L'AGORA’ DELL’EDUCAZIONE

Convegno MASCI a Caserta dal 16 al 18 ottobre. Prevista la presenza di don Maurizio Patricello, il sacerdote della “terra dei fuochi”.



Si svolge a Caserta, presso il Centro Congressi dell’Hotel Plaza (viale Lamberti), dal 16 al 18 ottobre prossimo, l’Agora dell’Educazione: un importante incontro in cui dibatteranno circa 500 partecipanti, provenienti da tutte le regioni italiane, convocate dal MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani.
Tema dell’Agorà è l’educazione degli adulti. Un tema quanto mai attuale nel dibattito contemporaneo, che sempre più prende coscienza della fase critica che la società attraversa, soprattutto dopo l’abdicazione degli adulti del loro ruolo esemplare verso le giovani generazioni, in nome di un falso “giovanilismo”.
Animeranno i temi dell’incontro, Giuseppe Savagnone, Roberto del Riccio s.j., Monica Lazzaretto, Lorenzo Becchetti, Chiara d’Alessio, sotto la regia di Enzo Romeo, giornalista del TG 2. Nel corso dei lavori è prevista la presenza di don Maurizio Patricello, il sacerdote della “terra dei fuochi”.
A questo tema è strettamente legato il riconoscimento di “Testimone del nostro tempo”, un premio nazionale che il MASCI ha istituito per segnalare una personalità che si è particolarmente distinta nel campo della solidarietà, dell’impegno sociale, della promozione, della pace. La targa di benemerenza, assegnata alla memoria e all’opera di Michele Liguori, il vigile urbano di Acerra, che ha sacrificato la sua vita per segnalare e combattere i veleni della “terra dei fuochi”. Il premio sarà ritirato dalla vedova Liguori nel corso della cerimonia di apertura dell’Agorà, cui hanno assicurata la loro presenza il Prefetto di Caserta, Arturo De Felice, il vescovo mons. Giovanni D’Alise ed il Commissario Prefettizio del Comune di Caserta, Maria Grazia Nicolò.
Un altro segno concreto del legami che i partecipanti all’Agorà intendono sottolineare con il territorio che li ospita è la raccolta di fondi, attraverso il gesto tipicamente napoletano del “caffè sospeso”, per la realizzazione della “Casa di Francesco, dove mangiare, dormire, lavarsi”, della Comunità MASCI Scafati 2, che ha vinto il primo premio del concorso nazionale dei progetti di solidarietà, indetto dalla Conferenza Episcopale Italiana.
“Proporci di riflettere sull’educazione degli adulti vuol dire addestrarsi nel quotidiano per cercare i luoghi dove si realizza la vera umanità e l’azione di Dio, alimentando l’abitudine a decifrare le condizioni della vita reale” (Dal documento preparatorio).
L’impegno scout dei partecipanti ad “essere sempre pronti” nelle sfide educative acquista maggiore risalto alla luce delle parole di papa Francesco, rivolte al popolo del MASCI ricevuto in udienza nell’Aula Paolo VI in Vaticano l’8 novembre 2014, …“Fare strada, camminanti, non erranti, non quieti”.

COMUNICATO STAMPA