Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

dalla
PROVINCIA, dalla REGIONE, dall'ITALIA, dal MONDO

Notizie da
OLTRE I CONFINI DI SAN NICOLA LA STRADA



 

 

 

 

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
LUGLIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


 

ECOLOGIA & SALUTE

-Rubrica a cura di Gerardina Rainone-

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

PAOLO CONTE, FENOMENO DEL MOTOCICLISMO
Video-intervista al piccolo grande campione del motociclismo casertano che ha vinto le Interregionali Tirreno Adriatico e Trophy Cup.

Buone notizie! The Bright Side, il lato positivo delle cose

Come non lasciarsi manipolare dalle informazioni.
Intervista alla coordinatrice editoriale Maria Pia Tucci


Abbiamo cercato di farlo dalle pagine di questo giornale, qualche volta ci siamo riusciti, di certo non quanto avremmo voluto: abbiamo cercato di raccontare il bello, così ci è successo di scoprire storie straordinarie, associazioni culturali che si sono riprese un territorio devastato dalla criminalità, iniziative di grande umanità che hanno salvato, la bellezza che è risorta in un deserto di bruttezza, la cultura che ha trionfato sull’ignoranza.
Ci siamo accorti, insomma, che esiste una meravigliosa umanità e che l’informazione non è fatta solo di brutte notizie, anche se c’è qualcuno che costantemente cerca di raccontarci una realtà che non esiste, per giocare sulle nostre paure, per farci intravedere un futuro disastroso e devastante.
Non è così, non è quello il mondo reale. È questo lo spirito che sta animando una singolare iniziativa, the Bright side, che tradotto diventa il lato positivo (in realtà letteralmente bright significa luminoso, deriva da luce).
Si tratta di una Community che valorizza solo le buone notizie e le buone pratiche; sì, perché troppo spesso ci riempiono solo di parole; invece, avere degli esempi concreti aiuta a resistere, serve a convincerci che tutto è possibile, e che se altri hanno scommesso e vinto, possiamo farlo anche noi. La positività ci fa credere che un altro mondo possa esistere.
I promotori di questa iniziativa si definiscono cacciatori di buone notizie; attraverso un setaccio filtrano la realtà, per trovare le tre B: Bene, Bello, Buono.
Sul sito http://www.associazionetbs.it/ vi sono diverse sessioni, fra cui il Tg delle buone notizie, la Top Good news, le interviste positive e poi i temi spaziano dall’ecologia all’ambiente, dalla scuola alla cultura, al volontariato fino ad arrivare a tutti quei temi che solo a pronunciarli mettono di buon umore.
Il manifesto degli Bright Sider annuncia: L'associazione The Bright Side nasce per promuovere la lettura e l’informazione positiva dei cittadini e la formazione consapevole all'uso dei media e dei social.

Abbiamo intervistato la coordinatrice editoriale, Maria Pia Tucci e abbiamo voluto iniziare rivolgendole una domanda insolita:

-Ci parla delle... tre B?

«Siamo una rete di "Cacciatori di Buone Notizie" e, insieme al manifesto della positività, le tre B (“Bene, Bello e Buono del mondo”) costituiscono la mission dell’associazione no profit The Bright Side, che nasce per promuovere la lettura e l’informazione positiva e la formazione consapevole all'uso dei media e dei social.
Il Bene è nell’attenzione all’altro e quindi tutte le notizie che parlano di bene comune e che hanno a che fare con la costruzione di una società più egalitaria. L’attenzione al Bello si traduce nella tutela e nella valorizzazione della bellezza ambientale e dei beni culturali, il Buono è particolarmente orientato a voler raccontare le buone pratiche».

-Domanda classica e scontata: come è nata l’idea di questo portale?

«L’idea è nata con l’obiettivo di promuovere il più possibile la cultura dell’informazione positiva, mettendo al centro il racconto del bello che c’è, senza mai perdere di vista la deontologia legata alle regole della buona informazione».

-Come si svolge la ricerca delle buone notizie? Ricevete segnalazioni, vi concentrate su particolari temi, avete fonti da consultare? 

«Facciamo la tipica rassegna stampa, avvalendoci di quotidiani, settimanali e riviste, ricercando in rete le good news, per poi rilanciare gli articoli che raccontano storie “positive” in grado di far riconquistare al lettore il senso di speranza e fiducia. Accettiamo segnalazioni, verifichiamo le news e noi stessi diventiamo reporter delle buone notizie producendo interviste che poi pubblichiamo sul nostro sito e diffondiamo sui nostri canali social.
Abbiamo 14 rubriche che abbracciano i temi del sociale, della cultura dell’economia. Dal Tg Brigth curato dai più giovani, alla canzone positiva, alla Buona PA, al Tg del Volontariato, curati da altrettanti “volontari delle buone notizie”, 100 soci ordinari e 25 sostenitori che sono per noi una fonte inesauribile di buone notizie da divulgare».

-Nella sessione dedicata al Tg delle buone notizie, si legge che queste ultime sono volte ad aiutare bambini e ragazzi ad allenare la positività, notando il bello che accade nel mondo e che non viene raccontato.
Alla luce delle polemiche sulla didattica a distanza nelle scuole, qual è, secondo te, il pericolo più grande che corrono le nuove generazioni? 

«C’è un dato di fatto: la scuola tradizionale, come l’abbiamo conosciuta fino a qualche mese fa, probabilmente non esiste più. Il mutamento sociale, pagato a caro prezzo, del quale siamo stati protagonisti a causa della pandemia da Covid-19 ha azzerato quello che era il sistema scolastico tradizionale. Le nuove generazioni corrono il rischio di non recuperare più una tappa importante della loro formazione come persone, uomini e donne di domani. La scuola non è solo libri da studiare. La scuola è un sistema sociale, educativo e culturale e come tale non può prescindere dall’essere una comunità fatta di regole e spazi condivisi».

-Vi rivolgete molto, anche attraverso iniziative concrete, al mondo della scuola, per aiutare i ragazzi a sviluppare il pensiero critico. Ci spieghi bene questo concetto?
E cosa pensi dell’analfabetismo funzionale? Sono due fattori collegati?

«Il pensiero critico si sviluppa grazie ad una cultura pervasiva, che abbraccia cioè più ambiti del sapere e che metta la persona nelle condizioni di relazionarsi in modo obiettivo e competente, con gli altri e con il sistema sociale nel quale è inserito. Pensiero critico è, se vogliamo parlare dei mezzi di comunicazione, il non lasciarsi manipolare dalle informazioni, acquisendole senza “opporre resistenza” o dando per scontato che quella è l’unica verità. L’esempio più immediato è quello delle fake news. La ricerca e l’applicazione delle conoscenze al contesto sociale aiutano a combattere anche quei numeri, in crescita dell’analfabetismo funzionale».
 
Non esistono solo fake news, ma anche notizie manipolate, The Bright side mette a disposizione strumenti utili, per non essere più vittime di una cattiva informazione. Il sito web, attraverso le sue iniziative, mette l’accento su un tema importantissimo e molto diffuso nel nostro paese, purtroppo: come si possono avere idee chiare e comprendere il mondo, se non s’impara a elaborare tutte le informazioni che ci arrivano da più fonti? A verificarle, a metterle in dubbio?
La conoscenza, se non incontra il senso critico, non serve a nulla.
Maria Pia ci ha confidato di essere calabrese e di aver studiato a Napoli, città che ogni tanto torna a visitare per la sua bellezza (come darle torto?).
Quando le ho detto “Ho una buona notizia!”, lei mi ha risposto immediatamente: “Stai parlando con la persona giusta!”.
La buona notizia era che finalmente avevo preparato le domande per l’intervista. Vedere il lato positivo? Non è sempre facile, lo sappiamo bene, specialmente in questo periodo, ma non perdiamoci d’animo e diventiamo anche noi cercatori di felicità, fruitori e promotori di una vera informazione, che ci insegni una visione più libera, quella del mondo reale. Tutto è possibile.

Giovanna Angelino
©Corriere di San Nicola

https://www.facebook.com/gangelino1


 Leggi anche cos’è l’analfabetismo funzionale https://lifestyleslow.com/2020/05/29/analfabetismo-funzionale-o-analfabetismo-di-ritorno/

Alcune buone notizie dal Corriere di San Nicola:

https://www.corrieredisannicola.it/dalla-provincia/notizie/dalla-provincia/progetto-carbonara-la-voglia-di-cambiare

https://www.corrieredisannicola.it/dalla-provincia/notizie/dalla-provincia/crotone-ci-mette-la-faccia-non-e-solo-il-nome-di-una-pagina-facebook

https://www.corrieredisannicola.it/dalla-provincia/notizie/dalla-provincia/oltre-le-stese-il-mare-ma-nessuno-lo-sa

https://www.corrieredisannicola.it/dalla-provincia/notizie/dalla-provincia/nuova-vita-per-il-real-albergo-dei-poveri

https://www.corrieredisannicola.it/dalla-provincia/notizie/dalla-provincia/laserc-raccontiamo-il-bello-di-napoli

https://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/gli-angeli-guerrieri-della-terra-dei-fuochi


LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
LUGLIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori