La testata locale 
più longeva della provincia 

-------
FONDATO E DIRETTO 
da Nicola Ciaramella

      

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
DICEMBRE 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

VIDEOFOTOTECA 


Documenti filmati e fotografati per la storia e per l'attualità 


-di Biagio Pace- 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

WORKING PROGRESS 
Riflessioni 
di 
Antonio Serino 

-Biografia dell'autore- 

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

TUTTO IL "DISSESTO FINANZIARIO" MOMENTO X MOMENTO 
Come si giunse al giorno più nero della storia amministrativa sannicolese e chi nulla fece per evitarlo 

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

DOSSIER FESTA DI SAN NICOLA
E
FESTA "VIRTUALE" 2020
FESTA "VIRTUALE" 2021
Dedicato alla mia città e a tutti coloro che la tengono stretta nel cuore
Nicola Ciaramella

Priore Pietro Ianniello: “Eccomi”

Si è insediato il nuovo consiglio dell’Arciconfraternita di San Nicola.
La solenne cerimonia di presa di possesso del seggio priorale è stata officiata dal delegato diocesano Don Carmine Ventrone.



Pietro Ianniello, eletto all’unanimità dall’assemblea plenaria dei soci lo scorso 10 gennaio, ha ricevuto l’investitura ufficiale di Priore dell’Arciconfraternita di San Nicola di Bari e SS. Rosario di San Nicola la Strada per il triennio 2021/2024.
E’ per lui la conferma, dopo aver guidato il governo della più antica associazione sannicolese nel quinquennio 2015-2020.

Il solenne rito di investitura (presa di possesso del seggio priorale) si è svolto domenica 28 febbraio in Santa Maria degli Angeli alla presenza di autorità comunali (sindaco Vito Marotta e assessori Maria Natale, Antonio Terracciano, Alessia Tiscione), fedeli e rappresentanti dell’Associazione Accollatori.

Molto toccante il cerimoniale, che ha preso inizio dopo l’omelia della messa delle 18.30 celebrata da Don Carmine Ventrone, responsabile diocesano per i rapporti con gli Enti ecclesiastici e gli Enti non ecclesiastici, insieme con il parroco Don Franco Catrame e i diaconi Don Michele Tagliafierro e Don Raffaele Santamaria.

«Un antico e particolare rito -come ha spiegato il gonfaloniere Michele Pesce- che nasce da una simbologia che vuol significare la risposta di accettazione da parte dell’uomo all’invito di Dio per la realizzazione del suo progetto d’amore, di salvezza e di gioia. L’uomo nella consapevolezza dell’inferiorità, dettata dal peccato, sceglie di seguire l’invito di Dio per la salvezza del mondo, assumendosi la piena responsabilità di ciò che Dio stesso chiede e ciò di cui il mondo ha bisogno. La risposta a Dio nasce dalla preghiera, dal discernimento, dall’adempiere la propria vocazione, parole che insieme forniscono la chiave di lettura di questa celebrazione come Figli di quel Dio che facendosi uomo ha poi donato, completamente, se stesso sulla croce per la salvezza dell’umanità.
Una scelta, la nostra, di speranza, di vita, di amore, di carità che deve essere motivo di riflessione per chi, a volte troppo preso dalle sconfitte personali, chiude gli occhi davanti a chi lo circonda e si auto costringe a vivere in un mondo che non vuole e non sa più sperare
».

L’officiante Don Carmine Ventrone ha chiamato uno ad uno gli eletti, tutti seduti alla destra dell’altare e vestiti in camice bianco di cotone che richiama la tunica indossata da Gesù nella sua Passione Redentrice (originariamente di lino o iuta, le stoffe più comuni e povere dell’epoca, esso manifesta pubblicamente l’impegno di espiazione per i peccati del mondo e di pacificazione sociale).

Eccomi”: questa la risposta del priore Pietro Ianniello, del vice-priore Nicola Feola, del segretario Antonio Pascariello, dei consiglieri governatori Giovanna Alfieri, Nicola Tagliafierro e Eugenia Corbo.

I confratelli e consorelle del consiglio direttivo hanno poi risposto ad alcune domande poste dall’officiante per verificare il loro stato di libertà nella scelta fatta e la loro personale adesione al progetto di Dio e dell’Arciconfraternita.
A questo punto, il momento della benedizione degli eletti e delle insigne, deposte su un tavolo alla sinistra dell’altare.

Tutti hanno quindi indossato il cingolo o cordone, che cinge i fianchi ed è un richiamo alle funi con cui fu legato il Signore e quindi li fa sentire stretti a Lui, alla Sua Legge, e ad avere autocontrollo morale.
Poi la vestizione con la cappa (di colore rosso porpora, simbolo di regalità, ma anche di fuoco e sangue e di ardente carità, sacrificio e martirio), segno e manifestazione dell’appartenenza alla Confraternita (quella delle consorelle si chiama invece mantello, simile a quello dei frati, portato dalle prime donne che affiancarono i Penitenti del Medioevo, quando questi si erano ormai organizzati e spiritualmente uniti agli ordini religiosi).

Infine, tutti gli eletti hanno indossato il medaglione con l’effige di San Nicola che scende sul petto dei confratelli tramite una cordoniera color oro (esso indica che i confratelli appartengono tutti alla stessa “casàtia” ossia alla stessa confraternita).

Un altro momento molto denso di simbologia è stato la consegna al priore Pietro Ianniello della chiave dell’Arciconfraternita (affinché egli possa aprire le porte di Cristo a tutti coloro che lo cercano), dello Statuto ed del Regolamento Diocesano (con l’invito ad osservarlo dignitosamente e con amore, coinvolgendo in questa azione quotidiana tutti i confratelli e consorelle) e del bastone, che sta a simboleggiare il suo ruolo di guida nel camminare avanti a tutti sulla via della fede in Cristo Gesù.

Il cerimoniale si è chiuso con la consegna a tutti gli eletti membri del nuovo Governo di un cero acceso, affinché la sua luce li possa illuminare per indicare ai propri confratelli e consorelle la strada che porta a Nostro Signore Gesù Cristo.

Al termine, a simboleggiare lo stretto legame che esiste tra tutti i soci dell’Arciconfraternita, a prescindere dai loro ruoli, tutti a sedersi negli scanni insieme a tutti gli altri confratelli.

La messa è poi proseguita, animata dai canti e dalle musiche del coro polifonico di Santa Maria degli Angeli.

Al termine, il discorso di insediamento del Priore: «Grazie a tutti per essere convenuti a questa cerimonia così importante per il cammino della nostra Arciconfraternita. Mi corre l’obbligo come primo atto di questo secondo mandato ringraziare tutti i confratelli e le consorelle che ancora una volta mi hanno ritenuto degno della loro fiducia, riconfermando il mandato che ho già svolto nel quinquennio precedente. Nel prossimo triennio spero sinceramente di non deluderli e mi auguro che insieme al nuovo Direttivo possiamo scrivere nuove pagine di una storia antica più di trecento anni. Sono grato al Parroco nonché Padre Spirituale, Don Francesco Catrame, che ci supporta e sopporta con grande amore e comprensione; al vice parroco Don Stefano Sgueglia che stiamo imparando a conoscere; al delegato diocesano ai rapporti con gli Enti ecclesiastici e non Ecclesiastici, Don Carmine Ventrone, sempre molto caro e disponibile e pronto a tenderci una mano in caso di bisogno. Colgo l’occasione per chiedergli la cortesia di portare il mio saluto e quello di tutta l’Arciconfraternita a Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Pietro Lagnese al quale stiamo iniziando ad affezionarci e che speriamo di incontrare quanto prima di persona. Un sentito grazie anche ai nostri diaconi Don Michele e Don Raffaele che all’occorrenza ci sono sempre vicini».

Pietro Ianniello ha poi ringraziato le autorità comunali e militari, la protezione civile, le associazioni parrocchiali, la Pro-Loco, i rappresentanti delle confraternite vicine, il coro polifonico e «tutti voi che in tutti questi giorni di attese mi avete manifestato con gioia il vostro affetto e la vostra vicinanza».

«L’Arciconfraternita -ha continuato Ianniello- sta continuando a svolgere le sue attività senza sosta nonostante le avversità dell’ultimo anno. Il Covid ha segnato un po’ le vite di tutti creando difficoltà, scissioni, sofferenza, morte.
A tal proposito voglio affettuosamente ricordare un confratello che ci guarda da lassù, il caro zi’ Mattia Gionti che di recente, insieme alla moglie, ha lasciato questa valle di lacrime e ci manca tanto. Tra le mille difficoltà l’Arciconfraternita è sempre presente, non come vuota rappresentazione folcloristica ma come carità operosa in mezzo alle persone.
Spero che continuando questo cammino possiamo slegarci dall’incastro della liturgia ordinaria preparandola alla liturgia dell’accoglienza e della carità. Allo stato attuale nella nostra associazione regnano fiducia e rispetto reciproco, supporto, generosità, apertura, ospitalità e stima. Punto centrale del nostro programma è quello di continuare a dare linfa e vigore all’Arciconfraternita attraverso un percorso di formazione che consenta ad ogni Confratello e Consorella di prepararsi ad affrontare il compito a cui sono chiamati. Senza formazione, non ci sarebbe la base essenziale a garantire l’integrità e la sopravvivenza delle Confraternite nel futuro. Mi auspico che con le confraternite della diocesi e le altre associazioni locali sapremo realizzare progetti comuni di aiuto, carità e di testimonianza
».

Un pensiero che Pietro Ianniello non poteva assolutamente dimenticare: «Mi sono riservato in ultimo un ringraziamento speciale ad una persona fondamentale per la nostra associazione: il caro Priore Emerito Antimo Corbo che continua a collaborare attivamente con tutti noi. A parte l’affetto che ci lega da sempre, devo pubblicamente riconoscergli che, in pieno lockdown nazionale, non mi ha fatto mai mancare il proprio sostegno e la propria vicinanza».

Infine, l’invito che Ianniello ha rivolto a chi desideri approfondire la realtà confraternale: «Tutti si possono recare il sabato pomeriggio nella Cappella in Via Bronzetti per partecipare ad uno dei nostri incontri di formazione. Ricordo, inoltre, che sono aperte le iscrizioni. Auguro a tutti un buon cammino».

Al priore Pietro Ianniello il sindaco e l’amministrazione comunale di San Nicola la Strada hanno dedicato una targa a formulare “voti augurali per il cammino di fede di tutti di tutti gli associati e per la devozione al nostro Santo Patrono”.

Si è chiusa così la serata del 28 febbraio 2021, che, come quella dell’8 giugno 2019 celebrativa del Tricentenario della sua fondazione, aggiunge un altro meraviglioso capitolo nella storia dell’Arciconfraternita e della nostra città.
Onorati di aver contribuito ad immortalarlo, con articoli, foto e video pubblicati sul Corriere di San Nicola.

Nicola Ciaramella
©Corriere di San Nicola 




VIDEO IN CARICAMENTO... RICOLLEGARSI PIU TARDI...






FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
DICEMBRE 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

VIDEOFOTOTECA 


Documenti filmati e fotografati per la storia e per l'attualità 


-di Biagio Pace- 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...


Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

WORKING PROGRESS 
Riflessioni 
di 
Antonio Serino 

-Biografia dell'autore- 

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

GRAZIE A TUTTI COLORO CHE HANNO SAN NICOLA LA STRADA NEL CUORE

 
... Com'era Piazza Municipio agli inizi degli anni ’60 ...

 

FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

TUTTO IL "DISSESTO FINANZIARIO" MOMENTO X MOMENTO 
Come si giunse al giorno più nero della storia amministrativa sannicolese e chi nulla fece per evitarlo 

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

DOSSIER FESTA DI SAN NICOLA
E
FESTA "VIRTUALE" 2020
FESTA "VIRTUALE" 2021
Dedicato alla mia città e a tutti coloro che la tengono stretta nel cuore
Nicola Ciaramella

LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Storia dei Carabinieri di San Nicola la Strada

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di
DICEMBRE 2021

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2020-2025 


ORGANIGRAMMA
della
amministrazione comunale

 
PROGRAMMA
AMMINISTRATIVO



 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
  Vedi Elenco Operatori