Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
GIUGNO 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

TEMPO DI 730

 

-Rubrica a cura di Omnibus Multiservice-


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

DOSSIER “FESTA DI SAN NICOLA” 2019

La raccolta con tutti gli articoli, video e foto dell’ultima Festa Patronale



I REQUISITI PER ACCEDERE AL “REDDITO DI CITTADINANZA”

(Rubrica a cura di Omnibus Multiservice)

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

*Cristianesimo

 


AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


Perché la camorra è “una montagna di merda”: e lo Stato che fa?




Appello dei parenti delle vittime di camorra in una lettera inviata al governo: “Da dieci anni siamo diventati ricorsi da bocciare”.

Nove anni fa Salvatore Barbaro era a bordo della sua auto, una Suzuki Swift bianca, lo stesso modello di un noto camorrista; é così che il giovane di Ercolano perse la vita al posto del malvivente... 

 


 


Vi sono storie che vanno raccontate, anche se c’è chi già lo ha fatto tantissime volte. C’è il bisogno di raccontarle ancora un’altra volta al vicino di casa, a chi incontriamo per strada, ai figli, ai nipoti, ai nonni, ai genitori.

La camorra è, come dice un noto slogan, “una montagna di merda”, e questo ci deve entrare bene nella testa, nel respiro, nel sangue, nell’intelligenza, perché le vittime innocenti, compresi tanti bambini, sono troppe e bruciano sulle coscienze di tutti.
Siamo complici quando tiriamo a campare, siamo complici quando non denunciamo l’illegalità in tutte le sue forme e declinazioni, siamo complici quando restiamo muti davanti all’orrore. I camorristi dicono di avere un codice d’onore, si dispiacciono quando vengono uccisi bambini o quando a perdere la vita sono innocenti, colpevoli solo di essersi trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Onore? Voi ci credete?
Vi è un’altra questione, altrettanto spinosa: il risarcimento e la vicinanza alle famiglie delle vittime, le quali sono spesso dimenticate dalle istituzioni.
Succede troppo spesso in Italia: si gridano frasi forti, si recitano slogan vuoti, si decide e magari si agisce anche, ma raramente si pensa al dopo e alle vittime (perché quando viene ucciso un innocente la vittima non è solo lui ma anche chi resta).
Era il 13 novembre 2009 quando Salvatore Barbaro (nella foto) era a bordo della sua auto, una Suzuki Swift bianca, lo stesso modello di un noto camorrista; é così che il giovane di Ercolano perde la vita al posto del malvivente. La verità sul giovane è arrivata molto dopo, a seguito di anni di indagini; i funerali si svolsero con la presenza delle forze dell’ordine e un clima di paura, proprio come avviene quando muore un boss. Per molto tempo, infatti, si pensò che Salvatore fosse un delinquente. Per anni la sua famiglia ha vissuto con gli occhi puntati di chi nutriva dubbi sulla loro moralità; sono stati anni di fango, di tanta amarezza e solitudine.
Da ciò che poi è emerso, ad indagini terminate e grazie alla collaborazione dei pentiti, i sicari dovevano ricevere 3 mila euro per quel “lavoro”; invece (forse per il famoso codice d’onore) ne ricevettero solo 800; questo perché avevano sbagliato bersaglio.
Salvatore aveva 29 anni, era salumiere e cantante neomelodico, unico sostegno della famiglia; infatti, Giovanna, la madre, rimane vedova giovanissima; oggi, un’assurda legge non permette loro di essere risarciti per quell’atroce ingiustizia. La famiglia del giovane ucciso ha un lontano legame di parentela con alcuni individui pregiudicati; è questo il motivo per il quale la richiesta di risarcimento è stata rigettata.
Da pochi giorni è arrivata la notizia della condanna a 30 anni di carcere per l’esecutore materiale dell’omicidio di Salvatore; piccola consolazione.
Cambino le leggi”: è l’appello dei parenti delle vittime di camorra in una lettera inviata al governo.
Ad ottobre scorso 14 parenti di vittime innocenti uccise dalla camorra hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio e ai due vice Premier, per chiedere un incontro: «Siamo mogli, figli, figlie, sorelle, fratelli, padri e madri di vittime innocenti della criminalità organizzata. I nostri familiari sono stati uccisi dalla camorra senza colpa, per uno scambio di persona o per essersi opposti ad essa, ed ora sono finiti nel tritacarne della burocrazia, vittime ulteriori di un trattamento discriminante».
Ad oggi, nessuna risposta.
I congiunti delle vittime sono impegnati in questa lotta fin dal 2008, anno nel quale la normativa è stata modificata diventando più restrittiva. Infatti, essa vieta il risarcimento alle famiglie che abbiano parenti e affini entro il quarto grado, nei cui confronti è in atto un procedimento penale o di prevenzione per mafia.
«Da dieci anni siamo diventati pratiche da rigettare e ricorsi da bocciare»: così denunciano i parenti delle vittime, che non hanno mai ricevuto nessun risarcimento dallo Stato.

Fra i firmatari di quella lettera anche Giovanna Scudo, mamma di Salvatore. L’appello, fra gli altri è stato sottoscritto dal sindaco di Casal di Principe, Renato Natale e dai referenti di “Libera” e del comitato Don Diana.

Giovanna Angelino
©Corriere di San Nicola


PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO



 

I turni di 
GIUGNO 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori