Droga a San Nicola la Strada: una Tavola Rotonda che mancava

Ad organizzare l’importantissima iniziativa, che si terrà domenica 5 maggio nel Salone Borbonico, i ragazzi del Clan/Fuoco Sagamgapè del Gruppo Scout San Nicola 1.

Lo scopo è di sensibilizzare la popolazione su una tematica che sta emergendo anche nella nostra città.

Prevista la partecipazione di professionisti del settore e di testimoni pronti a raccontare il loro vissuto.


Dopo aver analizzato ed approfondito durante l’anno lo scottante tema della dipendenza da droghe, i ragazzi del Clan/Fuoco Sagamgampè del gruppo Scout San Nicola 1 è giunto alla constatazione che a San Nicola la Strada questa problematica sta, purtroppo, emergendo.
Da qui la decisione di organizzare un evento che si terrà domenica 5 maggio, alle ore 10:00, presso il Salone Borbonico, dove saranno presenti diversi professionisti del settore, tra cui psicologi, un rappresentante del centro di recupero di tossicodipendenti “Le Ali”, forze dell’ordine, l’amministrazione comunale e il direttore dell’unità operativa delle dipendenze dell’Asl di Caserta per confrontarsi e spiegare, come ci viene riferito, questo nuovo mondo della droga che sta avvolgendo la nostra città.
La partecipazione è completamente gratuita e i presenti potranno anche gustare simpaticamente un aperitivo offerto dai promotori.

L’incontro, nel corso del quale potranno essere fatte domande ai professionisti per chiarire ogni dubbio, si dividerà in due momenti, uno dedicato agli adulti e un altro ai ragazzi.
Si tratta di un evento dalla portata indubbiamente rilevante in termini di interesse e di attenzione che potrà suscitare. E’ soprattutto lodevole il fine ispiratore dell’iniziativa, attraverso la quale si vuole cercare di sensibilizzare la popolazione sannicolese su una tematica che ha bisogno assoluto di essere posta in primo piano a tutti i livelli di informazione.
Ci saranno testimoni a raccontare il loro vissuto, si parlerà di vari generi dipendenza, dall’alcool alle droghe più pericolose, si ascolteranno esperienze positivamente culminate nell’uscita dal tunnel.
Ci stiamo impegnando tanto per cercare di essere attivi sul nostro territorio -ci dicono gli Scout- e stiamo cercando di far venire più persone possibili per fargli vivere un’esperienza secondo noi molto importante per essere informati su questa realtà e per cercare di incitare i ragazzi della nostra età di non far uso di queste sostanze”.
Difficile aggiungere altro alla presentazione dell’evento. Gli Scout rappresentano una realtà indispensabile e per certi versi addirittura irrinunciabile nel processo di crescita della comunità, soprattutto dei giovani.
Una tavola rotonda sulla droga mancava da troppo tempo a San Nicola la Strada, anzi probabilmente questa è la prima: agli Scout il merito indiscusso di averla promossa per puntare i riflettori su una realtà da tenere sempre sulla giusta soglia di attenzione.


©Corriere di San Nicola