Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di 
FEBBRAIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Ferrillo: “Unire tutte le terre dei fuochi!”

Il progetto conta di raggiungere almeno 100 comuni, in modo tale da creare una rete di monitoraggio, di gente che documenta, passa notizie e agisce in prima persona”.


“La Terra dei fuochi” blog, pagina social e associazione ha una storia lunga ben dodici anni; sono stati anni di continue battaglie, nei quali Angelo Ferrillo, amministratore del blog, ha continuato a documentare i roghi.
Sul territorio operano anche altre associazioni e comitati, che da sempre cercano di creare una rete di cittadinanza attiva e partecipativa per arginare il fenomeno dei roghi tossici.
La pagina facebook di Ferrillo da sola ha circa 170 mila follower, ma in questi giorni ci sono delle grandi novità. I numerosi appelli che Ferrillo lancia dalle dirette facebook pare siano arrivatI, finalmente alle migliaia di cittadini, che hanno deciso, finalmente, di prendere in mano il loro destino e unirsi per cambiare le cose. Più volte Ferrillo dal suo profilo aveva invitato i cittadini a mettersi in contatto con lui, ma a parte qualche risposta occasionale, la maggior parte degli internauti ha sempre preferito commentare, elargendo a piena tastiera apprezzamenti su come Ferrillo “fosse uno dei pochi a impegnarsi in prima persona” e con esortazioni a continuare su quella strada.
Ma a volte bisogna uscire dal proprio orticello virtuale e far sentire voce e presenza fisica: così Ferrillo alcuni giorni fa aveva annunciato la chiusura della pagina, a causa della poca partecipazione reale e fisica (solo molto virtuale).
A quel punto, qualcosa è cambiato; l’amministratore della pagina ha ricevuto migliaia di adesioni, non solo da paesi campani, ma anche da realtà simili alla terra dei fuochi. Sono nati, prima sotto forma di pagine facebook, gruppi locali e già ci sono stati diversi incontri con i cittadini.
Intanto i gruppi “La Terra dei fuochi” riguardano Roma, Quarto, Tufino, Mondragone, Capri, San Giuseppe Vesuviano, Marcianise, Grazzanise, Benevento, Afragola, Giugliano, Marano, Maddaloni, Villa Literno, Foggia, Ischia e altri, ma ancora tanti dovranno essere creati. Se il progetto di unire tutte le “Terre dei fuochi” locali, si evolverà, riuscendo a oltrepassare il confine virtuale, potrebbe nascere un fenomeno dalle dimensioni stratosferiche e non credo sarà più possibile che istituzioni e Tv di Stato ignorino la terra dei fuochi.

Per conoscere se esiste il gruppo del proprio comune e iscriversi basta consultare il seguente link:

https://www.facebook.com/pg/LaTerraDeiFuochi/groups/

Nel caso in cui non esistesse ancora il gruppo del comune dove si ha la residenza, basterà contattare Angelo Ferrillo, inviandogli un messaggio sui social o al numero Whatsapp 3382601669, con nome, cognome e comune di residenza.

Negli ultimi tempi, sembra che sempre più gente stia prendendo consapevolezza di cosa può accadere se ci si unisce sotto un unico ideale.

Questi movimenti, nati da un comune sentire, non vogliono fare politica, o almeno così dicono, ma intendono influenzarla, far sentire la propria voce. A tanta, troppa gente non va più giù che il proprio destino, il futuro e la salute stiano nelle mani di pochi, che in nome di potere e profitti svendano la nostra terra. Bisognerà, però riflettere anche sui motivi per i quali solo alcuni fenomeni hanno fin da subito un’enorme eco mediatica.

Quali sono le ragioni per le quali alcuni movimenti nascono e subito sono sulla cresta dell’onda, mentre altri no? Altri interessi? Lobbies che intravedono nuovi tornaconti e orizzonti? Chi decide l’argomento del giorno, chi decide cosa sia importante? La politica? I giornalisti?

Ritornando alla nostra “Terra dei fuochi” ancora poco mediatica, il progetto conta di raggiungere almeno 100 comuni, in modo tale da creare una rete di monitoraggio, di gente che documenta, passa notizie e agisce in prima persona. In ogni comune vi saranno uomini e donne che si muoveranno verso una stessa direzione. La rete dovrà essere coordinata da un ufficio di regia, che farà capo anche ad Angelo Ferrillo. In ogni comune che aderisce all’iniziativa, avviene un incontro nel quale Ferrillo presenterà il progetto, lo scopo e altri dettagli. In ogni gruppo facebook, fin da ora è presente un Vademecum su tutte le piccole cose che un residente di quel comune dovrà compiere. La struttura della “Terra dei fuochi”, intende essere a respiro civico ma anche politico, perché solo entrando nelle istituzioni sarà possibile avere voce in capitolo e cambiare le cose. Il progetto, dunque, necessita di persone che si impegnino anche in campo politico attivamente.

A proposito dei gruppi, Ferrillo dichiara: “Dopo la nascita della sezione di Casal di Principe, è stato il turno della città di Acerra (in prima linea molte mamme del luogo, preoccupate per l’aria che respirano i propri bambini) e di Grumo Nevano. E sono in via di programmazione altri incontri ancora a San Marcellino, a Marano e in tutti gli altri comuni in cui i residenti me ne facciano richiesta. Le grandi sfide si vincono insieme. A Benevento, il 28 gennaio, in occasione della visita del Presidente della Repubblica Mattarella all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università degli Studi del Sannio, andremo in delegazione per capire come mai le nostre richieste debbano essere continuamente disattese e svilite. Le istituzioni non possono ascoltare solo chi fa comodo. Abbiamo fatto un appello a Mattarella ben 5 anni fa, tutti ricorderete il video di Striscia La Notizia con Luca Abete: ebbene a quell’appello il presidente non ha mai risposto.

Ferrillo continua, spiegando la necessità del movimento di trasformarsi anche in una struttura politica: “Sono dodici anni di attivismo e di impegno civico che non hanno portato a nulla. Sono arrivate disponibilità e adesioni non solo da tutte le province campane, ma addirittura da altre regioni d’Italia che purtroppo presentano problemi simili; ultime in ordine di tempo ricordo Puglia, Lazio e Sicilia. A Settembre scorso ho inviato centinaia di Pec ai comuni della terra dei fuochi, pregando i sindaci di chiedere alla Regione Campania la dichiarazione dello Stato di emergenza; fra tutti i comuni contattati, solo Qualiano ha inviato la richiesta alla Regione. Un'unica istanza non potrà essere mai presa in considerazione, per cui anche quell’iniziativa è caduta nel vuoto. Ecco perché è tassativo entrare in politica, mobilitarsi, creare rete, in una parola scavalcare il virtuale e trovare tutti insieme la soluzione. La prima azione concreta sarà una grande mobilitazione; ciò avverrà solo quando aderiranno al progetto almeno cento comuni”.

Giovanna Angelino
©Corriere di San Nicola

dal programma televisivo REPORT:

<iframe src="/https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FLaTerraDeiFuochi%2Fvideos%2F165699921390201%2F&show_text=0&width=560" width="560" height="315" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allowFullScreen="true"></iframe>

Intervista Luca Abete a Striscia La Notizia:

<iframe src="/https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FLaTerraDeiFuochi%2Fvideos%2F444362669807372%2F&show_text=0&width=560 



 

 

 


PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada, una storia lunga 59 anni

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di 
FEBBRAIO 2020

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori