PASCARIELLO SI TINGE DI DESTRA

AN e Pri non resistono al “fascino” dell’aspramente criticato sindaco uscente...

Per la serie “La coerenza secondo i politici” (sottotitolata, per i ben vedenti, “Tutto per una fetta di pane”)...


Dopo avergliene detto di tutti colori, dopo aver speso quasi interamente il suo mandato di presidente sezionale per metterli alla gogna e per farne conoscere agli elettori “le loro scorrettezze e la loro incoerenza”, dopo averli quotidianamente fatti ...nuovi nuovi sulla stampa, Giovanni Santangelo correrà, nelle prossime elezioni, per lo stesso obiettivo dei due ultradichiarati (e, a questo punto, certamente più coerenti) nemici Campofreda e Basile: tutti insieme, anche se in liste diverse, per appoggiare l’altro personaggio che egli ha aspramente criticato per cinque anni, alias Pascariello.
E’ così saltata, definitivamente, la tanto chiacchierata ipotesi di accordo tra AN e la coalizione di Esposito.
“Abbiamo mantenuto fede al contratto che ci ha legato ai nostri elettori e continueremo a farlo anche in futuro”, ha affermato Santangelo, prima di pronunciare le sue ultime...parole famose: “La nostra forza è la coerenza!”. E poi: “Nel corso dei prossimi giorni terremo una conferenza stampa durante la quale spiegheremo le ragioni che hanno spinto Alleanza Nazionale a scegliere di lottare per la riconferma del sindaco uscente”.
Ma, finora, non c’è stato alcun incontro con la stampa: invitiamo, comunque, Santangelo a rispondere, attraverso il nostro quotidiano on line, a questa domanda: “Che cos’è, secondo lei, la coerenza?”. Con la speranza che sia la propria mano, aiutata dalla propria mente, a mettere qualche riga sulla carta. Che diavolo, non è mica tanto difficile...Ok?

Ed ora, avanti un altro!

Sempre per la seguitissima serie “La coerenza secondo i politici” (sottotitolata, per i ben vedenti, “Tutto per una fetta di pane”) brillantemente inaugurata e costantemente in onda in questi giorni, fa scalpore la notizia che il segretario dei repubblicani, Luciano Caiazza, ha lanciato il fratello Fabrizio (che, si sa, è la “stessa cosa”) nella mischia delle comunali... indovinate al fianco di chi? Di Pascariello & C., naturalmente, ovverosia di coloro che il sedicente “difensore dell’ambiente sannicolese”, la fantomatica “spina nel fianco degli amministratori”, ha aspramente biasimato (talvolta denunciandoli alla magistratura, come spesso ha detto egli stesso alla stampa) per lo scempio della pista ciclabile, per le assunzioni “oscure” degli ausiliari del traffico, per i gabbiani della discarica Lo Uttero e, ultima di tantissime altre, per il “vergognoso comportamento” tenuto dalla commissione elettorale nella nomina (interamente a favore di figli di parenti, di amici e di impiegati comunali sudditi -ndd) degli scrutatori.
Per la cronaca, Fabrizio Caiazza (che, ripetiamo, è unanimemente indicato come “la stessa cosa” di Luciano) ha inserito il proprio nome tra i candidati della task-force “Insieme per Pascariello”, ideata dal comandante supremo delle forze armate sannicolesi, nonché brillante attore teatrale, Mario De Lucia, al posto della vecchia e mal messa “Neopolis”.
Non si sa, con precisione, quanti voti riuscirà a portare al mulino, ma due cose l’ex Dc-Ccd e Udc, innamoratissimo del sindaco uscente, tiene a precisare. Prima: “Credo molto nella persona di Pascariello e nel suo programma di sviluppo per la città”. Seconda: “Il Pri ha posto come pregiudiziale per le prossime elezioni di non appoggiare mai il centrosinistra”.
Comunque, per evitare equivoci, Caiazza non ha esitato a buttarsi subito avanti: “La mia è una famiglia molto ampia, per cui daremo sicuramente un appoggio, in termini numerici, abbastanza considerevole”. Il tutto, ed in sottofondo, sulle note di “Non ti scordar di me” ...

nc