Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
GIUGNO 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

MUSICHE ORIGINALI
del DUO RAINONE-CHIACCHIO
 
(con sottosezione BRANI DIDATTICI)
Le biografie degli artisti

VIDEOPOESIE 


-rubrica di Gerardina Rainone-


29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

Il "concittadino" Don Antonio: “A San Nicola la mia esperienza più bella”

Si è svolta la cerimonia di investitura a cittadino onorario dell’ex parroco che guidò Santa Maria degli Angeli dal ‘71 al ’90. 
Don Franco: “Caro Don Antonio, tu hai avuto un’età aurea come parroco e come comunità parrocchiale”. 
Guarda il VIDEO su youtube: 
https://youtu.be/1s39ZXVCAAw

Un tripudio di gioia e di commozione ha fatto da cornice alla cerimonia di consegna a Mons. Antonio Pasquariello della cittadinanza honoris causa di San Nicola la Strada.

Don Antonio: così egli vuole che lo si continui sempre a chiamare e soprattutto così i suoi “concittadini” che mai lo hanno dimenticato. Nelle sue parole rivolte ai fedeli e alla città alberga tutto l’amore, tutto lo spirito di comunità che ha animato la sua missione spirituale svolta a San Nicola per due decenni: “Il nostro impegno deve essere quello di vivere Cristo in terra. Non solo a parole, ma con segni. Il cristiano deve portare avanti un discorso di promozione umana e di civiltà”.

Molto bello anche il discorso di Don Franco Catrame, che ha accolto con gioia l’onorificenza assegnata al parroco di cui fu vice agli inizi della sua vita sacerdotale.

Caro Don Antonio -ha detto Don Franco- tu hai avuto una età aurea come parroco e come comunità parrocchiale. Oggi, purtroppo, la realtà è ben diversa. Si cambia sempre e purtroppo non si cambia sempre in meglio. Anche per noi sacerdoti c’è un prima e c’è un dopo”.

Don Franco si sente in comunione e sintonia con Don Antonio e, citando una frase di Paolo VI, esalta a viva voce il concetto di “missionarietà”, che “è la natura della chiesa”.
Oggi, però -aggiunge- pare che si sia perso tutto. Anche chi è chiamato a questo ministero, tante volte non sente questo grande desiderio di vivere questa missionarietà della nostra comunità. Oggi sembra che noi sacerdoti della nostra età siamo passati. Oggi ci sono nuovi metodi, nuove forme. Ma non vorrei che queste nuove forme siano soltanto tali. Esse hanno bisogno di un’anima, di un cuore, perché altrimenti sono dei semplici passaggi che non lasciano grandi tracce. La comunità, come un tempo era vicina al suo parroco, al suo sacerdote, dovrebbe continuare ad esserlo. Non è per forme di attrattiva che si deve sentire la partecipazione. Il sacerdote porta dentro la grazia che riceve e che condivide. La vera comunità prega per il pastore e lo sostiene, non abbandona i suoi pastori”.

Grazie a Don Antonio, -così Don Franco ha concluso il suo accorato intervento- grazie a quanti in questi anni sono rimasti suoi amici. E’ veramente importante rimanere amici. Gesù ci ha parlato di amicizia. Partiamo da questo. Siate miei amici, voi dovreste essere gli amici del parroco, gli amici del sacerdote, di chi qui spende la sua vita. Non è un ufficio, è un dono di vita quello del sacerdote. Una volta questo era chiaro, era sentito, era più vivo, c’era la corrispondenza. Spero che ci sia ancora”.

A celebrare, sabato 15 maggio, la Santa Messa -animata dalla Corale polifonica parrocchiale e partecipata da fedeli, rappresentanze di associazioni cattoliche (tra cui quella degli Accollatori San Nicola) e autorità (sindaco Vito Marotta, presidente del consiglio comunale Eligia Santucci, comandante della polizia locale Alberto Negro, alcuni assessori e consiglieri comunali- è stato lo stesso Mons. Don Antonio Pasquariello insieme con Don Franco Catrame e Don Pasquale Lunato (il parroco che ha guidato per il periodo di tempo più lungo Santa Maria degli Angeli).
Al loro fianco i diaconi Don Michele Tagliafierro, Don Raffaele Santamaria e Don Lino Tiscione.  

Al termine della funzione, la cerimonia di consegna ufficiale a Don Antonio Pasquariello del titolo di cittadino ad honorem con gli interventi del presidente onorario della Pro Loco, Lucio Bernardo (il presidente effettivo Carlo D’Andrea, come noto, è in forzata convalescenza e proprio ieri ha rivolto il suo saluto ai convenuti tramite il Corriere di San Nicola), del presidente dell’assise comunale e del sindaco.

Tutti, naturalmente, a ricordare i motivi del conferimento di questa onorificenza, che sono stati espressi nel documento deliberato dal consiglio comunale nello scorso febbraio su proposta della Pro Loco. 


Don Antonio Pasquariello è stato il terzo parroco più longevo della storia di Santa Maria degli Angeli: per un periodo più lungo rispetto al suo, precisamente 22 anni, hanno guidato la parrocchia Don Pasquale Lunato (dal 1990 al 2012) e Don Filippo Raffone (dal 1846 al 1868).

La prima e più completa biografia di Don Antonio Pasquariello fu scritta nel 1988 dallo storico periodico di San Nicola la Strada “Il Ponte” in occasione della sua nomina a “Personaggio dell’Anno”: fu, questo, un segno di riconoscenza e di gratitudine che la testata co-fondata e diretta da Nicola Ciaramella volle porgere in suo onore, a concreta testimonianza di quanto già fosse fortemente sentita nel cuore della popolazione l’importanza della sua opera, poi sfociata, oggi, 33 anni dopo, nel conferimento della cittadinanza onoraria.

Nato a Caserta-Briano il 15 luglio 1940, Don Antonio trascorse la prima infanzia a Roma e terminò le scuole elementari a Caserta, dove ritornò per la prematura scomparsa della mamma. Con l’aiuto del padre, brigadiere di polizia, frequentò le scuole medie all’Istituto Giannone e nel 1952 entrò in seminario a Caserta.

Nel 1954 si trasferì al seminario di Benevento, dove portò a termine gli studi liceali e teologici.

Il 5 luglio 1964 venne ordinato sacerdote e quindici giorni dopo gli vennero affidate le parrocchie casertane di Garzano e Tuoro. Nello stesso tempo l’allora cardinale Rizzardi gli conferì l’incarico di vice rettore del seminario di Benevento.

Nel 1967 si iscrisse a Roma al corso di Missiologia e, dopo il primo anno di studi, si recò in Africa nel Burundi per completare la tesi sui Watussi.

Nel 1969 fu nominato parroco di Caserta-Sommana.

Il 14 febbraio 1971 prese possesso canonico della parrocchia di Santa Maria degli Angeli in San Nicola la Strada, succedendo al compianto Don Domenico D’Andrea, che l’aveva guidata dal 1954.

Il momento era critico, ma il giovane sacerdote non si diede per vinto. San Nicola la Strada era una cittadina in via di espansione e presentava delle problematiche più ampie e complesse rispetto alle parrocchie amministrate in precedenza. Gli venne consegnata una chiesa grandissima priva di casa canonica, senza strutture di sostegno e con grandi problemi di manutenzione. Trovato alloggio, inizialmente in affitto, in un vecchio fabbricato della famiglia Giannotti in Via Santa Croce (che adibì a sede di attività parrocchiali), dovette rimboccarsi le maniche. 
Pian piano conobbe l’ambiente, le tradizioni, la cultura cittadina. 
Nel 1975 ricavò una stanzetta nei locali parrocchiali e vi prese dimora. 
Nel 1978 creò l’oratorio utilizzando i locali della cripta, adibiti fino ad allora a catacombe-ossario. 
In quegli anni diede anche fondamentale impulso per la ripresa delle attività della Confraternita di San Nicola di Bari, riaprendo e ristrutturando, tra l’altro, la cappellina-sede di Via Bronzetti. 
Nel 1980 affrontò da solo, in più riprese, i ladri che saccheggiarono letteralmente la chiesa, asportando pezzi pregiati del 600-700 napoletano. Il patrimonio artistico di San Nicola la Strada perse per sempre il Gesù Bambino in legno di San Stanislao Costa, il Gesù Bambino della Madonna del Carmine e molti pezzi del presepe. Neppure il pastorale in argento di San Nicola venne risparmiato.

Poi il terremoto del novembre 1980.

La chiesa rimase chiusa per circa sei anni con comprensibile disorientamento dei parrocchiani. Don Antonio si adoperò per ricucire questi scompensi. Trasferì tutte le attività parrocchiali nei locali dell’ex orfanotrofio, grazie anche all’interessamento dell’amministrazione comunale (in quel periodo guidata da Marco Ursomando e poi da Felice D’Andrea). Le funzioni religiose vennero celebrate nella cappella dell’orfanotrofio che, se pur piccola, assicurò il conforto della presenza liturgica. 
Nel 1985 ebbe a battersi senza sosta, con tenacia, forte determinazione, sacrificio personale e con il trasporto dello spirito, per strappare alla lenta macchina della burocrazia e della politica la ristrutturazione della chiesa madre, che languiva ormai da cinque anni. 
Si rivolse al pretore di Caserta e denunziò i gravi ritardi della ditta romana a cui erano stati affidati i lavori; conquistò, così, il diritto di terminare il primo lotto di lavori con una ditta di fiducia del luogo, l’impresa di Giuseppe Feola, ottenendo l’agibilità delle strutture e la riapertura al culto nel 1986. Don Antonio si adoperò, negli anni successivi, per dotarla di un altare in marmo (suo dono personale), nuovi banchi e nuove campane.

La vita riprese, anche se molto doveva essere ancora fatto.

L’oratorio crebbe, in breve si raggiunse la cifra di 150 ragazzi iscritti. Anche l’Azione Cattolica, uomini e donne, raggiunse le 50-60 unità. Santa Maria degli Angeli, la “parrocchia della piazza”, iniziò una nuova stagione, riunendosi e riorganizzandosi intorno al suo parroco, figura ricca di carisma e di spiritualità.

Ma l’opera di Don Antonio non si esauriva nei confini di San Nicola la Strada.

Le sue riconosciute capacità gli permisero di ricoprire in Diocesi incarichi di rilievo. Fu, in quegli anni, vicario per gli affari economici del Vescovado di Caserta, presidente del Tribunale ecclesiastico, vicario generale per le cause matrimoniali, vicario per le cause di beatificazione, presidente dei revisori dei conti della Diocesi.

Il 20 gennaio 1990, con una solenne funzione celebrata nella Cattedrale di Caserta, Mons. Antonio Pasquariello, a seguito di incarico conferitogli dal Vescovo Cuccarese, prese possesso canonico della Parrocchia di S. Michele Arcangelo. 
Fu il primo passo del proseguimento di un cammino ancora più importante nella diocesi casertana, poi culminato nella nomina a Vicario Generale e Vicario giudiziale del tribunale diocesano.  

Nicola Ciaramella 
©Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE RISERVATA  

 


GLI ARTICOLI DEL CORRIERE DI SAN NICOLA SULLA CITTADINANZA ONORARIA A DON ANTONIO PASQUARIELLO: 

-https://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/conferita-a-mons-don-antonio-pasquariello-la-cittadinanza-onoraria

-https://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/mons-antonio-pasquariello-sara-cittadino-onorario-di-san-nicola-la-strada 























 




FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
GIUGNO 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

MUSICHE ORIGINALI
del DUO RAINONE-CHIACCHIO
 
(con sottosezione BRANI DIDATTICI)
Le biografie degli artisti

VIDEOPOESIE 


-rubrica di Gerardina Rainone-


29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di
GIUGNO 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2020-2025 


ORGANIGRAMMA
della
amministrazione comunale

 
PROGRAMMA
AMMINISTRATIVO



 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
  Vedi Elenco Operatori