Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
NOVEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


SPECIALE ELEZIONI COMUNALI 2020 

Le Elezioni Comunali 2020 di San Nicola la Strada raccontate dal Corriere di San Nicola

IL MONDO A SCALE 
-Racconto di Gerardina Rainone-


(Disegni di Virginia Cioffi)

PARTE III

 

ECOLOGIA & SALUTE

-Rubrica a cura di Gerardina Rainone-

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

I luoghi del contagio: impariamo a riconoscerli

Riaperture, e poi? Erin Bromage: Ecco perché non bisogna abbassare la guardia.

 Nelle pre-fasi, alle origini, quando non si immaginava che il Covid-19 dalla Cina sarebbe arrivato in Italia, il Ministro della Salute rassicurava gli italiani sull’inesistente rischio di contagio.
Dopo poco più di due mesi e qualche timida apparizione del Ministro, siamo giunti ...finalmente alla fase due.
Ciò che ha creato più panico e destabilizzato l’equilibrio emotivo del mondo intero sono state le poche informazioni che si avevano sulla nuova Pandemia. L’ignoranza, poi si è diffusa, travolgendo ciò che era bene fare e ciò che non andava fatto nel caos generale, mentre alcuni esperti, rincarando la dose, sono riusciti a parlare perfino di ciò di cui non avevano la minima cognizione.
Oggi, sicuramente si hanno più informazioni, soprattutto arrivano dai medici, che, impegnati in prima linea nella lotta con il virus, sperimentano e trasmettono i dati, mettendoli a disposizione del mondo scientifico.

Non finisce qui...
Anche le riaperture sono state poco chiare; ancora una volta, non avendo una visione completa, si è preferito dire ma non dire, consentire ma non troppo; la conseguenza prevedibile è che molti italiani non hanno compreso bene come comportarsi durante la fase due.

Fortunatamente, sul web si trovano interessanti articoli di autorevoli esperti che chiariscono i motivi per i quali non bisogna abbassare la guardia.
Il concetto base è che bisogna considerare spazi chiusi e tempi prolungati. Erin Bromage, immunologo e professore associato all’Università di Dartmouth, in un lungo articolo elenca i luoghi dove è più facile ammalarsi e afferma, senza mezzi termini, che la riapertura getterà benzina sul propagarsi del virus.

Secondo Bromage, i bagni abbondano di superfici che possono trasmettere il virus. Particolare attenzione bisogna prestare ai colpi di tosse e agli starnuti, che rilasciano rispettivamente tremila e trentamila goccioline e possono raggiungere una velocità di 300 chilometri orari e propagarsi molto velocemente sia all’aperto che in luoghi chiusi.
Il respiro è anch’esso conduttore di virus. Il professore afferma che i focolai peggiori possono esplodere nei penitenziari, negli ambienti di lavoro, come i call center, durante le cerimonie religiose e le feste, negli impianti di macellazione, nei ristoranti, durante gare sportive al chiuso.
I primi luoghi ai quali di solito si pensa che possano essere più a rischio contagio sono quelli chiusi, come i supermercati e i negozi; invece, secondo l’immunologo Bromage, il contagio dipende dal periodo prolungato di esposizione e dalla grandezza dello spazio chiuso. Se in un supermercato, ad esempio, si rispetta la distanza, e si transita solo per il tempo necessario per gli acquisti, indossando mascherine, quel luogo è molto più sicuro di altri. L’imperativo quindi è quantità (delle goccioline: tosse, starnuti, respiro) e tempo.

Un altro interessante articolo apparso sulla rivista Vox mette a confronto studi condotti sulla trasmissibilità del virus all’aperto, rilevando alcune incongruenze fra le diverse ricerche effettuate dagli esperti.
Molti di tali studi stabiliscono i metri di distanza fra un corridore e l’altro, calcolando la quantità di particelle emesse e così via. In realtà, stando all’aperto e in luoghi poco affollati, si riesce ad avere una buona distanza da altre persone; di conseguenza si riduce la durata dell’esposizione al virus e la ventilazione dell’aria riduce di gran lunga il rischio di contagio.
Anche all’aperto, però, bisogna rispettare le distanze e utilizzare le mascherine, anche se ci sono indubbiamente rischi minori.
Non è un mistero il fatto che in molte parti del mondo e anche in Italia si è pensato alla riapertura per ovvie ragioni economiche, sottovalutando che la fase due potrebbe essere un’ulteriore occasione di diffusione del virus. In fondo i dati oggettivi sono pochi, si parla di previsioni, di curve, le quali quando scendono possono risalire, come sta avvenendo in altri paesi, ad esempio in Cina, dove è stata imposta una nuova quarantena. Il direttore generale dell’OMS ha dichiarato che la pandemia è tutt’altro che finita. Non possiamo più circoscrivere gli eventi al nostro paese; ciò che avviene nel mondo ci riguarda sempre più da vicino, è globale e non possiamo più seguire le fasi, gli annunci, le curve e ancor meno i numeri. Questo è il momento di attingere al buon senso, merce sempre più rara in questi tempi, a quanto pare.




Giovanna Angelino
©Corriere di San Nicola
https://www.facebook.com/gangelino1




Leggi anche l’articolo integrale di Erin Bromage https://lifestyleslow.com/2020/05/21/covid-19come-evitare-il-contagio-nei-giorni-della-riapertura/

Immagine Erin Bromage:CNN


LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
NOVEMBRE 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2020-2025 


ORGANIGRAMMA
della
amministrazione comunale

 
PROGRAMMA
AMMINISTRATIVO



 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
  Vedi Elenco Operatori