Confraternite in Cammino

Si è svolta a San Nicola la Strada la XIV edizione del “Cammino Diocesano delle Confraternite”, al quale hanno partecipato nove associazioni della diocesi casertana.


Nove Confraternite della Diocesi di Caserta hanno partecipato al XIV Cammino Diocesano delle Confraternite, che si è svolto domenica 22 settembre, per la prima volta a San Nicola la Strada, nell’anno in cui ricorre il 300.mo anniversario della fondazione della “Confraternita di San Nicola di Bari” di San Nicola la Strada (che dall’anno 2000 si chiama “Arciconfraternita S. Nicola di Bari e SS. Rosario”).

Questo l’elenco dei partecipanti:
CONFRATERNITA S. ANTONIO DI PADOVA -1908- (San Benedetto); CONFRATERNITA PREZIOSISSIMO SANGUE DI N.S. GESU’ CRISTO -1854- (Mezzano); ARCICONFRATERNITA DI SANT’ANTONIO DI PADOVA E DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE -1800- (Casagiove); ARCICONFRATERNITA MONTE DEI MORTI E SS. VERGINE DELLE GRAZIE -1784- (S. Barbara); ARCICONFRATERNITA SS. ROSARIO E DELLE ANIME DEL PURGATORIO E SAN DONATO MARTIRE -1779- (Sala); CONFRATERNITA DI SAN GIUSEPPE -1775- (Falciano); ARCICONFRATERNITA DEL SS. SACRAMENTO E SS. ROSARIO -1714- (Briano); ARCICONFRATERNITA S. MARIA DI LORETO E DEL PURGATORIO-1609- (Caserta). Oltre, naturalmente, all’ ARCICONFRATERNITA DI SAN NICOLA DI BARI E SS. ROSARIO -1719- di San Nicola La Strada, organizzatrice ed ospitante.

La cerimonia è partita dall’Arena Comunale “Ferdinando II”, eletto a splendido punto di ritrovo dei partecipanti, che vi sono giunti per la maggior parte con pullman organizzati.
Alle ore 17, dopo i saluti del Priore Pietro Ianniello e del sindaco Vito Marotta, il parroco Don Franco Catrame ha dato inizio alle preghiere che hanno accompagnato il Cammino delle congreghe lungo il seguente percorso:
Piazza Parrocchia, Via Appia, Via Marconi, Via Rossini, Via Da Vinci, Via IV Novembre, Via S. Croce, C.so de Gasperi, Via Duca d'Aosta, Via Petrarca, Via XX Settembre, Largo Rotonda, Via Cairoli, Via Bronzetti, Piazza Parrocchia.

Al termine, alle ore 19, il Vescovo di Caserta Mons. Giovanni D’Alise ha celebrato la Santa Messa assistito da Don Franco Catrame, i diaconi Don Michele Tagliafierro e Don Raffaele Santamaria e tutti i collaboratori parrocchiali.

Dopo la funzione, ha preso la parola Pietro Ianniello, Priore della Arciconfraternita di San Nicola di Bari e SS. Rosario, splendida padrona di casa della manifestazione: «
Carissimi, è con immensa commozione che voglio ringraziare tutti i presenti per aver condiviso con noi un momento di così grande gioia. Seconda tappa importante quest’anno, dopo le celebrazioni dello scorso 8 giugno, a ricordo del Tricentenario della “Confraternita di San Nicola di Bari”. Ringrazio S.E. Mons. Giovanni D’Alise che ci ha concesso il dono della sua presenza, per le preziose parole che sono luce sul nostro cammino, che speriamo vivamente di continuare insieme ancora per tanto tempo. Ringrazio di cuore il nostro amato parroco ed assistente spirituale Don Francesco Catrame per la fiducia ed il supporto grande che ci ha dato in questo periodo di preparazione e di grande impegno in attesa del Cammino e del momento celebrativo che abbiamo appena vissuto. Ringrazio, inoltre, i cari diaconi della parrocchia, il nostro amato sacrista Giorgio e tutte le associazioni parrocchiali».
Quindi, il suo grazie alle autorità civili e militari, e cioè il sindaco Vito Marotta,sempre disponibile a farci sentire la sua vicinanza”, l’Amministrazione comunale, i Carabinieri, la Polizia municipale e la Protezione civile, guidata da Ciro De Maio,che ci ha supportati con una organizzazione impeccabile”.
Ianniello ha poi voluto ringraziare la Pro Loco, il coro polifonico di Santa Maria degli Angeli diretto dal maestro Rosaria Natale, nonché il Corriere di San Nicola, “grazie al quale vengono immortalati con cronache giornalistiche e servizi fotografici tutti i momenti più importanti della nostra attività”.
Il pensiero va poi a tutti i confratelli priori presenti con le rispettive confraternite: «La vostra presenza è per me e per l’Arciconfraternita che mi onoro di guidare un’immensa gioia. Purtroppo sono pochi i momenti formativi che ci vedono insieme, ma sono sicuro che potranno essere sempre più pieni di condivisione fraterna. E’ importante ricordare sempre una cosa: il cammino delle confraternite non è una sfilata folcloristica, ma il simbolo di un popolo che nonostante tutte le differenze cammina insieme (in una profonda unione di intenti) verso Dio che come Padre viene incontro al Figlio. Siamo testimoni di Dio sulle strade della vita e come confratelli abbiamo il dovere di farci notare nella differenza. Il cammino che oggi abbiamo percorso insieme è una testimonianza di fede importante che non possiamo non prendere in considerazione, e soprattutto il mio augurio è che chi ci ha osservato dall’esterno possa essere rimasto colpito, non dai nostri colori, non dalle nostre bandiere, non dai nostri stendardi, ma dalla fede e dall’amore verso Dio che trasudano dai nostri cuori».

Momento finale con la consegna di targhe al Vescovo, a Don Franco, al sindaco e a tutte le confraternite partecipanti.

©Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE RISERVATA

(VIDEO a FONDO PAGINA)





VIDEO