Fondato e diretto

            da                  

Nicola Ciaramella          Facebook logo

 

                          

                                      


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

I REQUISITI PER ACCEDERE AL “REDDITO DI CITTADINANZA”

(Rubrica a cura di Omnibus Multiservice)

MISTICISMO

-di Antonio Dentice-

*Cronaca del Sufismo Murid

*Cronaca del Taoismo

*Tradizioni sincretiche Sudamericane

 


FARMACIE MINUTO X MINUTO




 

I turni di 
APRILE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


Scienziatucoli e filosofetti...


Lo squallore di parlare e giudicare senza informarsi sulle persone... Classica caratteristica di arroganti e presuntuosi che si vedono e vendono in giro, sui social e non solo, e che in fin dei conti non valgono niente.

CHI NON HA CAPITO COSA INTENDO PER “VERI SANNICOLESI” MI PROVOCA SOLO AMAREZZA




 I VERI SANNICOLESI sono QUELLI CHE AMANO SAN NICOLA LA STRADA

Il mio grazie agli studenti del Diaz


Mi onora essere citato come “riferimento storico della città e punto di riferimento per l’informazione


Terza Festa della Primavera tra arte, amicizia e simpatia

Si è svolta, con Napoli e San Nicola la Strada sempre nel cuore, l’edizione 2019 della cena-spettacolo organizzata dal maresciallo Alfonso Moccia

 

La primavera è arrivata! A festeggiarla è Alfonso Moccia con il suo “Napoli nel cuore”, un gruppo di artisti che ha conquistato la scena sannicolese in virtù della sua variopinta simpatia e sulle ali di una passione che si rinnova e si rafforza.
Nata per gioco, in modo estemporaneo, nel 2017, con poco più di un centinaio di adesioni, la Festa della Primavera è giunta alla sua fortunatissima terza edizione per forza ricevuta dal divertimento che riesce a creare. In appena tre anni le partecipazioni sono praticamente più che raddoppiate!
Per chi ancora non lo sapesse, “Festa della Primavera – Napoli nel cuore” è una cena-spettacolo tra amici, senza scopo di lucro, che si svolge per sorridere alla stagione che i poeti hanno sempre celebrato come la più bella e la più carica di speranze. Sono proprio questi i motivi che hanno ispirato Alfonso Moccia, dopo tanti bruttissimi momenti vissuti e che ora appartengono ai ricordi.
A muovere e spingere il patron dell’iniziativa è l’amore per la napoletanità, quel sentimento che gli provoca emozioni incalzanti da fargli sparire la durissima fatica a cui piacevolmente si sottopone.
“E’ la prima ed ultima volta”, ci disse alla fine della prima edizione, “è troppo dispendioso per me, che non sono più un giovanotto”.
“E’ la seconda volta e finisce qui”, ci disse lo scorso anno, “perché non reggo più la fatica che c’è da fare per organizzarla”.
“E’ la terza edizione e speriamo di rivederci anche l’anno prossimo!”, ha detto alla fine della serata di venerdi.
Ma Alfonso, per caso, ci vuole prendere in giro? No. Uno come lui mai lo farebbe. E’ semplicemente tornato giovanotto. Tutto qua. Ed ora nessuno lo ferma più. Come quando suonava, tanti anni fa, in un complesso musicale. E come quando andava a cavallo, sempre qualche tempo fa, orgoglioso della divisa della Beneamata che ha indossato per quarant’anni.
I carabinieri ora li arruola lui! Quelli che suonano, quelli che recitano, quelli che cantano, quelli che ballano. Senza distinzione di grado: dagli allievi ai generali. Perché la passione accomuna e abbatte tutte le scale.
In più, il maresciallo Alfonso Moccia ha infoltito i ranghi con altri talenti, giovani e meno giovani, tutti figli dell’amore per la intramontabile arte partenopea dello spettacolo.
Ed ecco “Napoli nel cuore”, una creatura sorta spontanea, senza programmazione e senza programmi, piena densa di quella spregiudicatezza artistica che riempie di significato anche la più “banale” delle occasioni.
“Napoli nel cuore” per Moccia sarà probabilmente un murale che prende forma e si dipinge lungo i sentieri più profondi dell’animo, fino a scalfirne senza dolore la corteccia.
“Napoli nel cuore” per Moccia sarà un modo per dire grazie alla vita.
“Napoli nel cuore” per Moccia sarà la sublimazione dell’amicizia.
“Napoli nel cuore” intanto è diventato un cast di artisti eccellenti, messi insieme senza schemi precostituiti e con l’ardore di un impeto naturale che coniuga fantasia e genialità. Il copione è meticoloso. Ma qualche volta salta e allora l’improvvisazione diventa anche scaltrezza. Nati insieme per caso, ora sono insieme quando si sente il palpito della socialità.

Festa della Primavera –Napoli nel cuore” edizione 2019 ha acceso la serata di venerdi 12 aprile nello splendido Pisani Hotel di San Nicola la Strada.
Presenti, come amici prima che come autorità invitate, il sindaco Vito Marotta, il presidente del consiglio comunale Fabio Schiavo, l’assessore Lucio Bernardo e il consigliere Giovanni Motta. Con loro il Vigile Ambientale Giovanni “Blu Sceriffo” Ferrante, il consigliere comunale di Caserta delegato alle FFAA Pasquale Antonucci e poi l’ex senatrice Lucia Esposito,
il Generale dei Carabinieri Coordinatore provinciale A.N.C. Ugo Grillo, il luogotenente Francesco Coscione (segretario Regionale A.N.C.), il luogotenente Silvio Salzillo (Presidente A.N.C.Aversa), il luogotenente Battista Gagliardi (presidente A.N.C. S. Felice a Cancello), il Commissario P.S. a riposo Girolamo Vendemia (Presidente A.N.P.S Caserta), il V. Questore in pensione Salvatore Landolfi (partecipante anche al cast artistico come musicista-cantante), l’Agronomo della Reggia di Caserta Domenico Bovienzo, il giornalista Luigi Russo, il Col. Giuseppe Carrillo, il Col. Luigi Carozza, il Responsabile del Nucleo Volontari A.N.C. Reggia Andrea Corazza e tanti altri.
Chi c’era, come noi, si è divertito molto. Una serata che si ricorda per tutto l’anno, fino alla prossima stagione del risveglio.

Tra una pietanza e l’altra, tra un ballo ed una battuta al microfono degli attenti e bravi presentatori Pasquino Corbelli e Melina Cortese, una serie crescente di pezzi di spettacolo canoro e teatrale, con incredibili sorprese finali che nessuno si sarebbe aspettato.
In apertura, la proiezione di un breve filmato con stralci dalle edizioni precedenti della “Festa della Primavera”.
A dare ufficialmente il via alla serata i balli di gruppo, che danno carica a chi si butta dentro e fanno venire rabbia a chi non sa ballare.
A seguire, in vari ed anche ripetuti momenti, canzoni, parole, poesia, prosa, macchiette, cabaret e musica con Giuseppe Stabile e Marika Arciero (da “Area Sanremo” ed anche in coppia nella bellissima “Cu ‘mme”, che fa venire, come sempre, la pelle d’oca), Ciro Cardillo, Peppe Di Donna, Gustavo Corbelli, Melina Cortese, Ersilia Zanframundo, Antonio Di Nota, Massimo Di Fuccia, Salvatore Landolfi, Salvatore Galluccio, Lina Cozzolino, Alessio Ianniello. E il soprano Teresa Sparaco, eccellenza casertana della lirica, intervenuta come ospite ma che solo ospite mai potrà essere.
Molto apprezzate anche le esibizioni delle “wild card” Ugo Pisani ed Enzo Gambardella (autentiche “sorprese” artistiche), che hanno cantato rispettivamente “Malafemmena” e “Un’ora sola ti vorrei” con assoluta qualità.
Il pezzo “clou” musico-teatrale della serata, dove si è esibito, in ossequio al suo mito Mario Merola, anche l’organizzatore Alfonso Moccia, è stato la sceneggiata
“Guapparia”, magistralmente rielaborata e diretta da Ciro Cardillo. Con il Maresciallo Moccia, hanno recitato lo stesso Cardillo, Antonio Di Nota, Gustavo Corbelli ed Ersilia Zanframundo con l’accompagnamento dei musicisti Salvatore Martello, Salvatore Landolfi e Massimo Di Fuccia.
In chiusura, una partecipatissima “Tammurriata nera” con tutti gli artisti presenti allo spettacolo.


Un collage di arte e di esuberante freschezza, insomma, dove a farla da padrone è il sentimento dell’amicizia. Perché senza di quella non ci sarebbe mai primavera.
“Speriamo di vederci anche l’anno prossimo”: Moccia ha chiuso la serata con queste parole. Mentre sul volto era calata un po’ di stanchezza.
“Vado a casa, mi faccio una doccia e poi mi metto a pensare al prossimo spettacolo”, ci ha detto mentre lo salutavamo. Sì, perché tra pochi giorni sarà già al lavoro per l’Arena Comunale, dove porterà “Napoli nel cuore” nel mese di giugno. Lavoro? Pardon, cosa stiamo dicendo? Guai ad usare questo termine con lui. Si rischierebbe di finire in CPR.
Primavera, sinonimo di gioia. In un mondo che poco esulta e per tante cose si rattrista. Con l’annuale variegata festa di Alfonso Moccia non c’è solo Napoli nel cuore. E mai sarà un colpo di vento.

Nicola Ciaramella
©Corriere di San Nicola






 

 

PENSIERI, TASTIERA E MOUSE 

 

 
La posta

dei

Lettori

 

SAN NICOLA LA STRADA E LA SUA STORIA


Un Santo miracoloso e la Regina delle strade nel glorioso cammino di una città

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

 


Per ricevere comunicazione di nuovi articoli e contenuti pubblicati su questo sito...

Carabinieri di San Nicola la Strada
una storia lunga
55 anni

 Le carriere dei sei Comandanti che hanno guidato il presidio dell’Arma dal 1960 ad oggi

 
-Dossier ideato e scritto da Nicola Ciaramella-


LA STORIA DI VITO

 

 

"Vito's story"

è un'opera di Pasquale Gravante per aiutare la Ricerca

 


IL SINDACO RISPONDE

 

 



"Filo diretto" tra i cittadini ed il sindaco 
attraverso
il
Corriere di San Nicola

DOSSIER LO UTTARO

 




Cronistoria
di
un
disastro

 

LINKS

 






Siti

da

consultare

 

 

 

AUGURI




Momenti belli segnalati dai nostri lettori


 

W LA NOSTRA CITTA' !

 


San Nicola
la Strada

SAN NICOLA LA STRADA FOOTBALL STORY



Il gioco più bello del mondo: la sua storia a San Nicola la Strada dagli inizi fino al 1989

 

CINICOLANDO



Alla ricerca dell'aria perduta...



 ...e di qualche coda di paglia...

 

LA DENOMINAZIONE DEL NOSTRO COMUNE 


Come si scrive il nome della nostra città: il contributo dello storico F. Nigro e la necessità assoluta di non fare più tantissima confusione!

 

IL "SABATO" ON LINE

Leggi on-line il settimanale di

Enzo Di Nuzzo

 


IL VADEMECUM DELLA RACCOLTA DEI RIFIUTI


Tutto quanto bisogna sapere sulla raccolta dei rifiuti a San Nicola la Strada

 

FARMACIE MINUTO X MINUTO



 

I turni di 
APRILE 2019

San Nicola la Strada
e
Caserta

 

LA MAPPA DEL POTERE 2015-2020 



L'organigramma
dell'amministrazione comunale
e
il programma amministrativo 


 

 

ARCHIVIO NUMERI CARTACEI


Le edizioni cartacee del
Corriere di San Nicola
dal 2001 al 2006

 

FOTOARCHIVIO





Non solo "neve su San Nicola"...


INNO DI SAN NICOLA


L' Inno ufficiale della Città di San Nicola la Strada composto da Anna Massa e musicato da Franco Damiano

 

ANGOLI SANNICOLESI
San Nicola la Strada e i suoi monumenti


Chiesa di Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Pietà, Real Convitto Borbonico, Colonna romana, Tana di Mazzamauriello, Canetteria, Le Madonnelle, Mulino Palomba, Resti di Calatia e tutte le altre bellezze storiche ed architettoniche, visibili e nascoste, di San Nicola la Strada

 (sezione ideata e curata da Nicola Ciaramella e Renato Ciaramella)


RICERCA ARTICOLI


Scegli il modo che preferisci per consultare il vastissimo archivio del Corriere di San Nicola



-
TUTTI GLI ARTICOLI
 (tutti gli articoli pubblicati su questo sito dal 6/2/2005 ad oggi in ordine cronologico decrescente)

-PER CATEGORIA

-PER PAROLA CHIAVE


-Tutto l'archivio dei numeri cartacei (da luglio 2001 a maggio 2006)

-Cerca nei numeri cartacei


 

 

MARATONINA STORY

Tutto sulla
"Maratonina Città di San Nicola la Strada"
 

Albo d'Oro, articoli, foto e video di tutte le edizioni del più grande evento sportivo sannicolese

 

PAGINE FUXIA

OPERATORI ECONOMICI  
conosciamoli da vicino 
la loro storia
la loro attività
foto e video dell'azienda

 
                   Vedi Elenco Operatori