Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 26 - Febbraio 2004 - Home 22 gennaio 2021 13:37:25




Sabato Santo con il “CORRIERE”
...



Centro Giovani: convegno sul disagio
...



POETI AL GIUDIZIO DEGLI STUDENTI
...



Le "delizie" di Marisa Caccavale
...



La Pasqua dell' Associazione Barchetta: il soprano sannicolese Marisa Caccavale in concerto a Caturano
...



Prima Rete si dissocia...
...



Ma dov'è questa CITTA' ?
...



La...CITTA' in diretta!
...



Radioprimarete: è la volta di Luca PARADISO
...



Un week-end con Cecilia
...



<< Successiva Precedente >>


IN QUESTO NUMERO


POLITICA

Bilancio 2004: stesse tasse più servizi
Da F9 a D4, in dirittura d'arrivo la battaglia navale per la nuova chiesa
Non aumenteranno le tasse ma nemmeno l'occupazione
I nostri sondaggi più forti dei...virus


VARIE




SPORT


SPETTACOLI





Il 22 febbraio si terrà la ventinovesima edizione della “Mascherina d’Argento”. A settembre, il “Pierino d’Oro” compie trent’anni: resistono le due più antiche iniziative musical-folkloristiche sannicolesi ideate dal mito di Pierino Fusco. Tutto questo grazie a…

Articolo di: Nicola Ciaramella
Enzo di Nuzzo, il grande "continuatore"

Enzo di Nuzzo - "il grande continuatore"

Pierino Fusco lo elesse suo erede naturale quasi per scaramanzia: “ Se dovesse succedermi qualcosa -disse sorridendo, rivolgendosi ad Enzo Di Nuzzo- fate in modo che queste mie iniziative vadano avanti …”.
Pochi mesi dopo, l'irreparabile. Un mattino, svegliatosi un po' ansioso, chiese una camomilla non molto dolce.
Intorno a lui, la moglie e i primi clienti della giornata. Il tempo di sorseggiare con desiderio quella miracolosa pozione e, improvvisamente, la disperazione e l'amarezza avvolsero tutta la stravagante ed originale fantasìa del suo mitico bazar-tabacchi…

Il suo “pupillo” Enzo, che, forse, aveva inconsciamente già metabolizzato quelle fatidiche parole dette solo per scherzo, si vide improvvisamente crollare il mondo addosso. Ma, fortissimo dell'esperienza maturata come “alter ego” del mitico ed indiscusso “patron”, non ebbe a scoraggiarsi. Anzi!

Oggi, è grazie a lui che, a distanza di oltre un decennio, sopravvivono le due più importanti e famose manifestazioni artisticomusicalcanore sannicolesi dedicate ai giovanissimi, dove proprio i giovanissimi vestono i panni degli insostituibili protagonisti.

L' “Oro” con il “Pierino” e l' “Argento” con la “Mascherina”: l'inesauribile Enzo “Maradona” (così, simpaticamente, lo chiamano gli amici a causa della sua forte somiglianza, non solo fisica, con il grande ex calciatore) è ormai da podio. Sospinto da una volontà irrefrenabile e da una capacità organizzativa innata, egli è lanciatissimo alla ricerca di un definitivo salto di qualità che il “Pierino d'Oro” e la “Mascherina d'Argento” indubbiamente meritano. Per la loro storia, che è storia di San Nicola. Per la loro immagine, che è un riflesso indelebile della nostra tradizione. Per la loro valenza, che è patrimonio sociale e culturale della nostra città.

Se il Minifestival giungerà, a settembre, alla sua 30.ma edizione e se il Carnevale dei bambini taglierà, il 22 febbraio prossimo (presso l'Hotel Pisani), quota 29, il merito -a questo punto- è tutto suo. Molte iniziative, si sa, nascono e muoiono con i loro creatori (come questo giornale, che certamente sarà sepolto insieme al sottoscritto): perché non c'è mai nessuno che sia disposto (o che ne sia capace) a sobbarcarsi l'onere dell'altrui passione. Ma Enzo Di Nuzzo ha fatto sempre eccezione. Ha lavorato sempre, in tutti questi anni, con lo spirito e l'entusiasmo del suo indimenticato maestro, raccogliendone interamente la destrezza, non legando mai ad altri, se non a lui, la celebrazione dei crescenti successi e la incalzante conquista dei consensi, proiettati ben oltre i confini di San Nicola la Strada.

L'indimenticabile "patron" Pierino Fusco

Ebbene, ora è giunto il momento che anche l'Amministrazione comunale si accorga, una volta per sempre, dell'importanza di queste due manifestazioni, soprattutto del Pierino d'Oro, che non è più, né può più essere, solamente un appuntamento canoro per i bambini ed un'occasione, come altre, di serena e simpatica ricreazione. Non vogliamo dire che il “Pierino” debba essere “ingaggiato” direttamente dal governo della città quale manifestazione-chiave del proprio palinsesto cultural rappresentativo (alla stregua del comune di Sanremo per il festival della canzone italiana). No, assolutamente! Ma quasi.

Occorre che l'Amministrazione prenda seriamente coscienza che il Minifestival Pierino d'Oro è una iniziativa di cartello nel panorama dell'intera realtà regionale e che si affianchi, concretamente e fattivamente, agli organizzatori per portarlo alla ribalta nazionale.

Un piano propagandistico di eccezionale levatura e significato lo sta già preparando Di Nuzzo che -gli abbiamo rubato- in occasione del trentennale della manifestazione darà corpo ad un evento filatelico…Intanto, prepariamo i nostri occhi a gustarsi quelle mascherine, alla cui preparazione c'è chi ha lavorato, con passione e simpatia, un intero anno.

Foto di gruppo dei partecipanti al 3° Pierino D'Oro svoltosi il 16/9/1976

© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.