La testata locale 
più longeva della provincia 

-------
Fondato e diretto da 
NICOLA CIARAMELLA


      

 

                          

                                      

FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
LUGLIO 2022

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...



IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


VIDEOFOTOTECA 


Documenti filmati e fotografati per la storia e per l'attualità 


-di Biagio Pace- 

PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

silenziosaMente

-Rubrica a cura della D.ssa Graziella Vingelli, psicologa psicoterapeuta-

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

TUTTO IL "DISSESTO FINANZIARIO" MOMENTO X MOMENTO 
Come si giunse al giorno più nero della storia amministrativa sannicolese e chi nulla fece per evitarlo 

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

COMER, NON SOLO "CAHIER DE DOLEANCE"


Il Comitato Emergenza Rifiuti non si limita ad elencare i problemi, ma ne propone la soluzione. Le “chiavi” in una lunga lettera indirizzata al commissario, ai giudici e al ministro degli interni

 

Manifestazione pubblica per sollecitare lo svuotamento della Uttaro e conseguente immediata bonifica dell’intera zona.
Piano alternativo (studiato da Lega Ambiente, da altre associazioni ambientaliste e da numerosi docenti universitari dell'Università Federico II di Napoli esperti in materia ambientale) per superare lo stato di emergenza, prevedendo la creazione in località isolata e geologicamente idonea, ma facilmente raggiungibile, di un sito argilloso capace di contenere tutti i rifiuti della Regione Campania per un periodo di almeno tre anni, da trattare in loco in maniera analoga agli attuali ex CDR, in modo da poter rifare a norma questi ultimi e consentire l'avvio di una gestione normale del ciclo dei rifiuti da parte di Comuni, Province e Regione con l'avvio della raccolta differenziata, il funzionamento dei Consorzi di Riciclaggio e l'individuazione di un trattamento maggiormente idoneo e immediato rispetto agli inceneritori progettati o in costruzione.

Questa la linea su cui si sta muovendo il Comitato civico per l’ emergenza rifiuti, che non si limita, come suo costume sin dalla nascita, soltanto ad elencare le gravi problematiche esistenti, bensì anche e soprattutto  -e questo è probabilmente il maggior merito che bisogna ascrivergli- a proporre le soluzioni più idonee al fine di uscire definitivamente da una situazione ormai non più sopportabile per la gente del “quadrilatero maledetto”.

Ecco il testo completo della esauriente e dettagliata comunicazione che Roano, Messina & C. hanno inviato al prefetto-commissario Pansa, alla Magistratura ed al Ministero degli Interni.

 

«BONIFICA DEL SITO E DELLE ISTITUZIONI LOCALI. ORA!

Il Tribunale Civile di Napoli ha accolto il ricorso ex art.700 c.p.c. presentato dal Comitato Emergenza Rifiuti e ha verificato la fondatezza circa l’individuazione e utilizzo di un sito illegittimo, illegale, inquinato e inquinante. La magistratura penale di Santa Maria Capua Vetere, a seguito denunce del Comitato Emergenza Rifiuti ha posto i sigilli alla discarica e inviato 12 avvisi di garanzia ai responsabili di questo disastro. La questione è chiusa.

Tale sito, alterando i dati reali con dichiarazioni false (il sito era infatti di 200.000 mc e non di 450.000 come dichiarato), è stato offerto al commissario Bertolaso da uno pseudo comitato tecnico-scientifico. Il Commissario, senza alcuna verifica seria e affidabile, circondandosi, infatti, di personaggi incompetenti e ben noti agli onori delle cronache giudiziarie, ha dilapidato tempi e risorse finanziarie enormi perpetuando e aggravando il vasto inquinamento ambientale e tutte le sue matrici, in particolare le falde acquifere e l’aria.

Vale la pena ricordare che tale sito è stato scelto e caldeggiato, contro ogni logica ambientale e ingegneristica, dal Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Caserta, di concerto con il sindaco della città capoluogo e dal sig. Prefetto, con la conseguenza di tentare di sanare situazioni pregresse di illegalità nonostante i commissari delegati, prefetti di Napoli e Caserta avessero più volte, a partire dal 1994 rappresentato tali illegittimità e informato la stessa Autorità giudiziaria. Il sito scelto per il suo esiguo volume era già pieno di rifiuti e, se non fosse intervenuto il sequestro, entro pochi giorni la discarica sarebbe stata comunque chiusa.

Il Comitato Emergenza Rifiuti esprime la sua profonda soddisfazione e gratitudine alla magistratura che, ancora una volta, ascoltando le ragioni della società civile, ha fatto trionfare la verità e posto un punto fermo sulla cosiddetta emergenza rifiuti. Tale organo dello Stato che, pur operando in un contesto difficile, ha rapidamente portato a termine le indagini e avviato il procedimento per punire i colpevoli. Ai magistrati e alle forze dell’ordine un sostegno forte della gente per andare fino in fondo su questa impresa e un ringraziamento che ha un duplice valore: aver confermato il valore della democrazia; aver ridato speranza nelle istituzioni e nel patto sociale ad un popolo abbandonato. Il sostegno va ancora alla Magistratura in un momento in cui, con le strumentali pressioni anche di amministratori pubblici, si tenta di far arretrare un processo di ritorno alla legalità del nostro territorio.

Il Comitato ringrazia i legali e quanti, che con la loro professionalità e partecipazione hanno consentito di raggiungere un tale obiettivo.

E’ necessario ricordare che il Comitato, sin dalla firma del protocollo d’intesa (11 novembre 2006) si era preoccupato di informare le autorità sul reale stato delle cose, delle scelte interessate del sito effettuato sulla base di dichiarazioni false di pubblici dipendenti e del successivo stato di assoluta precarietà e illegalità della discarica e di come essa è stata gestita da personale scelto incautamente dal dr. De Franciscis e dal vice prefetto dr. Provolo nella qualità di commissario e vice commissario del Consorzio ACSA Ce3 cui il dr. Bertolaso aveva delegato la gestione. Già ad aprile, a cantiere ancora aperto, la RAI News 24 aveva divulgato per quattro giorni in tutto il mondo il filmato e le dichiarazioni del capo cantiere che ammetteva l’esistenza sotto la copertura della discarica in costruzione, d’ingenti quantitativi di rifiuti. In un incontro ufficiale avvenuto nel mese di marzo tra il Comitato, i rappresentanti dei partiti della sinistra, la CGIL e le istituzioni rappresentate dal sindaco di San Marco Evangelista, il Presidente della Provincia, il Prefetto, l’assessore provinciale all’ambiente, il delegato del Commissario di governo ed i più alti vertici territoriali delle forze dell’ordine, i rappresentanti del Comitato ufficialmente avanzavano al sig. Prefetto la richiesta di indagini (carotaggi) volte ad accertare definitivamente la preesistente presenza di rifiuti nella cava Mastropietro. Su tale richiesta il Comitato otteneva un deciso rifiuto da parte del Prefetto Stasi. Il rappresentante del Commissario di governo, inoltre, proprio per realizzare un corretto ciclo dei rifiuti, si impegnava ad una pronta installazione di 5 impianti di compostaggio, nel territorio provinciale; cosa ad oggi ancora non realizzata. In una riunione successiva, tenuta nel mese di ottobre scorso, il prefetto Pansa dichiarava che gli impianti in parola non potevano essere messi in funzione in quanto, nel frattempo, risultavano a suo dire “cannibalizzati”. Su tale circostanza e visto che nessun impianto di compostaggio risulta essere stato mai installato sul territorio regionale, il Comitato chiede che la Corte dei Conti intervenga per fare luce sull’oscura vicenda.

Tutta la vicenda si basa su un arrogante presupposto di impunità da parte di tutti i decisori, protagonisti di questa sporca storia.

La Magistratura, ancora una volta, è stata costretta a fermare scelte illegali e pericolose effettuate da una classe politica incapace e non all’altezza di gestire la cosa pubblica, esponendo le popolazioni e l’ambiente, in ragione di una pervicace e persistente emergenza rifiuti, a pericolo sanitario certo.

Vale la pena precisare ancora che sia il dr. Bertolaso, sia il Prefetto sig.ra Stasi, sia il Sindaco e il Presidente della Provincia furono subito edotti da questo Comitato sullo stato reale del sito di Lo Uttaro, delle sue pregresse vicende e del suo stato di illegalità, grazie alla connivenza di quegli stessi funzionari incaricati poi a indicare il sito nella commissione di cui faceva parte pure l’arch. De Biasio. Il Comitato, così come l’Università Federico II (prof. De Medici) sin dal febbraio 2007 avevano indicato siti alternativi e ipotesi di lavoro diversi dalla discarica. Lo stesso Bertolaso, in una audizione alla Camera dei Deputati aveva dichiarato che in Campania esistono ben 665 siti (cave) idonei ad essere trasformati in discariche! Il Comitato ha inutilmente sollecitato la Provincia ad elaborare il Piano provinciale per lo smaltimento dei rifiuti, in attesa da un anno. Lo stesso Comitato ha elaborato, inascoltato, delle precise proposte per superare la crisi in corso. Ha cercato di supportare (con il Comitato dei Garanti) anche la fase della gestione della discarica, nonostante le posizioni contrarie, proprio per arginare e controllare che almeno la gestione fosse corretta e rispettosa della legge e del buon senso. Neanche questo. Occorre ricordare che, comunque, anche se si fossero rispettati i parametri di legge relativi al materiale sversato, la successiva produzione di percolato avrebbe comunque inquinato la falda in quanto l’impermeabilizzazione presentava larghi squarci. Nella discarica si è sversato di tutto, anche materiale pericoloso oltre che fanghi di depurazione. Il Comitato giudica scandaloso e preoccupante che le sollecitazioni e gli inviti a fare qualcosa da parte del Comitato dei Garanti siano rimaste costantemente inascoltate dal Prefetto Pansa, come da tutte le autorità locali, responsabili anche della tutela della salute pubblica. L’unica risposta dai decisori politici è stata invece, quella di nominare nel comitato dei garanti altri politici senza alcuna competenza e volontà di garantire che a Lo Uttaro la legge venisse rispettata; eletti evidentemente solo con la precisa idea di controllare e frenare l’operato dei tecnici operanti all’interno del Comitato dei Garanti, unici presenti nel gruppo e indicati dal Comitato Emergenza Rifiuti.

In tutta questa situazione, nonostante la presenza della discarica sul territorio, mentre la raccolta differenziata a Caserta, così come nella conurbazione (S. Nicola, Maddaloni, San Marco E.) è precipitata a percentuali ridicole, la TARSU è aumentata e a Caserta è la più alta d’Italia, i rifiuti rimangono in mezzo alle strade e le aree da bonificare sono rimaste come un monumento al disinganno e all’incompetenza di amministratori arroganti quanto inefficaci.

ADESSO CI ASPETTIAMO GIUSTIZIA e UNA BONIFICA GENERALE, DALLE ISTITUZIONI AL SITO ABUSIVO, ILLEGALE E PERICOLOSO DI LO UTTARO. Occorre rapidamente ridare fiducia nelle istituzioni democratiche alla gente e alla popolazione campana cui è stata tolta anche l’onorabilità da affaristi, colletti bianchi e da una classe politica non meritevole della fiducia accordata.

Per questi motivi il Comitato Emergenza Rifiuti chiede:

-Alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che ha operato il sequestro della discarica illegale e pericolosa, considerato che la discarica da un punto di vista biologico e chimico è in piena attività, di affidare ad horas la “gestione” della discarica al Genio militare con la consulenza degli organi dello Stato di cui in precedenza si sono avvalsi i prefetti Improta e Catalani, per la messa in sicurezza del sito, il recupero e allontanamento del percolato, il controllo del biogas;

-Al Prefetto Pansa

1) l’immediato avvio del procedimento per lo svuotamento e la bonifica sia del sito Mastropietro sia di tutta la zona Lo Uttaro già dichiarata Sito di Interesse Nazionale e che si sarebbe già dovuta attuare sin dal 1994 in funzione di quanto rappresentato ufficialmente dal Prefetto di Napoli e, dal 2005 per quanto stabilito dal Presidente della Regione Campania Commissario per le bonifiche;

2) la predisposizione di un accurato studio di caratterizzazione e messa in sicurezza avvalendosi di professionalità universalmente riconosciute come tali;

3) l’accoglimento delle proposte delle associazioni ambientaliste e dei vari comitati per superare l’attuale crisi regionale sul ciclo dei rifiuti;

-Al sig. Ministro degli Interni l’invio di una commissione di accesso alla Provincia di Caserta ed al Comune di Caserta, per accertare eventuali irregolarità degli atti amministrativi. Sarebbe opportuno, inoltre, disporre anche, in via cautelativa, il trasferimento di quanti, nella Provincia, nella Prefettura e nel Commissariato di Governo per l’emergenza rifiuti,  secondo le accuse della magistratura hanno generato, con le loro dichiarazioni false, le omissioni, ecc. l’attuale scempio ambientale e istituzionale».

                                                                                                                                   

 


FARMACIE MINUTO x MINUTO




 

I turni di
LUGLIO 2022

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

IL MIO REGALO ALLA MIA CITTA'

Dipingi on line la "tua" città"
Un “clic" quotidiano cominciato mercoledì 9 febbraio 2005...



IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

Una città, il cuore, la mente...


L'


"Ode alla mia città"


composta da


Nicola Ciaramella


VIDEOFOTOTECA 


Documenti filmati e fotografati per la storia e per l'attualità 


-di Biagio Pace- 

PAOLO CONTE, PILOTA 
(TUTTO sulla carriera del
 piccolo grande fenomeno del motociclismo casertano)

Una LUCE sempre accesa su DON ORESTE
Gruppo Facebook "DON ORESTE NON E’ ANDATO VIA”: continua, senza pause, l’iniziativa creata da Nicola Ciaramella per mantenere sempre vivo il ricordo dello scomparso amatissimo parroco di Santa Maria della Pietà.

IO NON RISCHIO 

Cosa sapere e cosa fare PRIMADURANTEDOPO un terremoto

-Buone pratiche di protezione civile a cura anche del Nucleo della Protezione Civile di San Nicola la Strada-

 

L'ANGOLO DELLA POESIA

 

 


Versi inediti di poeti lettori del Corriere di San Nicola

29.ma Festa del Tesseramento dell’Associazione N.S. di Lourdes 

800x600

Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione.Un magnifico pomeriggio in Santa Maria degli Angeli all’insegna della fraternità, della fede e dell’amicizia nel nome della Santa Vergine, in attesa del 163.mo anniversario dell’Apparizione. 1

silenziosaMente

-Rubrica a cura della D.ssa Graziella Vingelli, psicologa psicoterapeuta-

MISTICISMO

-di Antonio Dentice- 

*Cronaca del Sufismo Murid
*Cronaca del Taoismo
*Tradizioni sincretiche Sudamericane
*Cristianesimo
*Buddhismo e Induismo

 


FELICI DI OFFRIRE LE NOSTRE FOTO AEREE

 

 

Il nostro GRAZIE a quanti hanno scelto le nostre immagini dall'alto di San Nicola la Strada quali icone di siti internet e di gruppi facebook locali

TUTTO IL "DISSESTO FINANZIARIO" MOMENTO X MOMENTO 
Come si giunse al giorno più nero della storia amministrativa sannicolese e chi nulla fece per evitarlo 

San Nicola la Strada SEMPRE nel cuore
...Una bellissima iniziativa per tutti i sannicolesi...

LA POSTA DEI LETTORI 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Storia dei Carabinieri di San Nicola la Strada

 Le carriere dei sette Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO x MINUTO



 

I turni di
LUGLIO 2022

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2020-2025 


ORGANIGRAMMA
della
amministrazione comunale

 
PROGRAMMA
AMMINISTRATIVO



 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
  Vedi Elenco Operatori