Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

*Cristianesimo

 


AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


L’Elisir di lunga vita





"Fu così che decisi di mandare al diavolo il regno di Piemonte e Sardegna"...
 









VECCHI ARTICOLI SEMPRE NUOVI... In genere ripropongo, in questa rubrica, articoli pubblicati in passato sul “Corriere di San Nicola” (cartaceo e online). Questa volta, invece, mi piace ricordarne uno che scrissi sul periodico “Il Ponte” (precisamente nel numero di marzo-aprile 1988), il primo giornale di San Nicola che ho avuto l’onore di dirigere e del quale ero stato co-fondatore.

Nel marzo di alcuni anni fa mi trovavo in Piemonte, esattamente ad Alessandria, in veste di aspirante segretario comunale. Stavo sostenendo un corso formativo, tenuto da insigni docenti. Un giorno il professore di urbanistica, piemontese purosangue, alla richiesta di un mio collega che chiedeva lumi sui motivi del grave ritardo riscontrato al Sud nell’approntamento di idonei strumenti di pianificazione territoriale, rispose, con ferma convinzione, che la domanda non era attinente, in quanto il corso verteva sull’urbanistica italiana, e per lui l’Italia era compresa tra Firenze Nord e le Alpi!
Quell’affermazione donò grande gioia ad un altro mio collega salernitano, il quale, in uno slancio di grande passionalità, tipicamente sudista, abbracciò un collega pistoiese, dicendogli: “Paisà!”.
Ancora più forte fu lo sdegno di quest’ultimo, il quale, con grande scaltrezza, si divincolò dall’attaccaticcio uomo del Sud gridandogli in faccia, quasi deridendolo: “Stupido, non conosci la geografia... Pistoia è a nord di Firenze!”.
Fu così che decisi di mandare al diavolo il Regno di Piemonte e Sardegna e accettai l’invito di tornarmene dalle mie parti, alla corte di gente certamente più seria. E fu anche così che iniziai a credere veramente che i nordisti, specialmente i piemontesi, sono un po’ “razzisti” nei nostri confronti. “Piemontesi falsi e cortesi”, dicono ironicamente in giro. Non è tanto una semplice battuta! Qualcosa di vero c’è e allora, da quel giorno, non so perché, gioisco ogni qualvolta al Sud dimostriamo di essere più bravi di questi signori. Gioisco quando perde la Juventus, simbolo sportivo e anche più del Piemonte, gioisco quando gli affari della Fiat (...!) non vanno bene; gioisco per la “r” moscia di Agnelli, che lo fa sempre un po’ femminuccia, in contrapposizione a noi maschi del Sud, tosti e gagliardi. E ho gioito e sto ancora gioiendo come un forsennato per l’ennesima caduta del piemontese Goria, un uomo certamente valido, ma pur sempre un piemontese! Dicono che sono così bravi questi figli di Cavour, eppure questo simpaticone -anche lui con la “r” moscia- proprio non ci riesce a tenere fermo un governo, facendo ogni tanto ribalenare l’orrendo mostro delle elezioni anticipate... Ma la mia gioia diventa immensa, in questi momenti, perché ho qualcosa di molto tangibile da contrapporre alla fragilità goriana.
Caro signor Goria, lo sa lei che, mentre i suoi governi continuano a cadere come mele fradicie, noi di S. Nicola la Strada, un piccolo paese del Sud, abbiamo battuto tutti i record di lunga vita di un’amministrazione comunale? Lo sa lei che il nostro pugno di eroi è riuscito a governare per tutti i cinque anni della legislatura? Venga a prendere lezioni da noi, signor Goria. Qui sappiamo come tenerci uniti. Cosa aspetta a farsi una capatina da queste parti per capire i segreti di cotanta destrezza? E non si formalizzi -non è da lei!- sul fatto che al record di durata di una legislatura sannicolese si aggiunge anche quello della durata e persistenza dei problemi sannicolesi... Perdiana, come poteva la nostra cara amministrazione pensare a risolvere questi problemi, impegnata com’era duramente a trovare la giusta misura di questa inconsueta stabilità?
Non fa niente, signor Goria, se in cinque anni i problemi di questa città sono cresciuti, perché a quelli di cinque anni fa si sono aggiunti quelli degli ultimi cinque anni. Diavolo, come si poteva pensare all’uno e all’altro! O si cerca, in qualsiasi modo, di giungere alla fine della legislatura per non ricorrere a nuove elezioni, o si pensa a risolvere i problemi. Noi abbiamo preferito scegliere la prima strada, molto più ardua e forse anche comoda, anche perché noi del Sud, signor Goria, ci affezioniamo molto alle nostre cose e ai nostri problemi e ci dispiace da piangere se ce li tolgono.
Tanto, al problema dell’acqua, delle scuole (legga il numero precedente di questo giornale...), del traffico, dell’immondizia, degli appalti pubblici, della pianificazione urbanistico-demografica, delle rapine al buio delle strade, della 167 (record da Guinness dei Primati: tre legislature e ancora tutto come un decennio fa...), dei trasporti pubblici, delle strutture sanitarie, del fetore delle fogne, degli allagamenti per un po’ di pioggia in più, della scomparsa del verde, della schifezza di moltissime strade, della insufficienza dei vigili nei punti cardine (l’altro giorno, uscendo dalla scuola Mazzini, un giovane studente si è salvato per miracolo dalle grinfie di uno stolto automobilista che imperversava allegramente sull’autodromo di viale Italia), della carenza di impianti sportivi, ettici ettici (bravo, Frassica!) penseranno i prossimi nuovi amministratori. Perché noi di S. Nicola, signor Goria, non siamo come voi del governo italiano: noi non siamo sempre gli stessi, noi sappiamo rinnovarci! Molti attuali amministratori già sanno che non si ripresenteranno alle prossime elezioni, perché essi stessi vorranno passare il testimone, coscienti di aver esaurito il compito, a chi dovrà ripeterne le ardimentose gesta...
Altrimenti, che razza di anti-piemontesi siamo?

Nicola Ciaramella, aprile 1988
(L'anno al quale mi riferivo nell'articolo era il 1979. Avevo vinto il concorso per Segretario Comunale ed ero stato assegnato alla provincia di Alessandria. Presso quella Prefettura stavo sostenendo, con altri colleghi provenienti da varie regioni d'Italia, soprattutto dal Sud, il corso per poi essere immesso in ruolo.
Decisi di andarmene, anche perché, nel frattempo, si erano aperte altre prospettive in Campania. Fui assunto, dopo una dura selezione, dal Credito Italiano (oggi Unicredit). Mi ricordo che durante il primo contatto con il funzionario dell'ufficio Personale della banca mi fu detto: "Ha fatto bene ad andarsene dal Piemonte".
Poi, qualche mese dopo, venni a sapere che egli era un piemontese "doc").


 

 

 

 

 

 


PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
OTTOBRE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori