area Tecnica della Provincia di Caserta, nonché l’architetto Giovanni Tuzio, dirigente del Settore Edilizia Scolastica della Provincia di Caserta. Molto apprezzato anche l’intervento del prof. Alfonso Saponara, preside del Liceo Scientifico “Diaz” di Caserta, che ha espresso soddisfazione per un provvedimento che consente in tal modo anche di decongestionare il capoluogo.
L’edificio che arrecherà ulteriore prestigio culturale a San Nicola la Strada è imperniato su venti aule con annessi servizi e pertinenze didattiche e costerà circa due milioni e mezzo di euro.