MARSEGLIA, UN POETA “TRA LA GENTE”



Sta ottenendo un brillante successo l’ultimo lavoro di Bartolomeo Marseglia, noto ed apprezzato poeta sannicolese.


Uscita lo scorso dicembre e stampata, a cura dell’autore stesso, presso le Grafiche Se.ti. di Caserta, la raccolta di poesie “Tra la gente” colpisce subito per la immediatezza espressiva e la variegazione dei temi e situazioni contemplate in oltre cinquanta lavori composti negli ultimi anni, la maggiore parte dei quali inediti.

  Scrivere poesie è piacevole -dice Marseglia nella presentazione del libro- e ne è auspicabile e commendevole la diffusione se le stesse sono tese alla maturazione e all'elevazione spirituale di chi legge e di chi le propone, in un reciproco progresso di arricchimento interiore. Ben lungi da qualsiasi, firma di trionfalismo egoistico, ideologico o di contrapposizione, l'intento è dilettare suscitando emozioni e sentimenti, e dilettare è anche stimolare alla cultura, solo se il tutto tende alla promozione umana nella sua forma più alta, proponendo cioè valori di cui la nostra società non può fare a meno, soprattutto in questo periodo di continue e notevoli trasformazioni sociali, dove il tecnicismo più avanzato, sempre più propositivo, analitico ed invadente può soppiantare i valori umani che sono alla base del suo progresso, augurando, nel contempo, l'affermarsi di un nuovo umanesimo, dove le cose sono strumento dell'uomo e non l'uomo strumento delle cose”.

Insignito della medaglia d’oro alla carriera in occasione del Premio di Poesia “Eduardo” di Trentola-Ducenta nel giugno del 2003, Bartolomeo Marseglia è un poeta semplice, che non ha bisogno di celebrazioni per esprimere la ricchezza della sua arte. Senza clamori, con l’umiltà e la franchezza dei puri, egli ha sempre suscitato emozioni incalzanti nell’animo dei suoi lettori. Ne è prova, tra tutte, la stupenda poesia “Sapore d’infanzia” che apre la raccolta, in cui il ricordo del passato è sentimento più vivo della certezza del momento ed ancora più trascinante delle attese del futuro: una grandiosa miscellanea di passioni e paure, che trova nei versi di Marseglia una nuova dimensione dell’innocenza, non più frutto delle esperienze di ieri, ma sapore della vita che continua. Con la poesia, in tutto questo, a costituire un vero e proprio momento di coesione sociale, il collante necessario per testimoniare e caratterizzare la nostra vita quotidiana, in ogni tempo ed in ogni luogo.

Nicola Ciaramella