Cerca nei Numeri Cartacei del Corriere di San Nicola
numeri precedenti -
Numero Storico 27 - Aprile 2004 - Home 15 aprile 2021 00:40:07




Per ricordare Mimmo...Lunedi 28 giugno, alle ore 19, presso il Duomo di Caserta, Mons. Antonio Pasquariello officerà una cerimonia religiosa in suffragio di DOMENICO SPARANO, amatissimo cognato-“fratello” del ns. direttore, prematuramente scomparso il ventotto maggio.



Questa sera Gabriella D'Ambrosio su Prima Rete
.



Nuovo Mercato e Piscina comunale: una “sfida” a suon di grandi progetti!



Europee: la soddisfazione di AN "sannicolese"
.



Giano Vetusto: tempo di “Biennale”



<< Successiva Precedente >>


IN QUESTO NUMERO


POLITICA

Ma dov'è questa Città?
"Perchè votare un documento fantasma"?
La "Città" non è un punto di arrivo
No, Pasquale, non farlo!
Sannicolesi tartassati
Primarete si dissocia


VARIE




ARTE


SPETTACOLI


SPORT

E chi lo ferma più?
"Maratonina", atto secondo
"RINASCITA" di nome e di fatto!
Le nozze d'Oro della "Maddalena"
Si conclude il Primo "Memorial Santucci"
Scuola "Mazzini", basket vincente!


LAVORO




AUGURI


Articolo di: Domenica Alongi
Strade... Trappole!
Il nostro è un paese che cresce di anno in anno, è da paragonare ad un bambino che ha bisogno di cure, attenzioni e tanto amore. Si sta facendo molto per renderlo gradevole a noi e a chi viene da fuori, ma i disagi…beh, parlarne non significa certamente fare polemiche o…far politica.
Del resto, esiste forse la perfezione assoluta?
Dunque, vediamo un pò.
Abbiamo un ufficio postale da poco messo a nuovo, con tutti i criteri e le caratteristiche moderne; su questo niente da dire, anzi… grazie!
Purtroppo, se non si vuole o non si può usufruire di questo locale “moderno”, c’è solo una e una sola alternativa…a meno che non si abbia intenzione di emigrare oltre confine.
L’unica “opzione”, insomma, è l’ufficio postale in via S.Croce…
Come dire, l’uno l’opposto dell’altro.
Ma porta con sè un grande disagio: esso è situato in una stradina molto stretta; per chi è costretto ad arrivarci con la macchina è impossibile anche il solo pensiero di trovare un parcheggio. Allora inizia la ricerca di un posto, ma per quanto si possa girare e rigirare, alla fine l’esito è sempre negativo.
Quindi, abbiamo un “servizio” che non serve, oppure diciamo di avere un “servizio” per soli pedoni. E tutto ciò non ci sembra assolutamente giusto, vi pare?
Ma le difficoltà non finiscono e non si fermano a questo ostacolo…Magari!
Le due farmacie, indispensabili come il pane, purtroppo, si trovano anch’esse in posti dove non c’è possibilità di parcheggio. E poiché sono entrambe ubicate in centro, come possono fare coloro che abitano nelle estese zone di periferia? Devono prendere tutti la macchina? Anche gli anziani e i malati? Il nostro è un bel paese (o… Città?…), sta crescendo e nonostante tutti i problemi che vediamo, sappiamo che ci viviamo bene…
Ah, se solo avessimo più scelte e più spazi vivibili… Anche la nascita dei vari supermercati è stata ostacolata da grossi problemi, tutti dovuti alla quasi impossibilità di parcheggio in strade dove dieci anni fa poteva starci bene una comune salumeria.
In viale Europa abbiamo “DESPAR”, ma dove posare la macchina? Con la scuola elementare di fronte, altri piccoli negozi accanto… si può immaginare cosa succede, no?
Allora viene naturale chiedersi…: a cosa servono queste “cose”, se poi non possiamo utilizzarle?
Abbiamo dentro solo rabbia, rabbia, tanta rabbia.
Sì, solo rabbia!

© Copyright Corriere di San Nicola. 2000, 2003 - Tutti i diritti sono riservati.