Il PD sannicolese lamenta l'immobilismo del partito a livello provinciale

Non si può continuare a vivere questa fase stagnante che produce esclusivamente allontanamento e disaffezione

Riceviamo e pubblichiamo:

«In fase congressuale abbiamo sostenuto convintamente l’unità del Partito in provincia di Caserta, auspicando una ripartenza dopo la lunga fase commissariale.
Come sempre, inoltre, abbiamo messo in campo il nostro contributo di idee, da ultimo organizzando la sesta edizione della Festa Democratica, unica in Terra di Lavoro.
Non abbiamo fatto mancare il nostro sostegno elettorale in occasione delle ultime elezioni europee e delle ultime elezioni provinciali.
Purtroppo però gli inutili richiami all’unità e soprattutto l’assenza totale di iniziativa politica, nonché di coinvolgimento reale ci inducono a ritenere che il PD provinciale non possa continuare a vivere questa fase stagnante che produce esclusivamente allontanamento e disaffezione.
Tutto ciò va in contrasto con la spinta che Zingaretti sta tentando di imprimere verso l’apertura del Partito al mondo esterno e a tutte quelle energie positive che ancora credono in una politica diversa che contribuisca a migliorare le nostre difficili condizioni.
Sentiamo, quindi, la necessità di allargare la discussione nei Circoli e agli organismi di partito come la direzione e l’assemblea.
È utile infatti discutere delle problematiche delle singole comunità cittadine, degli enti locali e delle relative restrizioni economico - finanziarie e di personale, dell’assoluta mancanza di raccordo tra i diversi livelli istituzionali, delle annose e irrisolte questioni ambientali e infrastrutturali.
Il Partito provinciale non può far cadere nel vuoto le sollecitazioni che provengono dal nostro Circolo e da chi in questi giorni sta facendo sentire la propria voce!»

COMUNICATO STAMPA
Partito Democratico
Circolo di San Nicola la Strada

Pubblicato da ©Corriere di San Nicola