Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

Un altro anno di Uttaro...



Magra consolazione per i sannicolesi. La mega-discarica del trio Bertolaso-De Franciscis-Petteruti si farà, ma non durerà più di dodici mesi... Lo ha assicurato il presidente della provincia durante un incontro sul tema con le forze del centrosinistra, al quale non è stato invitato il comitato civico di Roano.



Fronte Lo Uttaro. La notizia più deprimente è che il Comitato contro la discarica non è stato invitato all'incontro che il presidente della provincia ha gentilmente concesso alle forze del centro-sinistra sannicolese per spiegare (e, ovviamente, difendere a denti stretti) tutti i perché di un protocollo di intesa che, per la verità, tutte le intese sembra aver generato tranne proprio quella auspicata tra gli interessi della comunità locale e la macchina inesorabile della politica.
Antonio Roano, dunque, ha presenziato alla riunione di Piazza Parrocchia solo come rappresentante dei Verdi, ma non anche come presidente di quella novella creatura (a questo punto ufficialmente, anche se vergognosamente, snobbata dalle istituzioni) alla quale, oltre a variopinti e variegati personaggi più o meno politici, si sentono legati tanti cittadini comuni mortali a cui sta a cuore "soltanto" la salubrità dell'aria che sono costretti a respirare.

Ecco il comunicato stampa che l'instancabile paladino della "madre di tutte le battaglie" del momento, unitamente ai comunisti locali (rifondisti e italiani) ha provveduto a far diramare subito dopo l'evento di giovedì scorso. Evento, da sottolineare, che certamente non ha esaltato né risolto la dolorosa (sì, è proprio l'aggettivo più adatto) questione delle costruende torri gemelle piene zeppe di immonda immondizia da offrire in pasto a quei poveracci che abitano a San Nicola e più immediati dintorni:

«Ribadiamo, dopo l’incontro avuto con il Presidente della Provincia De Franciscis, -attacca senza mezzi termini il dispaccio di Roano & Co. - la nostra contrarietà sulla decisione contenuta nel protocollo d’intesa dello scorso novembre sottoscritto dallo stesso Presidente, dal Commissario Bertolaso e dal Sindaco di Caserta di individuare in località Lo Uttaro una nuova discarica di 450.000 metri cubi che sarà al centro della conurbazione di oltre 150.000 abitanti e che comprende i comuni di San Nicola la Strada, Caserta, Maddaloni e San Marco Evangelista. Lo stesso Presidente ha mostrato di condividere tali preoccupazioni ma ha anche affermato che la prefettura non ha indicato siti alternativi idonei a consentire la gestione provinciale dei rifiuti. Tale provincializzazione consentirà alla  nostra provincia di occuparsi della gestione dei propri rifiuti, e quindi di tornare alla normalità dopo anni di commissariamento e di ricettacolo delle altre province. Il Presidente  si è impegnato a predisporre prima dell’estate di quest’anno la redazione di un piano di gestione integrata provinciale dei rifiuti, il quale deve comprendere l’individuazione di una discarica provinciale. Pur comprendendo tale esigenza, si fa presente che la zona individuata è da tempo vittima di discariche e di siti di trasferenza e stoccaggio tenuti fuori norma che si riempiono sempre di più in maniera indiscriminata. Tali accumuli hanno nel tempo prodotto danni notevoli alle persone ed all’ambiente circostante, con la crescita di varie patologie e con il degrado del territorio. Proprio per tale motivo la stessa legge 290/06 sull’emergenza dei rifiuti in Campania raccomanda di tenere tali siti fuori dalle candidature per l’individuazione di nuove discariche. Gli scriventi sostengono che la soluzione definitiva del problema dei rifiuti sta nell’adozione di strategie di riduzione della produzione dei rifiuti attraverso tecniche di riutilizzo e di raccolta differenziata porta a porta, potenziati mettendo in essere opportune campagne di sensibilizzazione tra gli abitanti. Il residuo dovrebbe inoltre essere trattato a freddo con impianti idonei di piccole dimensioni controllati dalle amministrazioni locali. Il residuo da mandare in discarica sarebbe così contenuto in una percentuale intorno al 15%, contro la quasi totalità di oggi, senza procurare danni alle persone ed all’ambiente circostante».
Per quanto riguarda la dislocazione della discarica, infine, i tre partiti, conferma il comunicato, “continueranno nella loro azione a fianco della popolazione locale affinché si trovi una alternativa meno invasiva e insisteranno affinché si avvii una definitiva dismissione e bonifica dei siti già esistenti in località LoUttaro”.

La seconda brutta notizia, per certi versi ancora più sconcertante e sconvolgente, proveniente dal fronte LoUttaro, è che il fronte stesso (nella cui compattezza e solidità risiedono le residue speranze dei sannicolesi di non vedersi piantonati alle porte della città da una nuova mega-discarica) tutto appare fuorché unito. La prova, quantunque ce ne fosse bisogno, è data dal fatto che gli altri due importanti co-promotori del Comitato, e cioè La Margherita e i DS, hanno preferito diramare un proprio, distinto comunicato sull’incontro con De Franciscis, quasi a ben guardarsi (ma questa è solo una semplice impressione dell’osservatore) dall’urtare, eventualmente, la suscettibilità del presidente...

Ecco come Marotta e Vigliotti, apprezzando l’intervento del massimo esponente dell’amministrazione provinciale, ma comunque ribadendo la preminente necessità di tutelare la salute dei cittadini e la salubrità ambientale del circondario di riferimento, hanno commentato il “vi spiego” di De Franciscis:

«Abbiamo avuto modo di apprezzare la disponibilità del Presidente della Provincia, così come le garanzie ricevute sull'entrata in vigore di un prossimo piano per superare l'emergenza, che prevede la chiusura della discarica in allestimento ai nostri confini. Il Presidente ha anche assicurato che, in ogni caso, l'attività della discarica non andrà oltre un anno e che nell'eventualità di una proroga verrebbe, in ogni caso, individuato un nuovo sito altrove e distante dal nostro territorio. Restano tuttavia inalterate tutte le nostre perplessità già dichiarate nella richiesta di incontro con il presidente e, più precisamente, la nostra contrarietà alla scelta di individuazione del sito in località Lo Uttaro per l'ubicazione della nuova discarica che dovrebbe avvenire, è bene sottolinearlo, a pochi passi dal nostro centro abitato, tra l'altro già duramente provato dal punto di vista ambientale. Il fatto che la Provincia non abbia competenza nella scelta del sito e che non abbia partecipato alle preliminari fasi tecniche di valutazione può soltanto indurci a proseguire anche in altre direzioni -vale a dire individuando ulteriori interlocutori- nelle azioni volte ad impedire l'apertura della discarica; sicuramente azioni di dialogo con le Istituzioni competenti ma anche di civile protesta al fianco della popolazione sannicolese. Da questo punto di vista l'Ulivo sannicolese, pur riconoscendo i punti positivi dell'accordo sottoscritto dalla Provincia, farà la propria parte fino in fondo».

Si è aperta, intanto, la caccia a qualche buona notizia.

(nc)

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori