Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

E' TEMPO DI ISEE


Notizie su fisco, condominio e assicurazioni a cura di OMNIBUS Multiservice

Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Anche a San Nicola il nuovo contrassegno europeo per disabili

Lo ha disposto il nuovo Comandante della Polizia Locale, Salerno Mele

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


“Con Franco Nigro ci si sente sempre a casa”

Il convegno di presentazione del suo ultimo libro

 

Dossier “FESTA DI SAN NICOLA”

Siamo onorati di aver offerto il nostro contributo raccontando con articoli, foto e video tutti i momenti, attimo per attimo, di tutti i giorni della “Festa di San Nicola” ('A festa 'e Santu Nicola) 2018, per immortalarli nel Corriere di San Nicola, il libro della storia della città in cui siamo nati, alla quale siamo legati da travolgente passione e sviscerato amore, nella quale viviamo tutti i giorni e dove desideriamo morire.
Crediamo decisamente di essere gli unici ad averlo fatto e ne siamo orgogliosi.
Dedichiamo questo Dossier a tutti i sannicolesi che vivono a San Nicola la Strada, ma soprattutto a quelli che vivono in altre parti d’Italia e all’estero. In moltissimi ci hanno richiesto soprattutto il video della “Ballata”. Siamo contentissimi di poterlo pubblicare in due versioni: uno ripreso dall’alto di un edificio di Piazza Parrocchia, un altro ripreso a pochissimi metri di distanza. In essi c’è tutta la gioia di sentirsi sannicolesi. Sono entrambi pubblicati nella VideoGallery del Corriere di San Nicola e sul nostro canale di Youtube e si possono entrambi visualizzare direttamente da questo dossier.
Con tutto il cuore e con affetto a tutti. 
Vs., Nicola Ciaramella


©Copyright Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE VIETATA AI SENSI DI LEGGE


 
Sono tantissimi i paesi in Italia e nel mondo, piccoli e grandi, che onorano San Nicola come Patrono.
San Nicola è festeggiato in tutte le regioni italiane in più di duecento comuni, in varie date dell’anno (la più frequente è il sei dicembre, giorno della ricorrenza del Nome), con varie forme di culto e di devozione, ognuna con il proprio aspetto particolare dal punto di vista culturale, religioso e sociale. 

Non si sa con precisione da quanto tempo si svolge, ogni anno, la “Festa di San Nicola”. Probabilmente dagli inizi del Novecento, stando ad alcune testimonianze tramandate: fonti storiche certe e consultabili, purtroppo, non esistono al riguardo.
" 'A festa 'e Santu Nicola" si svolge per tradizione nella settimana in Albis.
Questo periodo fu scelto, dai primi organizzatori della festa, in ossequio ai numerosissimi concittadini sannicolesi emigrati al nord e all’estero, affinché questi, nel rientrare in famiglia per festeggiare la Pasqua, avessero l’opportunità di partecipare anche alle celebrazioni del Santo Patrono.
La “Festa di San Nicola” dura quattro giorni, dal lunedi in albis al giovedi in albis, durante i quali si svolgono riti religiosi (processione e messa solenne) e popolari (spettacoli musicali e di fuochi d’artificio). 

In questo “Dossier” parliamo, naturalmente, delle celebrazioni religiose, di quegli eventi, cioè, che nel tempo hanno consolidato la tradizione sannicolese nel suo aspetto più bello e certamente più conosciuto. 

Bene, per saperne tutto, in ogni dettaglio, e per immortalarlo nel libro della storia di San Nicola la Strada, ripercorriamo le tappe dell’edizione 2018, da poco conclusa. 

Tutto inizia una decina di giorni prima di Pasqua… 


GLI ATTI PREPARATORI ALLA PROCESSIONE 




Nella settimana precedente la Domenica delle Palme
(25 marzo 2018) 

La statua di San Nicola di Bari, custodita per tutto l’anno nella cappella della “Arciconfraternita di San Nicola di Bari e SS. Rosario” in via Pilade Bronzetti (FOTO 1), viene trasferita, a cura dell’Arciconfraternita e della “Associazione Cattolica Accollatori San Nicola”, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli e collocata ad un lato della nicchia centrale della navata di destra, accanto all’Altare di San Nicola (FOTO 3).

Essa è una copia in resina della statua originale di San Nicola (FOTO 2), proprio lì esposta, ed è quella che viene portata sulla barca nella processione in onore del Santo Patrono per le vie della città che si tiene in occasione della festa patronale il martedi in Albis.
Questo “accorgimento” si è reso utile e necessario per due motivi.
Primo: nel 2003, dopo i continui danni che, in passato, la statua originale aveva subìto durante le processioni a causa del maltempo (è …tradizione, infatti, che a San Nicola la Strada nel giorno di martedi in Albis, in qualsiasi periodo esso capiti, le condizioni atmosferiche presentino spesso problemi di pioggia...), la statua originale è stata sottoposta a restauro.
Secondo: la statua originale, quella appunto restaurata nel 2003 (nella VideoGallery del Corriere di San Nicola c’è il video della sua sfilata in alcune strade cittadine), è stata dichiarata bene artistico dalla Sovrintendenza ai Beni Artistici e Culturali di Caserta e quindi sottoposta al vincolo della “inamovibilità” dalla chiesa parrocchiale vanvitelliana.

La nicchia centrale della navata di destra (Altare di San Nicola) della chiesa di Santa Maria degli Angeli, dove è conservata la statua originale di San Nicola, viene coperta da un velo per tutto il periodo della festa. 


Nei giorni tra Sabato Santo e Lunedi in Albis (31 marzo-2 aprile 2018)



Il Comitato Organizzatore della festa, l’Associazione Accollatori e l’Arciconfraternita, sotto la guida del parroco, provvedono al “vestimento” della statua con gli ornamenti sacri e poi al posizionamento della stessa sulla tradizionale “barca” allestita per la solenne processione di martedi in albis (FOTO A).
Negli stessi giorni si provvede all'allestimento anche della barca piccola che servirà per la processione del martedi mattina al cimitero (FOTO B).

 
 

LA PROCESSIONE


Martedi in Albis (3 aprile 2018)


E’ il giorno della Processione di San Nicola, il momento più grande e più atteso della devozione di San Nicola la Strada al suo Patrono, baluardo indistruttibile di una gloriosa tradizione.
Fino alla metà degli anni ’80, il corteo religioso (con le autorità cittadine) partiva dalla mattina e attraversava quasi tutte le strade della città.

Oggi, invece, parte nel pomeriggio e tocca solo le vie principali.
La mattina è riservata, però, ad un rito che è stato introdotto nel 2013, ovvero una processione al cimitero (con le autorità cittadine) per rendere omaggio ai defunti della città.

Processione del mattino al Cimitero 



Fino al 2017 la statua veniva trasportata dagli Accollatori (in numero da dieci a quattordici) su una portantina.

Nel 2018, invece, e si pensa anche per gli anni prossimi, essa è stata trasportata dagli Accollatori (in numero da venti a ventisei), per la prima volta, su una barca più piccola e più leggera del tipo di quella utilizzata per la processione “ufficiale”.
E sempre per la prima volta, nel 2018, la statua è stata trasportata a spalle anche dalle donne Accollatrici (recentemente entrate nell’Associazione Accollatori), che hanno sorretto una delle due travi (cosiddetti "stecchini") della struttura.
Questa processione-“prologo”, se così vogliamo definirla, ha inizio alle ore 10 e percorre il tratto stradale da Piazza Parrocchia al Cimitero attraversando Via Appia.
Dopo la deposizione di una corona di fiori sull’altare centrale del Cimitero, c’è la benedizione del parroco e poi il ritorno del corteo attraverso questo percorso: Via Patturelli, Via Bronzetti, Via dei Funai, Via Stellato, Via Appia, Piazza Parrocchia.
A mezzogiorno circa, la conclusione del rito con l’ingresso della barca piccola nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli.
Qui, la statua, sempre a cura dell’Associazione Cattolica Accollatori San Nicola, è riposizionata sulla barca grande per la solenne processione che si svolge nel pomeriggio.

Galleria fotografica al seguente link:
http://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/le-accollatrici-di-san-nicola



Processione del pomeriggio per le vie della città



La storia dice che nel passato la processione, pur essendo sempre programmata per il martedi in albis, si è tenuta qualche volta di mercoledi per le avverse condizioni meteorologiche del martedi. Nel 2013, sempre per gli stessi motivi, essa si è tenuta in due giorni distinti: una prima parte del percorso il martedi in albis 2/4/2013 e la seconda parte domenica 12 maggio 2013.


Come abbiamo detto, sono tantissimi i paesi che festeggiano San Nicola. Ognuno con diverse forme di culto.
In alcuni paesi la statua del Santo viene portata in processione su piedistalli; in altri si posiziona su portantine; in altri ancora per condurre la statua attraverso le vie cittadine si fa ricorso a mezzi meccanici; in alcune località sul mare o su fiumi la statua viene caricata su una barca a motore e condotta sull’acqua.
La processione in onore a San Nicola più “spettacolare” al mondo, dove ogni gesto ed ogni momento dello “spettacolo” ha un significato religioso profondo che proprio nulla ha a che vedere con questo termine, si svolge a San Nicola la Strada.
Solo a San Nicola la Strada la statua è fissata su una grande e pesante barca in legno (dal 2017 anche in alluminio) portata a spalle da quarantadue (talvolta anche più o anche meno) accollatori.

La barca con il Santo Patrono esce alle ore 16 dalla chiesa di Santa Maria degli Angeli al termine della messa celebrata (con inizio alle ore 15.30) dal parroco alla presenza di autorità cittadine.
Fuori, ad attenderla, una grande folla di persone, la banda musicale, l’Arciconfraternita di San Nicola e le altre associazioni con i propri stendardi.
A dirigere le operazioni di sicurezza, gli operatori della polizia municipale e, dal 2003, anche i volontari della protezione civile.

Prima dell’inizio della processione, il parroco, i diaconi, gli accollatori, il priore con alcuni accoliti dell’Arciconfraternita e le autorità civili e militari si recano, accompagnati dalla banda musicale, al Monumento ai Caduti in Piazza Municipio per deporre una corona di alloro.
E’, questo, un momento molto solenne, durante il quale l’alto stendardo della Confraternita di San Nicola si abbassa più volte per rendere omaggio ai Caduti in guerra.

Quindi, alle ore 16.30 circa, tornati tutti in Piazza Parrocchia, il corteo parte per percorrere questo itinerario: Via Appia fino al cimitero, ritorno per Via Appia, Via Marconi, Via Rossini, Via Leonardo da Vinci, Via Einaudi, Via Santa Croce fino all’incrocio con Via Manzoni, ritorno per Via Santa Croce, Piazza Municipio, Piazza Parrocchia, Via Bronzetti, Viale Italia, ritorno per Via Bronzetti , Via Domenico Gentile, Largo Sapienza, Via Cairoli, Largo Rotonda, Via XX Settembre, Via A. De Gasperi, ritorno per Via De Gasperi, Piazza Municipio, Piazza Parrocchia, Sagrato di Santa Maria degli Angeli.
In testa al corteo, ciascuno con i propri gonfaloni e stendardi, le associazioni cattoliche delle due parrocchie e l’Arciconfraternita. A seguire, la banda musicale, le Accollatrici (non sono ancora, al momento, in numero tale da poter anch’esse trasportare, come ci si augura per il futuro, uno dei due “stecchini” della barca), la barca trasportata dagli Accollatori ai classici comandi “Spall a sott….sott !”, le autorità religiose (parroci, diaconi e collaboratori), le autorità civili e militari (sindaco e altri rappresentanti del Comune, comandante della polizia municipale, comandante dei carabinieri), i cittadini e i fedeli partecipanti.

Nel corso degli ultimi anni, la processione si è arricchita di due “gemellaggi” con altre associazioni di accollatori della zona.
Il primo, dal 2017, con l’Associazione Cattolica Accollatori “Sant’Anna” di Caserta, i cui accoliti, tutte donne, hanno trasportato la barca con San Nicola per qualche centinaio di metri nel tratto di Via Santa Croce.
Il secondo, avvenuto per la prima volta nel 2018, con l’ “Associazione Accollatori S.Pietro Apostolo di Aldifreda”, i cui soci hanno trasportato la barca con San Nicola per qualche centinaio di metri nel tratto davanti alla Chiesa di S. Maria della Pietà alla Rotonda.

Galleria fotografica ai seguenti link:

-http://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/san-nicola-per-le-vie-della-citta 

-http://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/nella-ballata-di-san-nicola-tutta-la-devozione-per-il-nostro-protettore 
 

 
 


LA “BALLATA DI SAN NICOLA”




IL VIDEO DELLA BALLATA 2018
(a pochi metri dalla barca...)
(cliccare sulla freccetta)



IL VIDEO DELLA BALLATA 2018
(dall'alto di un palazzo di Piazza Parrocchia)
(cliccare sulla freccetta)


La processione dura circa sei ore. Il corteo ritorna sul Sagrato della Chiesa di Santa Maria degli Angeli verso le ore 22.
E’ il momento forse più atteso della festa, che esprime tutta la devozione dei sannicolesi per il loro Santo Protettore.
Sono gli attimi più sentiti, i più emozionanti, quelli dai significati più profondi.
La barca con la statua di San Nicola rientra a “casa”, accolta ed applaudita da una folla enorme di persone che accorrono anche da paesi limitrofi.
Tutti gli Accollatori, stremati dalla fatica ma spinti da una grandissima forza che è la loro devozione al Protettore della città, accompagnati dalle meravigliose marce della banda musicale, fanno “ballare”, sulle note della "Marcia di Radetzky" di Johann Strauss, la barca con il Santo, ondeggiandola come se si trovasse in quel mare su cui navigarono le spoglie del Veneratissimo Vescovo di Mira, regalando quelle emozioni e quei brividi che solo chi ha San Nicola nel cuore può veramente capire fino a piangere di commozione.
La "Ballata di San Nicola" simboleggia il saluto e la benedizione del Santo alla gente, è un segno della croce a ritmo di musica. Dove la musica è gioia, emozione, venerazione. Nella ballata di San Nicola c’è tutta la passione, la fede, l’amore che anima gli Accollatori di San Nicola e tutti coloro (comitato organizzatore, parrocchie, associazioni, Confraternita) che si impegnano tutto l’anno per far sì che la Festa di San Nicola continui sempre nel tempo, quale segno tangibile per mantenere sempre vive le gloriose tradizioni della gloriosa storia della comunità sannicolese.

AI termine, i fuochi d’artificio e il rientro in chiesa, dove il parroco impartisce la benedizione ai fedeli e alla città. 

Galleria fotografica al seguente link:
-http://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/nella-ballata-di-san-nicola-tutta-la-devozione-per-il-nostro-protettore 



 
 

LA “MESSA DI RINGRAZIAMENTO”




Mercoledi in Albis
(4 aprile 2018)



La Solenne “Messa di Ringraziamento” conclude i riti religiosi della festa patronale.
E’ forse la cerimonia religiosa più partecipata dai cittadini nell’intero anno: la chiesa di Santa Maria degli Angeli è stracolma di persone.
A celebrarla, alla presenza
degli Accollatori, dell’Arciconfraternita, delle associazioni cattoliche e delle autorità, è il Vescovo di Caserta con i parroci delle due parrocchie sannicolesi: solo poche volte, per motivi di forza maggiore, come è accaduto anche nel 2018, essa è stata celebrata solo dal parroco di Santa Maria degli Angeli.
Ad animarla con canti e musiche il Coro Polifonico di Santa Maria degli Angeli.

A fine celebrazione, la preghiera a San Nicola letta dal priore della Confraternita e la benedizione finale del parroco.
Nei giorni successivi, la statua (non originale) di San Nicola viene riportata dagli accollatori nella Cappella dell’Arciconfraternita in Via Bronzetti, da dove ripartiranno i festeggiamenti per la prossima edizione della Festa.
Nella chiesa di Santa Maria degli Angeli (Altare di San Nicola), viene rimosso il velo che ha ricoperto per tutto il periodo della festa la statua originale del Santo Protettore. 

Galleria fotografica al seguente link:
http://www.corrieredisannicola.it/varie/notizie/varie/il-meraviglioso-saluto-alla-festa-di-san-nicola


 
 
©Copyright Corriere di San Nicola
RIPRODUZIONE VIETATA AI SENSI DI LEGGE




 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
OTTOBRE 2018

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori